Honda NSX: arriverà la variante high performance Type R?

Prime indiscrezioni dal Web su una futura Honda NSX Type R. La vedremo su strada nel 2020? Bocche cucite fra i vertici del marchio giapponese.

In un futuro a breve termine, anche NSX, la “super-Honda” che nel 2016, al momento del debutto sul mercato – anticipato dall’anteprima al Salone di Detroit dell’anno precedente – ha riportato nel listino del big player giapponese la sigla a tre lettere divenuta celebre in tutto il mondo all’alba degli anni 90 per la supercar a motore centrale dichiarata competitor nei confronti di Ferrari e Porsche, potrebbe vedersi arricchita da una declinazione high performance Type R.

Il condizionale, per il momento, è d’obbligo, non essendoci alcuna indicazione ufficiale da parte dei “piani alti” Honda relativa ad una più o meno prossima presentazione della variante Type R per NSX. Tuttavia, nelle scorse ore una indiscrezione pubblicata online dal magazine giapponese Spyder7.com sembra offrire una chiave di lettura più articolata nei confronti di una futura NSX Type R, indicandone una potenza massima nell’ordine di 650 CV, e che potrebbe non essere “obbligatorio” il mantenimento del sistema di propulsione ibrida che costituisce il modulo powertrain dell’attuale NSX.

Tutto è possibile dunque. Del resto, già nei mesi scorsi il vicepresidente e direttore generale Acura per gli USA, Jon Ikeda, insieme al responsabile PR del marchio per gli Stati Uniti, Matt Sloustcher, aveva manifestato – in uno scambio di opinioni pubblicato sul sito Web Motoring.com.au –  intenzioni possibiliste (seppure piuttosto prudenti) in merito al prossimo eventuale sviluppo di una declinazione “hard core” di Honda NSX: “Vedremo, tutto può accadere. Le proposte ci sono, ma attualmente non c’è alcun progetto concreto”. Come dire: le bocche, all’inizio di quest’anno, erano cucite, o quasi. Occorrerà attendere un po’ di tempo, prima di assistere ad una prima indicazione ufficiale.

Per restare nel campo delle ipotesi, è quindi possibile che Honda, in un prossimo futuro, prenda in mano la lineup NSX, per sfornarne una variante ad altissime prestazioni. Esattamente due anni fa, ovvero nello stesso periodo in cui Honda NSX Model Year 2016 si preparava ad affrontare i mercati, una prima indiscrezione in tal senso era già trapelata sul Web: la “carta d’identità”, seppure fittizia e ufficiosa, ne indicava un possibile ricorso alla sola trazione posteriore (senza, quindi, l’ausilio dell’unità supplementare elettrica) e un più elevato ricorso a materiali ultraleggeri – entrambe le soluzioni finalizzate ad una decisa diminuzione di peso – in modo da metterla a diretto confronto con Porsche 911 GT3. Nel frattempo, a Maranello è stata sviluppata Ferrari 488 Pista, e Gaydon ha sfornato Aston Marting V8 Vantage GTE.

La concorrenza rimane, perciò, agguerrita: un elemento, quest’ultimo, che potrebbe far pendere la bilancia verso una realizzazione, a breve termine, di una variante Type R anche per Honda NSX. Gli elementi, almeno “sulla carta” ci sarebbero tutti: l’attuale nuova generazione di Honda NSX, discendente dal punto di vista concettuale dalla “storica” supercoupé prodotta fra il 1990 e il 2005 (e che, fra il 1992 e il 1995, fu a sua volta arricchita da una versione Type R) è stata progettata, come espressamente indicato dai tecnici che ne hanno curato lo sviluppo, in funzione delle esigenze di elevatissima sportività (dunque pronta risposta ai comandi e adeguata maneggevolezza dinamica) richieste dagli enthusiast delle alte prestazioni: modulo powertrain Sport SH-AWD (Super Handling All-Wheel-Drive) con unità motrice principale V6 3.5 sovralimentata con doppio turbocompressore e motore elettrico Direct Drive, abbinata al cambio 9DCT a nove rapporti con comando a doppia frizione, e due ulteriori unità a zero emissioni (sistema TMU-Twin Motor Unit) collegate all’avantreno; sistema di accelerazione “drive-by-wire”, controllo della risposta di sterzo, freni, acceleratore, VSA, sospensioni adattative e sistema di comando Sport SH-AWD regolabili dal conducente attraverso il dispositivo dinamico IDS-Integrated Dynamics System a quattro differenti modalità (Quiet, Sport, Sport+ e Track). Un “menu” che, all’atto pratico, consente alla coupé alto di gamma Honda, proposta anche in versione “Targa”, una potenza massima nell’ordine di 581 CV a 6.500 giri/min, 645 Nm di coppia massima fino a 6.000 giri/min, 308 km/h di velocità massima e 3”6 richiesti nello scatto da 0 a 100 km/h.

Occorre tenere conto, alla luce di un eventuale sviluppo della versione Type R per Honda NSX, del buon gradimento di pubblico e di immagine ottenuti dalla nuova Civic Type R (qui la nostra prova in pista a Vallelunga), modello che – dopo il primato di categoria ottenuto al Nurburgring (giro-record in 7’43”8) – ha fatto fermare nei giorni scorsi, a Magny Cours e con il driver del WTCR Esteban Guerrieri al volante, i cronometri sul miglior tempo fra le vetture a trazione anteriore (2’01”5; “crono” che è stato di quasi cinque secondi inferiore anche alla precedente generazione di Civic Type R).

L’expertise nel motorsport per Honda, inoltre, ha permesso nei mesi scorsi la realizzazione di Honda NSX GT3, punta di diamante dei più recenti programmi, nell’ottica delle competizioni, sviluppati dalla factory milanese JAS Engineering, da dove già “esce” la versione-corsa di Civic (Honda Civic Type R TCR). La supercoupé in abito da corsa, presentata alla fine di luglio 2017, messa in vendita a partire da 465.000 euro e indirizzata alla partecipazione alle principali serie internazionali FIA, viene assemblata dalla stessa JAS, su cellule monoscocca prodotte nelle linee di assemblaggio dell’Ohio (dove avviene la produzione di NSX stradale). Le modifiche, in questo senso rispondenti alle regolamentazioni di categoria GT3 che vietano l’impiego dei moduli ibridi e delle quattro ruote motrici, riguardano l’eliminazione del powertrain ibrido, in favore della sola trazione posteriore, pur mantenendo inalterate le caratteristiche principali del motore termico. Differente è anche il cambio: al posto del 9DCT, c’è un sequenziale a sei rapporti.

Honda NSX al Salone di Ginevra 2015 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti