Volkswagen Atlas Cross Sport e Tanoak: novità alla Monterey Car Week

Un dinamico SUV a cinque posti e un pick-up “di taglia media”: così Volkswagen vuole conquistare il pubblico della Monterey Car Week. Ecco tutti i particolari delle due novità del Costruttore tedesco.

Volkswagen Atlas Cross Sport e Tanoak: novità alla Monterey Car Week

di Francesco Giorgi

24 Agosto 2018

Non soltanto modelli di grande prestigio di ieri e di oggi: anche la Monterey Car Week – evento di mezza estate che in questi giorni punta in California i riflettori del comparto internazionale automotive e vede, quale appuntamento clou, il celebre Concorso di Eleganza di Pebble Beach in programma domenica prossima 26 agosto – rappresenta una ghiotta occasione, per i big player che hanno in cantiere alcune novità di prodotto potenzialmente appetibili dal mercato nord americano. E Volkswagen fa parte di questo “club”: alla kermesse di Monterey, il colosso di Wolfsburg “fa l’americano” ed espone due derivazioni-concept su base Atlas, medium-SUV già in vendita oltreoceano (al momento del debutto, avvenuto nell’ottobre del 2016, lo “Sport Utility” Atlas venne indicato dai vertici VW USA come “il modello Volkswagen più grande nelle dimensioni e robusto mai realizzato in America”) nelle varianti a sette posti e in due motorizzazioni, con il 4 cilindri TSI turbocompresso da 238 CV e  con il VR6 3.6 da 280 CV, entrambi accoppiati ad un cambio automatico otto rapporti e trazione integrale 4Motion disponibile a richiesta.

Si tratta, più nello specifico, di Volkswagen Atlas Cross Sport ed Atlas Tanoak, rispettivamente variante a cinque posti e declinazione pick-up del SUV di Volkswagen North America: novità non in senso assoluto – erano già stati presentati nei mesi scorsi al Salone di New York -; tuttavia, il vernissage di Monterey viene utile per apprenderne i programmi di produzione: il debutto di Volkswagen Atlas Cross Sport potrebbe concretizzarsi nella primavera del 2019, mentre – seppure dato per possibile – per VW Atlas Tanoak Concept non viene indicata una data certa di inizio produzione, tant’è che anche a Monterey viene esposto con il suffisso “Concept” che ne conferma l’attuale status di prototipo.

Volkswagen Atlas Cross Sport Concept

Il SUV a cinque posti Volkswagen Atlas Cross Sport viene accompagnato alla rassegna californiana con l’indicazione di variante più sportiva del medium-SUV a sette posti: ciò risulta da alcune modifiche, di un certo impegno, che hanno riguardato le linee esterne, ora maggiormente dinamiche e slanciate come messo in evidenza dall’andamento rastremato della zona posteriore del tetto che si abbina ai montanti ed al lunotto, molto inclinati. Inediti anche lo “scudo” anteriore, di nuovo disegno, la fanaleria Full Led modificata nelle forme, i grandi codolini passaruota necessari per ospitare sotto gli “archi” un set di generosi cerchi da 22” e lo spoiler posteriore. Rispetto agli oltre 5 metri di lunghezza, 1,98 m di larghezza e 1,78 m di altezza del modello di origine, VW Atlas Cross Sport misura 4,8 m, 2,03 m e 1,73 m. La configurazione abitacolo mantiene l’immagine volutamente “granitica” e hi-tech della produzione “Sport Utility” VW, seppure leggermente semplificato in rapporto a quello adottato dall’alto di gamma Touareg. Sono presenti, fra gli altri, il “digital cockpit” con display da 12.3”, lo schermo da 10.1” collocato nella consolle centrale per il controllo delle funzionalità infotainment e della navigazione; ed un terzo schermo, collocato più in basso di quest’ultimo, per le funzionalità di climatizzazione e riscaldamento dei sedili.

Sotto il cofano, Volkswagen Atlas Cross Sport in esposizione alla Monterey Car Week viene equipaggiato con un’unità motrice ad alimentazione ibrida plug-in, che sfrutta il 3.6 V6 a benzina in abbinamento a due motori elettrici (a loro volta alimentati da batterie agli ioni di litio da 18 kWh) per una potenza complessiva di 355 CV e, sulla base dei dati a suo tempo resi noti da Volkswagen (ovvero, al momento della presentazione di Atlas Cross Sport Concept al Salone di New York 2018) permettono alla variante 5 posti di VW Atlas un’autonomia di circa 42 km in modalità totalmente elettrica, una velocità massima di 209 km/h ed un’accelerazione di 5”4 per il passaggio da 0 a 100 km/h. In previsione del probabile debutto nella primavera del prossimo anno, VW Atlas Cross Sport verrà proposto anche in configurazione “termica” senza cioè l’ausilio della propulsione parallela ibrida plug-in.

Volkswagen Atlas Tanoak

La seconda “news” di Volkswagen alla Monterey Car Week è Atlas Tanoak, variante pick-up di Atlas sviluppata sulla base delle esigenze di un ampio ventaglio di automobilisti nord americani, per i quali il veicolo pick-up rappresenta da molto tempo una valida alternativa alle “tradizionali” berline. Sviluppato sulla piattaforma MQBModularer Querbaukasten da diverso tempo al centro dei programmi di sviluppo della lineup per il Gruppo VAG-Volkswagen Audi, l’inedito “Tanoak” misura 5,44 m di lunghezza: un imgombro nettamente superiore a quello di Atlas sette posti attualmente in produzione. Chiamato – quando verrà messo in commercio – a confrontarsi nell’impegnativo segmento dei pick-up “medio-grandi” made in USA (come Ford Ranger), Atlas Tanoak mette in evidenza, nella zona posteriore del corpo vettura, un “cassone” da 163 cm di lunghezza e 145 cm di larghezza. Caratterizzato da un’immagine complessivamente dinamica – un po’ in contrasto, quindi, con l’appeal tradizionalmente “granitico” dei pick-up “all’americana” -, Volkswagen Atlas Tanoak – dall’altezza minima da terra decisamente elevata: 250 mm – presenta, fra gli elementi distintivi della propria estetica, le due porte posteriori che sembrano senza maniglie, semi-nascoste nella carrozzeria, e una pannellatura supplementare, in corrispondenza del cassone, che da una parte ne sottolinea la nuova caratteristica, e nello stesso tempo ne irrobustisce la struttura.

La motorizzazione scelta da Volkswagen North America (lo stabilimento di produzione è a Chattanooga, nel Tennessee) per il prototipo Atlas Tanoak è più “tradizionale” rispetto a quello indicato per il “cugino” Cross Sport: il propulsore a benzina V6 da 3,6 litri che eroga una potenza nell’ordine di 276 CV ed è abbinato ad un cambio automatico ad otto rapporti. In occasione dell’anteprima al Salone di New York, Volkswagen aveva dichiarato, per Atlas Tanoak Concept, un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h in 8”6.

Tutto su: Volkswagen, Salone di Los Angeles 2018