Salone di Los Angeles: Lincoln Nautilus in anteprima

Alla rassegna californiana, il marchio alto di gamma del Gruppo Ford espone la nuova edizione del medium-SUV MKX: assume il nome Nautilus e presenta una serie di modifiche al corpo vettura e nella dotazione.

All’imminente Salone di Los Angeles (in programma da venerdì 1 a domenica 10 dicembre), Lincoln svela una novità: si tratta di Nautilus, SUV luxury di medie dimensioni che si prepara a sostituire l’ancora recente MKX, “Sport Utility” la cui attuale versione venne presentata al Salone di Detroit 2015 quale modello di gamma superiore di MKC (modello anch’esso atteso a Los Angeles in edizione restyling).

Per il marchio “alto di gamma” di Ford, il prossimo debutto di Nautilus rappresenta una ulteriore novità rispetto all’aggiornamento di stile e di equipaggiamenti: azienda sostanzialmente “conservatrice”, con l’arrivo del nuovo SUV dimostra di prepararsi a compiere un deciso passo in avanti nella definizione della propria nuova gamma, come dimostrato dal cambiamento di denominazione riservato al nuovo “medium-SUV”: non più con l’impiego di una sigla a tre lettere – e inevitabilmente provvista del prefisso “MK” seguito da una lettera -, ma un più attraente e meno anonimo nome, come del resto già avviene per i modelli “Continental” e “Navigator”.

E, come detto, insieme alla indicazione di modello tutta nuova, con Lincoln Nautilus viene proposta una ridefinizione del design al corpo vettura. Ferma restando una generale “eredità di Gruppo” (evidente, in questo senso, l’origine Ford: il profilo delle linee ricorda lo “Sport Utility” Edge, come del resto già era avvenuto per Lincoln MKX a sua volta evolutiva del prototipo MKX Concept, esposta al Salone di Pechino 2014), la novità di rilievo riguarda la nuova impostazione del frontale, dotato di una nuova calandra a motivi cromati più “massiccia” rispetto all’elemento che contraddistingue la zona anteriore di MKX: più lineare e definita, perde il listello centrale in tinta carrozzeria ed è notevolmente modificata nel disegno della griglia. Vengono peraltro mantenute le modanature cromate che accompagnano alcuni dettagli esterni (la griglia inferiore, i motivi ai sottoporta in nero opaco), mentre tutta nuova è la “barra” orizzontale che collega i due gruppi ottici posteriori. Nel complesso, si tratta di un upgrade di dettaglio.

Da segnalare, fra le peculiarità di equipaggiamento che confermano la consueta ricchezza nelle dotazioni storicamente considerata di grande importanza nella produzione USA (fra i “gadget” installati di serie, i sedili “Ultra Comfort” riscaldabili e refrigerati sviluppati in collaborazione con chirurghi specialisti in ortopedia e provvisti di 22 modalità di regolazione; e le tipologie di impianto audio a 13 e 19 altoparlanti, a seconda dello specifico modello), l’ampio touch screen centrale per il controllo delle funzionalità del dispositivo infotainment multimediale Sync3, specifico di Ford, compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto e dedicato alla gestione dei comandi audio, telefono, navigazione anche attraverso i comandi collocati sul volante multifunzione.

La gamma degli allestimenti torna a proporre il ventaglio di varianti già definite dal modello MKC. In questo caso, la serie alto di gamma “Black Label” prevede tre livelli di finitura esclusiva: “Chalet”, “Thoroughbred” e “Gala”, allestite con, rispettivamente, pelli Espresso e Venetian, pelle Venetian e dettagli in Alcantara, e pellami Carmine ed Onyx.

Sotto il cofano, trattandosi di un modello appartenente ad un marchio dell’orbita Ford, è chiaro che la nuova Lincoln Nautilus venga equipaggiata con unità EcoBoost prodotte dall’Ovale Blu. Più nel dettaglio, per la Nautilus si tratta dell’unità benzina 2.0 turbocompressa da 245 CV di potenza, e del V6 2.7 sovralimentato con turbocompressore a geometria variabile e in grado di sviluppare una potenza di 335 CV e ben 500 Nm di coppia massima. Entrambe le motorizzazioni vengono dotate del sistema Auto Start&Stop e della trasmissione automatica ad otto rapporti.

La dotazione di sicurezza attiva comprende, fra gli altri, il Cruise Control adattivo con funzione Stop&Go, l’Evasive Steer Assist, il Pre-Collision Assist con sistema di riconoscimento pedoni, il Blind Spot Assist, il Lane Keeping Aid con Lane Departure Warning e l’Active Park Assist.

Altri contenuti