Nissan Leaf Open Car: l’elettrica diventa cabriolet

Francesco Giorgi
30 Maggio 2018
nissan_leaf_open_car_one-off_2018

Finora è un esercizio di stile, allestito per celebrare i 100.000 esemplari venduti in Giappone e presentato a Tokyo in un summit sulla sostenibilità. Sarebbe tuttavia interessante per il futuro.

Cosa potrebbe rappresentare, nell’ottica di una futura “mobilità di massa” sempre più incentrata sull’attenzione alle emissioni, lo sviluppo di nuovi modelli a propulsione 100% elettrica e in configurazione cabriolet? Magari, la coniugazione fra due “argomenti” di sicuro interesse, ovvero l’utilizzo di un’auto “zero emission” e il piacere della guida en plein air potrebbe essere un ulteriore motivo di scelta verso un’auto elettrica. Ed è proprio questa l’idea alla base della one-off allestita sulla Nissan Leaf, la elettrica-bestseller a livello mondiale (ha già superato le 300.000 unità vendute in otto anni) che debuttò nel 2010 e, lo scorso dicembre, è arrivata alla seconda generazione.

La particolarissima Nissan Leaf Open Car – così è stata ribattezzata dai tecnici e stilisti del marchio – è stata presentata a Tokyo, in occasione di un summit economico, politico e industriale, nel quale un centinaio di invitati hanno preso parte per affrontare le tematiche legate alla sostenibilità e alla creazione di una “società globale a zero emissioni”. Argomento, quest’ultimo, che vede Nissan in primo piano fra i big player del comparto automotive, come dimostrato, in tempi recenti e fra i vari progetti sviluppati, dal programma “The Reborn Light” che – insieme alla affiliata 4R Energy Corporation – prevede il riuso delle batterie agli ioni di litio per l’alimentazione di veicoli elettrici (nello specifico: Nissan Leaf ed e-NV200) da destinare all’illuminazione stradale.

Del resto, nel taccuino delle priorità dei vertici Nissan relativamente allo sviluppo della mobilità sostenibile c’è il maxi-programma “Nissan MOVE to 2022”, illustrato nelle scorse settimane a Yokohama: il progetto, in sintesi, contempla la messa in cantiere di otto nuovi veicoli 100% elettrici, sulla scorta del gradimento mondiale registrato da Nissan Leaf; il “lancio” di una “offensiva a zero emissioni”, in Cina, con altri “brand”; l’introduzione, sul mercato nazionale (Giappone) di una minicar elettrica del segmento “kei-car”; lo sviluppo di un futuro crossover elettrico che prenderà ispirazione dalla concept Nissan IMx (svelata lo scorso autunno al Salone di Tokyo 2017 e, in una evoluzione concettuale “Kuro”, esposta al recentissimo Salone di Ginevra 2018), un programma di elettrificazione per nuovi modelli del marchio luxury Infiniti a partire dal 2021; infine, la dotazione con tecnologie di guida autonoma a 20 modelli destinati ad altrettanti mercati e – con obiettivo entro la fine del 2022 – il 100% di connettività per tutti i nuovi modelli a marchio Nissan, Infiniti e Datsun destinati ai mercati chiave.

Sulla scorta di questo ambizioso progetto, ecco la inedita Nissan Leaf Open Car, allestita per celebrare i 100.000 esemplari di Nissan Leaf venduti in Giappone dal “lancio” del 2010. Potrebbe essere una interessante declinazione da proporre sul mercato; tuttavia, in questo caso, si tratta di un esemplare unico: una “one-off” preparata ad hoc per il traguardo delle 100.000 Leaf che hanno trovato nuovi proprietari “in patria”. Una nota diffusa in queste ore dagli stessi “piani alti” Nissan specifica, infatti, che “Al momento non ne è prevista una produzione in serie”.

Il singolare esercizio stilistico risulta in ogni caso utile a “visualizzare” come potrebbe essere, in termini di immagine, l’appeal di una eventuale declinazione “a cielo aperto” di Nissan Leaf. Anche per questo, Nissan non fornisce alcun dettaglio tecnico (progettazione, materiali, equipaggiamenti) per l’esemplare unico Leaf Open Air. Può essere, tuttavia, che il prototipo, anziché accantonato in un angolo, resti “congelato” in attesa di un suo debutto commerciale (staremo a vedere: si tratterebbe, in ogni caso, di un progetto a medio termine e che ci limitiamo ad ipotizzare).

Come detto, la base di partenza di Nissan Leaf Open Car è la nuova generazione di Nissan Leaf, adeguatamente modificata. A giudicare dalle immagini diffuse da Nissan, oltre all’eliminazione dei montanti porta centrali e ad un disegno leggermente diverso delle modanature ai montanti posteriori, si nota l’adozione di un tettuccio rigido a scomparsa.

Seguici anche sui canali social

I Video di Motori.it

Nissan Leaf: pronti per ripartire

Annunci Usato

  • nissan-leaf-acenta-30kwh-1-prop-km-cerificatigaranzia
    15.800 €
    NISSAN Leaf Acenta 30KWh 1° PROP. ,KM CERIFICATI,GARANZIA
    Elettrica
    48.303 km
    10/2016
  • nissan-leaf-40-kwh-n-connecta
    28.470 €
    NISSAN Leaf 40 kWh N-Connecta
    Elettrica/Benzina
  • nissan-leaf-batteria-di-proprieta
    19.500 €
    NISSAN Leaf BATTERIA DI PROPRIETA'
    Elettrica
    12.900 km
    06/2018
  • nissan-leaf-batteria-di-proprieta-2
    19.500 €
    NISSAN Leaf BATTERIA DI PROPRIETA'
    Elettrica
    12.900 km
    06/2018
  • nissan-leaf-visia
    10.800 €
    NISSAN Leaf Visia
    Elettrica
    37.321 km
    05/2016
  • nissan-leaf-elettrico-sincrono-trifase-visia-flex
    10.800 €
    NISSAN Leaf Elettrico Sincrono Trifase Visia Flex
  • nissan-leaf-tekna
    22.900 €
    NISSAN Leaf Tekna
    Elettrica
    18.208 km
    11/2018
  • nissan-leaf-acenta-aziendale-italia-100-elettrica
    19.500 €
    NISSAN Leaf Acenta Aziendale Italia 100% Elettrica
    Elettrica
    25.000 km
    06/2018
  • nissan-leaf-acenta-30kwh-3
    12.800 €
    NISSAN Leaf Acenta 30KWh
    Elettrica
    90 km
    03/2017
page-background