Audi Q8 TFSI e quattro: autonomia e ricarica del SUV ibrido plug-in

Due versioni (381 e 462 CV) e allestimento S Line Plus per lo Sport Utility alto di gamma ricaricabile che sarà nelle concessionarie entro fine 2020.

Anche per il SUV-coupé alto di gamma di Ingolstadt arriva il momento di adottare l’alimentazione elettrificata: un programma del resto in linea con le strategie di sviluppo eco friendly annunciate dai vertici dei “Quattro Anelli”, che prevedono uno stanziamento di 12 miliardi di euro, entro il 2024, come “Risorse straordinarie alla mobilità a zero emissioni”; e, a tutto il 2025, è finalizzato al lancio commerciale di più di 30 nuovi modelli a basse o del tutto assenti emissioni di CO2 allo scarico (leggi: veicoli ibridi, ibridi plug-in ed auto elettriche).

Nello specifico, ed a brevissima distanza dal “lancio” della declinazione ibrida plug-in per Audi A3 (la compatta-bestseller di Ingolstadt viene proposta in versione A3 Sportback TFSI e della quale sono stati resi noti prezzi e dotazioni), la lineup “ricaricabile” si prepara ad un ulteriore ampliamento: si tratta di Audi Q8 TFSI e quattro, Sport Utility-coupé plug-in chiamato ad affiancare – in materia di elettrificazione “alla spina” – la stessa A3 Sportback, la berlina A6 e la variante “familiare” A6 Avant, l’”ammiraglia” A8 e la coupé cinque porte A7 Sportback, nonché i SUV Q5 e Q7.

Il debutto è imminente

Audi Q8 TFSI e Quattro, indica una nota diramata dal marchio tedesco insieme ad una carrellata di immagini che permette di avere una prima idea dell’impostazione del nuovo modello, esordirà nelle concessionarie italiane nel quarto trimestre 2020. Più avanti saranno dunque dettagliati i prezzi di vendita e le dotazioni.

Riguardo all’allestimento, la novità ibrida ricaricabile di fascia SUV-coupé alto di gamma di Ingolstadt viene proposta in configurazione S Line Plus.

Di seguito un primo “capitolato” di dotazioni.

  • Cerchi da 21”
  • Pinze freno verniciate in rosso
  • “Pacchetto” Look Nero
  • Gruppi ottici a tecnologia Led Audi Matrix HD
  • Sospensioni pneumatiche Adaptive Suspension Sport
  • Rifiniture interne S Line (sedili anteriori semi-anatomici con monogrammi “S” sugli schienali, rivestimento in tessuto nero per il padiglione, inserti in alluminio spazzolato ad effetto opaco).

Capacità bagagliaio

Leggermente diminuita, la capienza utile del vano bagagli è in ogni caso adeguata alle esigenze della clientela che rivolge le proprie attenzioni ad un veicolo di segmento Sport Utility-coupé dalle spiccate attitudini dinamiche e dalle dimensioni esterne piuttosto “importanti” (quasi 5 m di lunghezza, 2 m di larghezza e 1,7 m di altezza): 505 litri nel normale assetto di marcia e fino a 1.625 litri con i sedili posteriori completamente abbattuti (ricordiamo che la capacità di trasporto bagagli ed oggetti a bordo di Audi Q8 ad alimentazione “convenzionale” è di, rispettivamente, 605 e 1.755 litri). Il ripiano del vano bagagli si mantiene tuttavia “piatto”. Altrettanto elevata è la capacità di traino: fino a 3,5 tonnellate.

I dettagli di propulsione

Sotto il cofano, Audi Q8 TFSI e Quattro viene equipaggiata con l’unità motrice V6 3.0 TFSI turbocompressa, iniezione diretta e provvista di filtro antiparticolato, che eroga 340 CV di potenza massima e 450 Nm di coppia massima; e, in abbinamento a quest’ultima, un motore elettrico sincrono a magneti permanenti, integrato nel cambio Tiptronic ad otto rapporti (insieme al gruppo frizione), che sviluppa 136 CV di potenza di picco. L’alimentazione si avvale di una batteria agli ioni di litio – collocata al di sotto del pianale del bagagliaio – composta da 104 celle, da 17,8 kWh di capacità complessiva, raffreddata mediante sistema integrabile nell’impianto di climatizzazione e che tiene sotto controllo anche la temperatura del motore elettrico e della relativa elettronica di potenza, la quale ha il compito di trasformare la corrente continua erogata dagli accumulatori in corrente alternata. Nelle fasi di recupero, il motore elettrico assolve ad una funzione di generatore, in modo da provvedere all’accumulo dell’energia proveniente dalle fasi di decelerazione e di frenata.

La trazione integrale permanente Quattro, con differenziale centrale autobloccante, ripartisce la coppia motrice fra avantreno e retrotreno secondo il rapporto 40 : 60 nelle condizioni di guida “ordinarie”, e in caso di perdite di aderenza trasferisce la maggior parte della “spinta” verso l’assale che necessita di maggiore trazione.

Due gli “step” di potenza massima che saranno disponibili sul mercato:

  • Audi Q8 3.0 (55) TFSI e Quattro: 381 CV e 600 Nm di coppia massima, per una velocità di punta di 240 km/h (autolimitati), un tempo di 5”8 dichiarato per lo scatto da 0 a 100 km/h, un consumo a ciclo medio nell’ordine di 2,8-3,1 litri di benzina per 100 km e valori di emissioni di CO2 che si attestano su 63-70 g/km
  • Audi Q8 3.0 (60) TFSI e Quattro: 462 CV e 700 Nm, 240 km/h (autolimitati), da 0 a 100 km/hj in 5”4, 2,8-3,1 l/100 km, 64-70 g/km di CO2.

Autonomia e modalità di ricarica

Nella marcia in elettrico, Audi Q8 TFSI e Quattro viene annunciata per una percorrenza massima di 49 km (versione da 381 CV) e 48 km (variante da 462 CV). Come avviene sugli altri modelli ibridi plug-in dei “Quattro Anelli”, anche per Audi Q8 TFSI e Quattro l’avviamento utilizza la modalità elettrica, che permane fino a quando il conducente preme con decisione sul pedale dell’acceleratore (di tipo attivo).

A disposizione del guidatore ci sono i programmi di marcia EV e Hybrid. Quest’ultimo comprende tre modalità di guida:

  • Auto, che dà la precedenza all’alimentazione ibrida gestita in autonomia dal veicolo
  • Hold, finalizzata al risparmio di energia in previsione di una successiva fase di viaggio
  • Charge, dedicata alla ricarica della batteria.

A sua volta, il programma “Auto” dispone di controllo predittivo della trazione, sviluppato per contribuire all’incremento dell’autonomia “zero emission” ed al comfort di marcia. In questo caso, se si è attivata la navigazione a destinazione, il sistema PEA-Predictive Efficiency Assistant ottimizza il controllo trazione in modo da favorire tanto l’avanzamento del veicolo in elettrico all’interno delle aree urbane, quanto il recupero dell’energia (quest’ultimo, “ereditato” dal dispositivo che equipaggia Audi e-tron, consente di recuperare fino a 25 kW di potenza e fino ad 80 kW in frenata).

Per la ricarica, Audi Q8 TFSI e Quattro viene dotata, di serie, del sistema “e-tron compact”, che comprende:

  • un’unità di comando
  • un cavo di collegamento da 4,5 m
  • due differenti cavi di alimentazione, con connettore per prese di tipo domestico ed industriale.

Compreso nel primo equipaggiamento c’è anche un cavo per la ricarica agli “hub” pubblici a corrente alternata fino a 7,4 kW (massima potenza disponibile per Q8 TFSI e Quattro).

Riguardo ai tempi necessari per un “pieno” di energia, Audi dichiara 2 ore e mezza attraverso il collegamento della vettura ad una colonnina AC da 7,4 kW, e sei ore e mezza se ci si avvale di una presa domestica a 230V.

Sarà ovviamente possibile usufruire del servizio internazionale Audi e-tron Charging Service, che permette di accedere a circa 180.000 colonnine pubbliche dislocate in 25 Paesi europei.

Funzioni e ricariche attivabili anche da remoto

Anche i sistemi di controllo si uniformano al modulo di interfaccia per device portatili myAudi: attraverso questa App, i servizi Audi Connect vengono trasferiti sullo smartphone utente. È così possibile avere a portata di mano lo stato della batteria e l’autonomia residua, l’avvio dei processi di ricarica, la programmazione del timer, il monitoraggio dei consumi, ed i comandi di pre-climatizzazione e riscaldamento anche per i singoli elementi (volante, sedili, specchi retrovisori, parabrezza, lunotto, ventilazione sedili), nonché la pianificazione degli itinerari ed il sistema di navigazione MMI che visualizzano le stazioni di ricarica.

Audi Q8 TFSI e quattro 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi R8 Green Hell

Altri contenuti