Bmw M Performance Parts Concept al Goodwood Festival of Speed

Una Bmw M2 Coupé allestita dai tecnici M Performance con tutti gli accessori disponibili, e anche con qualche componente che sarà in vendita a breve: ecco “il massimo” fra le proposte aftermarket Bmw.

Lo “stato dell’arte” in materia di accessori aftermarket dedicati ad un preciso target di clientela: appassionata, attenta all’immagine dinamica di un determinato segmento di modello e coerentemente rivolta alla tradizione “corsaiola” del marchio. Ecco, in estrema sintesi, la carta d’identità di Bmw M Performance Parts Concept, prototipo-laboratorio realizzato – come la denominazione di modello suggerisce – dalla Divisione M di Monaco di Baviera, con l’obiettivo di mettere in evidenza il potenziale tecnico della lineup di accessori e componenti post-vendita M Performance Parts.

Non a caso, la “concept” – non in vendita come veicolo completo; sarà tuttavia possibile allestirne un esemplare, attingendo al vasto catalogo di proposte della Divisione accessori sportivi Bmw – viene svelata in queste ore al Goodwood Festival of Speed (rassegna che ha aperto al pubblico questa mattina per concludersi domenica prossima), kermesse che ospita un ampio parterre di “special” d’epoca e moderne e, da alcuni anni, via via al centro dell’attenzione da parte dei big player del comparto automotive riguardo a nuove proposte “high performance”.

“Base di partenza” di Bmw M Performance Parts Concept è Bmw M2 (a sua volta recentemente “replicata” in edizione Competition da 410 CV), il cui corpo vettura è stato adeguatamente “riveduto e corretto” con l’impiego di nuovi componenti e “prototipi” di accessori, realizzati con l’impiego di materiali ultraleggeri come la fibra di carbonio, alcuni dei quali non ancora in commercio, ma che lo saranno presto.

Si tratta, in sostanza, di una prefigurazione di come, fra qualche mese, sarà possibile realizzare la propria “baby-coupé da sparo”, che sotto il cofano mantiene il classico tre litri – 2.979 cc – a sei cilindri in linea: unità powertrain, sovralimentata con la tecnologia M Twin Power Turbo (sovralimentazione e valori di aspirazione e scarico specifici) da 370 Cv di potenza massima ed una forza motrice da 465 Nm di coppia massima (aumentabili a 500 Nm con la specifica funzione Overboost), abbinata all’altrettanto “tradizionale” cambio manuale a sei rapporti oppure ad un M DKG sette rapporti con comando a doppia frizione: un gruppo propulsore che, di serie, spinge Bmw M2 Coupé (qui il nostro primo contatto in pista) ad una velocità massima di 250 km/h e le consente di scattare da 0 a 100 km/h in 4”4 (cambio manuale) o 4”3 (cambio doppia frizione al quale viene collegato il sistema Launch Control).

A disposizione degli “enthusiast” delle compatte ultrasportive Bmw – e, in un’ottica di tradizione del marchio, ideale testimone della“dinastia” avviata all’alba degli anni 70 con la leggendaria gamma “02” (in particolare: Bmw 2002 Tii e 2002 Turbo) e proseguita, da metà anni 80, con la fortunatissima lineup M3, arrivata fino ai giorni nostri seppure abbondantemente “gonfiata” nella motorizzazione e nella potenza erogata -, i tecnici della Divisione M Performance Parts di Bmw hanno allestito la “concept” che fa bella mostra di se al Goodwood Festival of Speed.

Nello specifico, la M2 Coupé “made by M Performance Parts” presentata al Goodwood Festival of Speed 2018 mette in evidenza, al corpo vettura, una esclusiva verniciatura in “Frozen Black” con sottili – e particolarmente eleganti – motivi grafici ad effetto dorato; un altrettanto esclusivo “bodykit” (interamente in fibra di carbonio) che si compone di un doppio rene anteriore, il cofano motore, il nuovo paraurti e gli splitter, le “minigonne” laterali sottoporta a loro volta arricchite da appendici aerodinamiche corrispondenti agli elementi supplementari anteriori, uno spoiler posteriore ed un nuovo diffusore inferiore. Il tutto, rende noto Bmw in una nota che illustra la preparazione della vettura, è stato studiato in funzione della riduzione del peso: con i nuovi elementi carrozzeria in fibra di carbonio, e l’adozione di una batteria più leggera (14 kg in meno rispetto all’accumulatore di primo equipaggiamento) e di un set di cerchi in lega da 19” forgiati (che contribuiscono a “limare” di 6 ulteriori kg il peso), la “cura dimagrante” permette un guadagno di 60 kg complessivi.

Un analogo studio, nello stesso tempo finalizzato ad un ulteriore livello di immagine e di “leggerezza”, è stato condotto da M Performance Parts relativamente all’allestimento dell’abitacolo: Bmw M2 Coupé M Performance Parts Concept presenta una configurazione degli interni corrispondente all’appeal estetico-aerodinamico egli esterni. In dettaglio, i nuovi sedili anatomici dal guscio in fibra di carbonio (alleggeriti di 9 kg in rapporto a quelli semi-anatomici di serie) si accompagnano a nuove rifiniture in fibra di carbonio, pelle ed Alcantara per la plancia, il padiglione, i montanti, i pannelli porta e il volante; quest’ultimo, a sua volta, viene corredato con una inequivocabile (per “allure” sportivo) tacca gialla sulla parte superiore della corona, come detto anch’essa rivestita in Alcantara.

Se, come specificato, il motore di Bmw M Performance Parts Concept esposta in questi giorni al Goodwood Festival of Speed risulta essenzialmente immutato rispetto alla configurazione di serie (i 370 CV sprigionati dal 6 cilindri in linea sono più che sufficienti per entusiasmarsi), è l’assetto ad avere ricevuto la giusta dose di attenzione. Ciò viene sottolineato dal nuovo set di sospensioni coilover multi-regolabili: il kit offre all’appassionato ben 12 differenti possibilità di settaggio in compressione e 16 commutazioni in estensione, con l’obiettivo di offrire al conducente la più ampia forbice di adattabilità della dinamica del veicolo alle specifiche esigenze di guida. Per un ottimale “incontro” di estetica tra la finitura della carrozzeria e i componenti “a vista”, infine, i tecnici della Divisione M Performance Parts informano che le molle del kit sospensioni M Performance vengono verniciate in nero, così come le pinze freno che agiscono sui dischi da 18” di diametro.

Bmw M Performance Parts Concept 2018: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Bmw Serie 1 al Salone di Francoforte 2019

Altri contenuti