Touring Arese HR95: caratteristiche, produzione e prestazioni

Riflettori puntati sulla nuova supercoupé della Carrozzeria milanese: è la prima a motore centrale abbinato alla carrozzeria in fibra di carbonio.

Touring Superleggera ha tolto il velo sula propria ultima creazione in ordine di tempo: si chiama Arese HR95, denominazione che identifica la località a nord di Milano dove si trovava la storica prima ubicazione della Carrozzeria, le iniziali del cliente che ha commissionato il progetto, e gli anni dalla fondazione dell’atelier, che avvenne nel 1926 ad opera di Felice Bianchi Anderloni e Gaetano Ponzoni (rispettivamente responsabile dei progetti in Isotta Fraschini e dirigente amministrativo) insieme a Vittorio Ascari, fratello del leggendario Antonio.

Chiave di volta nella storia di Touring Superleggera

Arese HR95 assume un ruolo fondamentale nella lunghissima storia dell’azienda (rinata nel 2006 dopo un quarantennio di oblio e attualmente situata a Rho): è, in effetti, la prima vettura a motore centrale prodotta da Carrozzeria Touring Superleggera, qui abbinata ad un corpo vettura in fibra di carbonio che sostituisce in larga parte il tradizionalissimo alluminio, eterno “marchio di fabbrica” dell’azienda milanese. “Touring Arese RH95 è una nuova pietra miliare nella storia di Touring a 95 anni dalla fondazione – dichiara Salvatore Stranci, General manager di Touring Superleggera – Ancora una volta dimostriamo la nostra capacità di innovare, la tradizione si rinnova con materiali all’avanguardia e scelte tecniche per noi inconsuete”.

Serie limitata e “su misura”

La nuova Arese HR95 verrà prodotta in diciotto esemplari, ciascuno dei quali configurabile “ad personam” dal singolo acquirente. Le prime tre unità saranno consegnate ai rispettivi acquirenti ad un mese dal “vernissage” del nuovo modello. Le combinazioni di allestimento saranno, per la prima, una tinta carrozzeria Verde Pino con due fasce in color argento superiori, nuances color cammello e cacao con accenti zafferano per i sedili; per la seconda, una livrea “Rosso Alfa” a richiamare l’appeal di 8C Competizione abbinato al “musetto” verniciato in bianco (similmente alle Giulia GTA ed Alfa 33 di mezzo secolo fa), e la terza viene verniciata in azzurro e arancione Gulf (combinazione che ricorda le storiche Ford GT40 e Porsche 917). Seguiranno gli altri 15 esemplari.

Corpo vettura

“Base di partenza” di ogni esemplare è una vettura donatrice (“donor car”), dalla quale vengono conservati il telaio ed il gruppo motopropulsore. L’impostazione esteriore, completamente inedita rispetto alle precedenti creazioni Touring Superleggera e sviluppata sotto la guida di Louis de Fabribeckers, direttore del Centro Stile Touring, rivela una doppia identità “di marca”: una sintesi fra le sinuosità della “famiglia” Disco Volante – da cui, osservano i tecnici dell’atelier milanese, viene ripresa la sottile linea di allumino che scorre lungo tutta la fiancata – e gli stilemi di Aero 3, progetto svelato al Salon Privé di settembre 2020 quale punto di partenza per l’evoluzione stilistica “new gen” di Touring Superleggera. L’intero corpo vettura è in fibra di carbonio, con sistema di aerodinamica attiva (evidente nell’assenza di un alettone o spoiler posteriore e nello studio dei flussi derivato dalla vettura donatrice e funzionale alla gestione delle nuove forme), apertura delle porte “ad ala di gabbiano” per un agevole ingresso nell’abitacolo, “scoop” posteriore e presa d’aria forzata.

Abitacolo

All’interno, “ovviamente” a due posti secchi, Touring Arese HR95 rivela un layout dichiaratamente sportivo ed elegante allo stesso tempo (gli atout in effetti dominanti l’intera immagine della vettura), con sedili anatomici e “satellite” della strumentazione posto accanto al volante, a suddividere la zona conducente dalla metà a disposizione del passeggero.

Dimensioni esterne

  • Lunghezza: 4,78 m;
  • Larghezza: 1,98 m;
  • Altezza: 1,26 m;
  • Passo: 2.650 mm;
  • Carreggiata anteriore: 1.679 mm;
  • Carreggiata posteriore: 1.647 mm;
  • Capacità serbatoio carburante: 78 litri.

Propulsione “misteriosa”

Sotto al cofano (o, per meglio dire: alle spalle dell’abitacolo), Touring Arese HR95 viene equipaggiata con un’unità motrice ad 8 cilindri a V, collocata in posizione centrale. “Bocche cucite” sull’origine del motore. In ogni caso, la nobiltà del gruppo propulsore è sintetizzata nei valori espressi: 720 CV di potenza, fino a 340 km/h di velocità massima, e scatto da 0 a 100 km/h in meno di tre secondi.

La scheda tecnica

  • Architettura motore: 8 cilindri a V;
  • Alesaggio: 86,5 mm;
  • Potenza massima: fino a 720 CV a 8.000 giri/min;
  • Coppia massima: 770 Nm a 3.000 giri/min;
  • Classe di inquinamento: Euro 6;
  • Trasmissione: cambio automatico 7 F1 DCT doppia frizione a sette rapporti, trazione posteriore.

Su strada

Le performance dichiarate per la nuova ultracoupé in tiratura limitata Touring Arese HR95 sono pienamente “in linea” con la fascia di appartenenza del veicolo, dunque elevatissime.

  • Velocità massima: fino a 340 km/h;
  • Tempo stimato per lo scatto da 0 a 100 km/h: fino a 3”0;
  • Consumo a ciclo medio: 11,4 litri di benzina per 100 km;
  • Emissioni di CO2 a ciclo medio: 260 g/km.

Quanto costa?

Tenuto conto dell’assoluta artigianalità di esecuzione dell’opera e del ridotto numero di unità programmate (appena 18), quantificare un preciso importo di vendita è complicato. Un po’ per il fatto che il prezzo non è stato comunicato (“su richiesta”), e un po’ perché le variabili di personalizzazione che possono essere richieste dal singolo acquirente determinano un “capitolato” a se stante per ogni esemplare. È tuttavia possibile ipotizzare, per Touring Arese HR95, prezzi vicini a sei zeri.

Sei mesi per la consegna

Del resto, l’allestimento del veicolo avviene nei tempi più corretti ad offrire al cliente un prodotto di altissima qualità: la consegna della vettura completa avviene, indica Touring Superleggera, entro sei mesi dal ricevimento della “donor car”. Non c’è fretta, dunque (non deve essercene). Ogni parte prodotta o modificata dall’atelier di Rho è coperta da un periodo di garanzia illimitata di due anni, mentre l’approvvigionamento delle parti prodotte o modificate da Touring è garantito “a vita”.

Touring Arese RH95, presentazione, progetto e produzione: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti