Subaru WRX STI S209: anteprima al Salone di Detroit

Al NAIAS 2019 la Subaru WRX STI più potente di sempre: 341 CV erogati dal 2.5 boxer turbo sottoposto, come corpo vettura e assetto, ad un corposo upgrade. Sarà a tiratura limitata solo per gli USA.

A lungo appannaggio del mercato interno, le configurazioni “racing” a tiratura limitata della produzione giapponese più sportiva iniziano a varcare i confini per arricchire le rispettive proposte da destinare agli appassionati. Su questo assunto arriva, al Salone di Detroit 2019 (qui la nostra panoramica sulla rassegna, che si concluderà domenica 27 gennaio) la novità Subaru WRX STi S209: programmata in 200 unità complessive quale configurazione “high level” (ed high performance) della lineup WRX STI debutterà negli Stati Uniti nella seconda parte del 2019. Prezzi ed allestimenti saranno resi noti più avanti.

Nel frattempo, i riflettori vengono puntati sugli atout di sportività “senza fronzoli” che tanto piacciono agli enthusiast: il programma di upgrade meccatronico ed aerodinamico sviluppato da Subaru Tecnica International è, in effetti, piuttosto articolato, e non riguarda soltanto il corpo vettura, ma anche telaio, assetto e motore.

Corpo vettura: un inedito aerokit

Decisamente “track-day oriented”, Subaru WRX STI S209  – “STI” indica la citata Divisione sportiva Subaru Tecnica International che si incaricherà, nei prossimi mesi, di presentare le specifiche di omologazione del nuovo modello per il nord America – mette in evidenza, all’esterno, un bodykit che prevede ampi codolini passaruota (43 mm, complementari alle carreggiate che “guadagnano” 15 mm) impreziositi da specifiche feritoie funzionali all’ottimizzazione dei flussi, un alettone posteriore (regolabile) in fibra di carbonio, appendici aerodinamiche supplementari tanto al paraurti anteriore quanto a quello posteriore, un nuovo diffusore inferiore che “abbraccia” due coppie di terminali di scarico, ed un set di cerchi BBS da 19” disponibili in due differenti finiture: grigio o dorato, e abbinati a pneumatici Dunlop SP Sport Maxx GT600A da 265/35 – 19. Allo stesso modo, due sono anche le tinte carrozzeria proposte: “Blue Pearl” e “Crystal White Pearl”.

Un volante dalla corona appiattita nella parte inferiore, sedili semianatomici Recaro con cuciture argento a contrasto e monogrammi “S209” ricamati, pedaliera e poggiapiede sportivi in alluminio e la “obbligatoria” targhetta che contraddistingue ogni esemplare completano le dotazioni vettura.

Telaio irrobustito; nuovo assetto; freni Brembo

Al di là degli aggiornamenti estetici e aerodinamici, la serie speciale WRX STI S209 si segnala per una serie di aggiornamenti funzionali alle aumentate prestazioni: nel dettaglio, le sospensioni si avvalgono di molle irrigidite ed ammortizzatori Bilstein specifici, barre antirollio maggiorate (quella posteriore da 20 mm) e nuove boccole; nuovi elementi di rinforzo alla scocca ed una barra duomi flessibile per l’avantreno. L’impianto frenante, fornito da Brembo, prevede dischi forati in acciaio con pinze a sei pistoncini anteriormente e due pistoncini posteriormente.

Sotto il cofano, più di 340 CV

La “base di partenza” dell’unità motrice è il 4 cilindri biturbo ad architettura boxer (marchio di fabbrica per la Casa delle Pleiadi) della “famiglia” EJ25 da 2,5 litri. Anch’esso è stato oggetto di un ampio programma di upgrade, che ne ha portato la potenza a quota 341 CV: turbocompressore HKS con pressione di sovralimentazione portata ad 1,2 bar (1,1 nella STI “standard”), adozione di un kit di gruppi pistone-biella forgiati ed alleggeriti, iniettori e pompa di iniezione maggiorati, filtro aria conico, nuovi collettori di aspirazione ed un nuovo circuito di raffreddamento dotato di comando “a spruzzo” di acqua sull’intercooler tramite un pulsante a disposizione del pilota, nuovo impianto di scarico a contropressione diminuita e cambio manuale a sei rapporti con differenziali (anteriore e posteriore) a slittamento limitato e sistema sistema Torque vectoring per il consueto schema di trazione integrale permanente Symmetrical All-Wheel Drive. Da segnalare il ricorso a tre nuove modalità di guida (Intelligent, Sport, Sport Sharp) di supporto al modulo SI-Drive (Subaru Intelligent Drive).

Subaru WRX STI S209: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti