Mercedes: in arrivo le “baby” AMG GT 43 4matic+ e GT 53 4Matic+

La nuova gamma coupé quattro porte derivata da Mercedes-AMG GT si amplia con l’imminente debutto di due varianti entry level da 367 CV e 435 CV dotate di sistema EQ Boost: tutti i dettagli.

A due mesi esatti dall’avvio dei programmi di vendita per le varianti “alto di gamma” GT 63 4Matic+, GT 63S 4Matic+ e GT63S Edition 1, declinazioni da 585 CV e 639 CV proposte a partire da, rispettivamente, 150.118,50 euro, 167.016,50 euro e  185.342,50 euro (qui un nostro approfondimento), Mercedes annuncia un ulteriore ampliamento alla recente lineup AMG GT 4 Coupé, “super-berlina” sviluppata quale derivazione a quattro porte della performante Mercedes-AMG GT, esposta in anteprima, lo scorso marzo, al Salone di Ginevra ed attesa nelle concessionarie a partire dalle prossime settimane.

L’anticipazione di queste ore riguarda l’imminente “lancio” commerciale di due declinazioni di più piccola cubatura: Mercedes-AMG GT 43 4Matic+ e Mercedes-AMG GT53 4Matic+, disponibili a prezzi (anch’essi per il momento riferiti al mercato tedesco) che partono da 95,259.50 euro e 109,182.50 euro: una sensibile riduzione in rapporto alle varianti “top” GT 63 e GT63S, che rende entrambe le nuove proposte in un ambizioso ruolo “entry level”.

La differenza sostanziale, se si escludono minime variazioni al corpo vettura rispetto alle “sorelle maggiori”, viene individuata sotto il cofano: si tratta dell’unità motrice a sei cilindri in linea da 3 litri (2.999 cc) da, rispettivamente, 367 CV fra 5.500 e 6.100 giri/min (GT 43 4Matic+) e 435 CV a 6.100 giri/min (GT 53 4Matic+), ed una forza motrice da 500 e 520 Nm disponibili fra 1.800 e 4.500 giri/min, e fra 1.800 e 5.800 gri/min, per una velocità massima di 270 km/h e 285 km/h ed un tempo di accelerazione 0-100 km/h che richiede, rispettivamente, 4”9 e 4”5. Per entrambe le varianti di motorizzazione, già rispondenti – come le unità “superiori” – ai futuri standard sulle emissioni Euro 6d-TEMP, la sovralimentazione viene assicurata da un sistema di turbocompressore a doppio stadio e controllo elettronico; da segnalare la presenza del dispositivo alternatore-starter EQ Boost integrato fra il motore ed il gruppo trasmissione e sviluppato per l’alimentazione del circuito a 48V di bordo, in grado di integrare la potenza dell’unità 3.0 a sei cilindri principale con 22 CV e 250 Nm supplementari, per brevi fasi di funzionamento. La trasmissione, in entrambe le novità della gamma Mercedes-AMG GT4, si avvale del cambio automatico AMG Speedshift TCT 9G a nove rapporti, e trazione integrale 4Matic (esclusiva di Mercedes) con distribuzione variabile, a gestione elettronica, della coppia motrice fra gli assali.

Come già messo in evidenza dalle recentissime Mercedes-AMG GT 63 4Matic+ e GT 63S 4Matic+, anche per le più “piccole” GT 43 4Matic+ e GT 53 4Matic+ è presente al corpo vettura il sistema Airpanel di controllo dell’aerodinamica attiva, installato nello “scudo” anteriore e nell’alettone posteriore. Altrettanto invariata è l’attenzione al comportamento dinamico dell’insieme veicolo in senso longitudinale (“beccheggio”) e laterale (“rollio”), frutto di una serie di interventi su tutte le parti meccatroniche e di assetto, nonché sulla scocca che, opportunamente irrigidita, sfrutta quale “base di partenza” la medesima piattaforma già utilizzata per Classe E e CLS, quindi del tutto differente dal telaio di AMG GT Coupé a due posti.

Mercedes-Amg GT4 AMG Exterior Night e AMG Night Package 2019 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Mercedes GLA 200d Sport 4Matic: la prova su strada

Altri contenuti