Seat e Cupra: le novità per il Salone di Ginevra

Accanto alle nuove proposte della casa madre, la rassegna svizzera vedrà la première per il grande pubblico del nuovo marchio sportivo Cupra, già rivolto alle competizioni con la ghiotta e-Racer elettrica.

Dopo la prima anticipazione dei giorni scorsi, nella quale i riflettori sono stati puntati sul nuovo “spin-off” in chiave sportiva Cupra, Seat si prepara a portare il recentissimo “sub-brand” all’attenzione del grande pubblico. L’appuntamento è fissato all’imminente Salone di Ginevra, che aprirà i battenti giovedì 8 marzo e si concluderà domenica 18 e per il marchio di Martorell, come annunciato dal presidente Luca De Meo, costituirà una ideale ed invitante appendice a “Un 2017 che si è concluso con un monte-vendite per 468.000 unità: cifra che illustra il quinto anno consecutivo di crescita per il marchio”, e che ha visto la bestseller Ibiza (primo modello Seat ad entrare nel club delle finaliste del premio “Car of the Year”) e il recentissimo SUV Arona giocare ruoli di battistrada nell’escalation di vendite per l’azienda catalana.

Cupra: i modelli in anteprima a Ginevra

Per il vernissage del nuovo marchio alla rassegna svizzera, Seat sceglie di puntare su uno dei primi modelli illustrati a Barcellona la scorsa settimana, e su una sorpresa che farà piacere agli appassionati di motorsport. Si tratta, nell’ordine, di Cupra Ateca, di Leon Cupra R ST e di Cupra e-Racer: SUV high performance il primo, interessante vettura da corsa a propulsione 100% elettrica. Ma andiamo con ordine.

Cupra Ateca, allestito sulla piattaforma modulare MQB-Modularer Querbaukasten che costituisce l’”ossatura” dello “Sport Utility” svelato in anteprima due anni fa esatti (Salone di Ginevra 2016) ed entrato in commercio nella successiva primavera, rappresenta una evoluzione ulteriormente “incattivita” della declinazione sportiva  FR, rispetto alla quale porta in dote nuove soluzioni hi-tech improntate alle alte prestazioni. Dettagli esclusivi al corpo vettura e specifici rivestimenti per l’abitacolo offrono un’allure personalissima per l’immagine del nuovo SUV high performance. Sotto il cofano, c’è una “vecchia conoscenza” per gli enthusiast dei modelli ad alte prestazioni del Gruppo VAG: il 2.0 TSI da 300 CV, già provvisto di filtro antiparticolato, ed abbinato ad un cambio DSG sette rapporti doppia frizione, sottoposto ad un intervento di re-engineering con l’obiettivo di garantire una maneggevolezza più sportiva, con innesti ancora più fluidi e precisi. La trazione di Cupra Ateca è integrale permanente a sistema 4Drive: del gruppo  di trasmissione fanno parte sei modalità di guida: Normal, Sport, Individual, Snow, Off-Road e la sportiva  Cupra, progettata dai tecnici di Martorell per intervenire, una volta attivata, nel settaggio delle sospensioni con sistema di controllo adattivo DCC e nel “sound” del motore.

Di rilievo la presenza di Cupra e-Racer: frutto di un progetto interamente rivolto ad un potenziale impiego nelle competizioni, può essere considerata una evoluzione in chiave eco friendly del lungo impegno Seat nel motorsport (tranne pochissime eccezioni, pressoché l’intera gamma di Martorell ha vissuto, negli anni, una solida e fortunata carriera agonistica). Dati alla mano – e si preannunciano ghiotti per gli appassionati di “cose sportive” – Cupra e-Racer, allestita con un bodykit tipicamente “corsaiolo” ed annunciata dai vertici Seat come “Il primo modello Turismo da gara 100% elettrico al mondo” e “In virtù della nuova vision Cupra nel settore delle competizioni, rappresenta un nuovo modello da corsa per il mondo pulito ed efficiente dei Campionati TCR”, viene equipaggiata con un modulo powertrain elettrico che sprigiona una potenza di 408 CV, aumentabili fino a ben 680 CV. Ulteriori dettagli su Cupra e-Racer saranno resi noti al momento del “taglio del nastro” di Ginevra 2018.

Seat: ecco cosa vedremo a Ginevra

Come da tempo annunciato, i “piani alti” di Martorell dichiarano un deciso avvicinamento alle tecnologie multimediali di ultima generazione. Ciò si concretizzerà, alla rassegna svizzera, con la presentazione del nuovo “Digital Cockpit”, annunciato da Seat come “Una delle principali novità per il salone”. Nello specifico, la plancia digitale “Digital Cockpit” si presenta come una strumentazione dotata di schermo interattivo, in grado di offrire a conducente e passeggeri un ampio ventaglio di funzionalità e possibilità di personalizzazioni, modellate “su misura” in base alle esigenze dell’utente. Anche in questo caso, nei prossimi giorni se ne conosceranno i dettagli tecnici.

Altrettanto hi-tech, e rivolto a nuove frontiere di “usability”, è l’integrazione di Shazam (programma di riconoscimento dei brani musicali) tra le funzionalità di infotainment della intera gamma Seat: presentato al recentissimo Mobile World Congress di Barcellona, sarà disponibile a partire da aprile 2018.

La terza novità di gamma che vedremo a Ginevra è la inedita Leon Cupra R ST, che sfrutta la stessa unità motrice 2.0 TSI da 300 CV e la medesima tecnica di trasmissione (trazione integrale permanente 4Drive, cambio DSG doppia frizione). Leon Cupra R ST è attesa al debutto commerciale entro la fine di quest’anno. Il corpo vettura porta in dote un kit aerodinamico in fibra di carbonio, cerchi a finitura in tinta rame e pinze freno ad elevate prestazioni.

Sempre sul fronte Seat Leon, a Ginevra 2018 debutterà l’unità motrice 1.5 TSI EVO da 150 CV a bordo della versione FR a cinque porte. Proseguendo nella lineup sportiveggiante FR, una interessante “new entry” sarà rappresentata dall’adozione per Seat Ibiza FR del sistema di propulsione 1.0 TGI da 90 CV alimentato a metano.

Cupra, nuova gamma 2018: prime immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuova Seat Ateca 2021

Altri contenuti