Lynk & Co 02: presentato l’inedito crossover compatto

Frutto della partnership Volvo-Geely, l’inedito crossover è stato presentato ad Amsterdam insieme alle linee-guida dell’approccio Lynk & Co al mercato. La produzione europea inizierà a fine 2019.

Contestualmente all’annuncio della produzione europea – che sarà affidata alle linee di montaggio Volvo Cars di Gand (Belgio) -, il nuovo brand Lynk & Co svela in anteprima il modello 02, crossover compatto chiamato ad arricchire la ancora giovanissima lineup del marchio creato dalla partnership Volvo-Geely (holding cinese che detiene la maggioranza delle quote capitale del costruttore svedese) ufficializzata a fine 2016: una gamma attualmente focalizzata sul “compact-SUV” 01, Sport Utility che condivide con la nuova Volvo XC40 (nominata European Car of the Year” a Ginevra 2018) la base progettuale.

La novità “02” è stata svelata nelle scorse ore ad Amsterdam, in un evento-spettacolo chiamato ad anticipare le linee-guida al centro del programma Lynk & Co, ulteriore progetto di rinnovamento dell’immagine Volvo dopo il recente “lancio” del “sub-brand” Polestar (Ginevra 2018) rivolto alla mobilità elettrica in un segmento di alta gamma.

Il corpo vettura di Lynk & Co 02 rivela un’immagine marcatamente “nordeuropea” (del resto, design ed engineering vengono messi nero su bianco da una Divisione aziendale con sede a Goteborg): le linee esterne, in alcune parti “simili” a quelle di Volvo XC40, rivelano una certa condivisione di impronta stilistica con il nuovo “01” (entrato in fase di ordinazione a metà novembre 2017 – in un primo momento per il solo mercato cinese: più avanti se ne prevede l’espansione anche oltreoceano e in Europa – e protagonista, dopo il vernissage al Salone di Shanghai, di un significativo gradimento di pubblico: ben 6.000 pre-ordinazioni in pochi minuti dal suo “ingresso online”) e con la berlina compatta “03”, finora allo stadio di prototipo e che, nei programmi della nuova azienda, affiancherà la lineup Lynk & Co insieme alla “hatchback” 04.

Apprezzabile (seppure l’analisi stilistica di una vettura sia un concetto piuttosto soggettivo) l’impronta complessivamente sportiva conferita a Lynk & Co 02, che insieme agli stilemi “classici” per il segmento SUV-crossover (sbalzi ridotti, discreta altezza minima da terra, linea di cintura alta) mette in evidenza superfici esterne sinuose, fiancate “massicce” ed evidenti codolini passaruota, ampie prese d’aria e un simpatico “kit” di appendici aerodinamiche, oltre alla particolare collocazione dei gruppi ottici anteriori a Led, le cui luci diurne vengono situate nella zona superiore dei parafanghi. All’interno, piacevolmente “minimal”, l’abitacolo di Lynk & Co 02 si segnala per un approccio hi-tech alle funzionalità di bordo (i dirigenti del neonato “brand” anticipano che la tecnica di promozione della nuova lineup di modelli avverrà similmente alle strategie già ben conosciute nel campo della moda e delle nuove tecnologie) e per l’adozione dei dispositivi di sicurezza attiva ed assistenza alla guida “ereditati” da Volvo.

Il pianale che rappresenta la “base di partenza” di Lynk & Co 02 viene rappresentato dalla piattaforma modulare CMA-Compact Modular Architecture, illustrata nell’autunno del 2015 e dedicata ad una nuova gamma di modelli di medie dimensioni: fedelmente all’indirizzo tecnico individuato da Volvo attraverso la più “grande” piattaforma SPA, ottimizza gli equipaggiamenti in materia di sistemi di propulsione, dispositivi infotainment, climatizzazione, dotazioni di sicurezza con l’obiettivo (a suo tempo dichiarato dai vertici di Goteborg) di azzerare entro il 2020 il numero delle vittime e dei feriti da incidenti stradali a bordo di un nuovo modello Volvo.

Le caratteristiche di motorizzazione verranno dettagliate più avanti: si può tuttavia ipotizzare, anche alla luce delle recenti strategie di progressiva elettrificazione delle nuove produzioni, che a muovere il nuovo “compact crossover” Lynk & Co 02 intervenga – nella versione di ingresso alla gamma – un modulo ibrido, formato da un’unità elettrica (magari di piccole dimensioni) abbinata al nuovo Volvo Drive-E a tre cilindri turbo da 1,5 litri; della lineup potrebbe far parte anche una variante da 2 litri. Successivamente, le proposte potrebbero ricevere nuove declinazioni elettrificate (tecnologia ibrida plug-in oppure 100% elettrica). Staremo a vedere.

Fra le peculiarità di immagine alla base del progetto Lynk & Co, rivelano i dirigenti del nuovo “brand”, un approccio up-to-date alle dotazioni ed agli equipaggiamenti nonché una filosofia “streetwear” per il nuovo marchio. Nel dettaglio, indica la mission di promozione Lynk & Co, per la propria gamma di veicoli che vedremo in un programma a breve-medio termine, l’immagine di ingresso sui mercati punta i propri riflettori, più che sul “tradizionale” metodo che prevede componenti ed accessori a richiesta per i modelli in listino, su una linea di “collezioni” full-optional, similmente a quanto avviene da tempo nel campo della moda e delle nuove tecnologie. Lo dimostra, fra gli altri, una collaborazione di immagine con l’azienda di global social shopping Tictail, piattaforma online dedicata ai più promettenti designer mondiali, che già nella prossima estate debutterà a fianco di Lynk & Co attraverso una prima collezione (“The City Dweller Series”) in serie limitata. Relativamente alle dotazioni hi-tech, fulcro dell’immagine Lynk & Co sarà la connettività. A bordo della gamma Lynk & Co ci sarà, anticipano i vertici del “brand” nato dalla partnership Volvo-Geely, un ampio ventaglio di funzionalità dedicate all’auto connessa (compreso un App store Lynk & Co dedicato) che renderanno ogni esemplare Lynk & Co “Uno smartphone su ruote”.

La gamma Lynk & Co debutterà sul mercato europeo nella seconda parte del 2019, inizialmente con la 01 che per l’Europa verrà prodotta nelle linee di montaggio Volvo Cars di Gand, dove già avviene l’assemblaggio di XC40, V40 e V60. Gli acquisti potranno essere perfezionati online, mentre l’esposizione dei modelli – più avanti si conosceranno ulteriori dettagli in merito alla lineup in fase di costituzione – sarà affidata a showroom dedicati: il primo aprirà ad Amsterdam (nell’area scelta per il vernissage di anteprima di Lynk & Co 02); seguiranno Barcellona, Berlino, Bruxelles e Londra.

Lynk & Co 02: prime immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Opel Mokka 2021: le caratteristiche

Altri contenuti