Mercedes G63 AMG 2018: a Ginevra con 522 CV

Mentre si prepara a portare aldebutto la rinnovata Classe G, Mercedes ne aggiorna la declinazione high performance: ecco tutti i dettagli in anteprima.

Nella configurazione “Model Year 2018”, che di fatto corrisponde alla nuova generazione del fuoristrada-simbolo per la Stella a Tre Punte, le varianti allestite in partnership con Affalterbach mettono in evidenza uno degli stilemi che identificano l’attuale produzione Mercedes-AMG, ovvero la calandra “Panamericana” dal disegno tondeggiante impreziosito con le tredici barre verticali in acciaio inox.

È, questo, uno degli atout (ma non l’unico, come vedremo) scelto dai designer di Stoccarda per l’allestimento di Mercedes G63 AMG 2018, che si prepara alla première ufficiale all’imminente Salone di Ginevra (insieme alla nuova Classe G che nelle scorse settimane, al Salone di Detroit, venne svelata in anteprima assoluta) ed entrerà in listino nei prossimi mesi. Nel frattempo, della inedita variante high performance luxury di Classe G, Mercedes anticipa le caratteristiche tecniche e l’identità di disegno attraverso una nota introduttiva che viene diffusa in queste ore insieme ad una prima carrellata di immagini.

Rispetto alle versioni AMG che da lunghi anni arricchiscono la gamma Gelaendewagen (per la quale, ed in riferimento alla G500 equipaggiata con l’unità 4.0 V8 biturbo da 422 CV, nelle scorse settimane è stato dato il “via” alle ordinazioni, con prezzi che partono da 115.020 euro), la nuova G63 AMG 2018 rappresenta, in conformità alle nuove strategie di identità di gamma gradualmente impostate dai vertici Daimler-Benz per la “famiglia” AMG, una sempre più marcata variante offroad delle attuali proposte AMG.

Ciò risulta evidente, appunto, dall’immagine scelta per il corpo vettura, che oltre alla griglia anteriore “Panamericana” (eredità di stile e di filosofia concettuale dalla ultrasportiva AMG GT R), mostra i muscoli attraverso i vistosi terminali di scarico laterali che spuntano da sotto i tradizionali predellini funzionali all’ingresso a bordo, che insieme ai cerchi AMG da 22” ed ai larghi codolini passaruota sottolineano l’appeal estetico di Mercedes G63 AMG 2018, la cui versione di “lancio” commerciale sarà la “Edition 1”, ulteriormente caratterizzata dall’apposizione di un pacchetto “Night Package” e di un set di cerchi a finitura brunita.

Non cambia, peraltro, l’immagine complessivamente “granitica” che caratterizza anche Mercedes Classe G 2018, cresciuta negli ingombri esterni ((53 mm in più di lunghezza e 121 mm in più in larghezza), così come invariati sono alcuni degli elementi distintivi del modello, quali il disegno delle maniglie porta, le modanature di protezione, la ruota di scorta esterna (“agganciata” al portellone), i vistosi indicatori di direzione. Viene mantenuto il rimando alla prima serie di Classe G che si concretizza nelle cerniere porta esterne e nel cofano motore “appoggiato” alla carrozzeria. Rispetto alla “sorella” presentata al Salone di Detroit, è uguale anche la tecnica di costruzione: per G63 AMG, viene fatto ampio ricorso ad acciai resistenti, ad alta resistenza, ultra resistenti (per la scocca) ed alluminio (per cofano motore, parafanghi e porte), cui si aggiungono processi produttivi perfezionati all’interno dello stabilimento austriaco Magna Steyr.

Le modifiche operate ad Affalterbach per Mercedes G63 AMG 2018 riguardano l’assetto, il gruppo motopropulsore e la tecnologia di trasmissione. E qui le novità si preannunciano ghiotte per gli appassionati dei modelli ad alte prestazioni frutto dell’engineering congiunto fra Stoccarda ed Affalterbach.

Nel dettaglio, l’unità motrice scelta per Mercedes G63 AMG 2018 è il 4.0 V8 sovralimentato con doppio turbocompressore Twin-Scroll collocato fra le due bancate a separare fra loro i relativi collettori di scarico, e dotato di sistema di disattivazione dei cilindri (AMG Cylinder Management cylinder deactivation system) nelle condizioni di marcia a basso-medio carico (comando a disposizione del conducente una volta selezionata la modalità “Comfort”), che a regimi compresi fra 1.000 e 3.500 giri/min “taglia” l’azione del secondo, del terzo, del quinto e dell’ottavo cilindro. La potenza espressa dall’”ottovù” di Mercedes G63 AMG 2018 è nell’ordine di 585 CV, con 850 Nm di forza motrice. Valori che permettono al “super-fuoristrada” dell’asse Stoccarda-Affalterbach una velocità massima di 220 km/h (aumentabili a 240 km/h se si sceglie di equipaggiare il veicolo con l’AMG Driver’s Package) e 4”5 per coprire lo scatto da 0 a 100 km/h: niente male per un “transatlantico da strada” che, alla bilancia, sfiora 2.500 kg (il peso in ordine di marcia dichiarato da Mercedes è 2.485 kg).

Per offrire una adeguata risposta di telaio ed assetto alle velocissime prestazioni della vettura, Mercedes G63 AMG – equipaggiata con una variante aggiornata nel software del cambio AMG Speedshift TCT 9G a nove rapporti e convertitore di coppia e con un nuovo sistema di trazione integrale con ripartizione di coppia “standard” fra i due assi a 60:40 preponderante sul retrotreno anziché il tradizionale 50:50; non cambiano, invece, i tre differenziali a bloccaggio elettronico, così come la marcia “ridotta” in modalità Low Range – viene equipaggiata con un set di sospensioni Ride Control, sviluppate ad hoc da AMG, e provviste di cinque modalità di regolazione per l’impiego stradale (commutabili attraverso il comando “Dynamic Select” che propone una modalità “G” ai comandi Comfort, Sport, Eco ed Individual) più tre differenti impostazioni specifiche per la guida in fuoristrada.

Nuove barre stabilizzatrici maggiorate, all’anteriore e al posteriore, si aggiungono alle nuove geometrie che debuttano a bordo di Mercedes Classe G 2018: anteriormente, schema a doppi bracci trasversali, senza telaietto ausiliario bensì fissate direttamente sul telaio principale (gli ammortizzatori anteriori vengono collegati fra loro mediante una nuova barra duomi); posteriormente, c’è il tradizionale e robusto assale rigido, aggiornato con l’impiego di quattro bracci longitudinali su ciascun lato e una barra Panhard.

Mercedes G63 AMG 2018: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti