Audi A6 e A7 Sportback: mild hybrid con i turbodiesel quattro cilindri

L’ “ibrido leggero” sbarca anche nelle varianti a gasolio di media cubatura: inizialmente disponibili nel Regno Unito, le nuove 40 TDI 201 CV arriveranno presto anche in Italia. Ecco i primi dettagli.

La nuova frontiera delle tecnologie di motorizzazione, nei modelli di nuovo progetto, è da tempo rivolta alle strategie di elettrificazione, che i big player del comparto automotive sviluppano su differenti soluzioni powertrain: oltre alle “tradizionali” unità motrici ibride ed ibride plug-in (più recenti), le 100% elettriche e le futuristiche fuel cell, c’è il sistema mild hybrid, o “ibrido leggero”, nel quale un circuito parallelo a 48V governato da un alternatore-starter consente al modello che ne viene equipaggiato di “veleggiare” (nel termine tecnico in inglese ciò assume il termine “coasting”) per un determinato numero di secondi, a motore al minimo, e in una precisa “forbice” di velocità. Tale sistema è, da alcuni mesi, appannaggio di Audi, che ne equipaggia la propria più recente produzione alto di gamma.

In queste ore, ulteriori novità mild hybrid vengono annunciate dai vertici di Ingolstadt: riguardano, nello specifico, la lineup Audi A6, nelle declinazioni Berlina ed Avant, e A7 Sportback, ora arricchite da corrispondenti versioni 2.0 TDI da 201 CV, secondo le nuove denominazioni Audi ribattezzate “40 TDI”. Dietro questa sigla alfanumerica si nasconde, come accennato, la big news di questo scorcio di agosto 2018 per Audi: l’equipaggiamento, al debutto fra le unità quattro cilindri a gasolio di media cilindrata, della tecnologia “ibrido leggero”.

L’anticipazione è preludio di un prossimo debutto sul mercato: i nuovi “40 TDI” mild hybrid per Audi A6 Berlina ed Avant e Audi A7 Sportback andranno presto ad affiancarsi alle unità “55 TFSI V6” da 340 CV (disponibile esclusivamente per Audi A7 Sportback), “45 TDI V6” da 231 CV (quest’ultima esclusiva di Audi A6) e “50 TDI V6” da 286 CV. In una prima fase, i nuovi “40 TDI” mild-hybrid saranno rivolti alle varianti a trazione anteriore di A6 berlina, A6 Avant ed A7 Sportback: l’ampliamento ai modelli equipaggiati con la trazione integrale “quattro” specifica di Audi è atteso per la fine di quest’anno. Inizialmente, il nuovo turbodiesel mild-hybrid a quattro cilindri di Ingolstadt sarà disponibile nel Regno Unito; il loro arrivo negli altri Paesi UE e in Italia avverrà subito dopo: a breve saranno resi noti i prezzi e gli allestimenti relativi.

Ricordiamo brevemente che la tecnologia mild-hybrid (ibrido leggero) messsa a punto da Audi si avvale di un sistema, complementare al propulsore termico e parallelo ad esso, da 48V di tensione, formato da un alternatore-starter (BAS) azionato da una cinghia a sua volta collegata all’albero motore, che consente alla vettura, con motore al minimo (dunque senza che il conducente agisca sull’acceleratore), di “veleggiare” (coasting) a velocità comprese fra 55 e 140 km/h e fino a 40 secondi. Altrettanto aggiornati sono il dispositivo Start&Stop che si attiva già a meno di 22 km/h, nonché il sistema di recupero dell’energia nelle fasi di frenata, che “spunta” fino ad ulteriori 5 kW, o fino a 12 kW nelle versioni a sei cilindri. Già dichiarati i valori prestazionali: lo 0-100 km/h richiede da 8”1 ad 8”3, la velocità massima raggiunge 239 e 244 km/h, e il consumo medio annunciato per Audi A6 40 TDI 201 CV è nell’ordine di 4,5 litri di gasolio per 100 km, che diventano 4,7 per Audi A6 Avant ed A7 Sportback.

Nuova Audi A6 Black Edition Vedi tutte le immagini
Altri contenuti