Bmw presenta Serie 4 Cabriolet e Bmw X2 M Mesh Edition

La gamma sportiva bavarese si arricchisce con l’arrivo della variante “en plein air” per Serie 4 e con una inedita serie speciale per il SUV X2 M.

Il processo di progressiva differenziazione della propria gamma sportiva di segmento D, rispetto alla berlina-bestseller Serie 3, recentemente messo in atto da Bmw attraverso lo sviluppo della nuova generazione di Serie 4, prosegue nella presentazione della variante Cabriolet, che segue in linea retta il “vernissage” di Bmw Serie 4 Coupé avvenuto a giugno 2020. Il debutto sul mercato avverrà nel 2021: più avanti si conosceranno i dettagli relativi ai prezzi di vendita ed alle configurazioni per l’Italia.

Serie 4 Cabrio 2021: gli elementi di distinzione

Nello specifico, Bmw Serie 4 Cabrio 2021 punta, quale elemento di immediata riconoscibilità, sulla capotte (di serie fornita in colore nero; oppure, a richiesta, disponibile in tinta Antracite), che riprende la tradizione della tela multistrato, tuttavia è stata sottoposta ad un re-engineering, in modo da consentirle un sostanzioso guadagno (40%) in termini di peso in rapporto alla “vecchia” generazione che si prepara ad essere sostituita. Il comando (ovviamente elettrico) di apertura e chiusura richiede 18 secondi per aprire o richiudere la capote. Poche le differenze estetiche se si confronta il corpo vettura della nuovissima sportiva “en plein air” con la altrettanto nuova Serie 4 Coupé: se si eccettua la “copertura” ed il relativo profilo, l’impostazione esteriore è pressoché identica e dominata dal “doppio rene” a tutta grandezza (poco piacevole la collocazione della targa anteriore). Di conseguenza, gli ingombri esterni sono invariati.

  • Lunghezza: 4,77 m
  • Larghezza: 1,85 m (specchi retrovisori esclusi)
  • Passo: 2.850 mm.

Bagagliaio più capiente

Da segnalare una particolarità, volta a rendere maggiormente usufruibile la “convertibile quattro posti”: se, nella nuova variante Coupé; Bmw Serie 4 “perde” leggermente nella capacità utile di trasporto bagagli (440 litri, cioè 5 litri in meno), in versione Cabriolet il vano di carico dispone di, rispettivamente, 385 litri a capote chiusa e 300 litri a capote aperta. Ovvero, nell’ordine: 15 e 80 litri in più in rapporto alla precedente serie. Ciò, occorre osservare, viene determinato anche in virtù delle dimensioni esterne del veicolo che, dati alla mano, sono sensibilmente aumentate: 128 mm in più in senso longitudinale, 27 mm in più in senso trasversale e 40 mm in più nell’interasse.

Abitacolo: la consueta atmosfera elegante e sportiva

L’impostazione dell’abitacolo di Bmw Serie 4 Cabriolet 2021 è “ovviamente” fedele agli atout di esclusività e sapore sportivo che caratterizzano la produzione di alta gamma bavarese, uniti (felice caratteristica, quest’ultima, di lunga tradizione Bmw, e di recente tornata in auge) alla plancia centrale rivolta verso il conducente. Il “capitolato” delle dotazioni presenta, fra gli altri, rivestimenti in pelle Vernasca, sedili anteriori semi-anatomici multiregolazione a comando elettrico, climatizzatore automatico tri-zona, strumentazione digitale con display da 12.5” e modulo infotainment (schermo centrale da 12.5”) a sistema operativo Bmw Operating System 7, compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto, connettività con hotspot WiFi e sistema di navigazione Bmw Maps che si basa sulla tecnologia cloud.

Fra gli equipaggiamenti disponibili in opzione di Bmw Serie 4 Cabriolet “new gen”: l’Head-up Display ed ulteriori funzionalità hi-tech rivolte al comfort per conducenti e passeggeri (sistema di illuminazione “ambient”, il sistema di riscaldamento e climatizzazione attivabile e controllabile anche tramite device portatile così come attraverso la “Bmw Display Key”, ed un sofisticato impianto audio fornito dallo specialista Haman Kardon).

Quali accessori a richiesta dedicati alla configurazione Cabriolet di Bmw Serie 4, si segnalano i dispositivi scaldacollo compresi nei poggiatesta anteriori ed il classico deflettore collocabile alle spalle dei sedili posteriori quando si viaggia a capote tirata giù.

Motorizzazioni: è anche mild-hybrid

Sotto il cofano, l’assortimento di unità motrici (benzina e gasolio) di Bmw Serie 4 Cabriolet 2021 corrisponde a quello che equipaggia la variante Coupé. I modelli turbodiesel e benzina a sei cilindri dispongono di sistema “ibrido leggero” a 48V.

Versioni benzina

  • Bmw 420i Cabriolet: motore 2.0 a 4 cilindri in linea con trasmissione Steptronic ad otto rapporti, 184 CV e 300 Nm, 236 km/h e 8”2 da 0 a 100 km/h
  • Bmw 430i Cabriolet: motore 2.0 4 cilindri in linea con trasmissione Steptronic ad otto rapporti, 258 CV e 400 Nm, 250 km/h e 0-100 km/h in 6”2
  • Bmw M440i xDrive Cabriolet: motore 3.0 a 6 cilindri in linea con sistema mild-hybrid a 48V (11 CV in più), trasmissione Steptronic Sport ad otto rapporti e trazione integrale, 374 CV e 500 Nm, 255 km/h e da 0 a 100 km/h in 4”9.

Versioni turbodiesel

  • Bmw 420d Cabriolet: motore 2.0 a 4 cilindri in linea con sistema mild-hybrid a 48V (11 CV in più), trasmissione Steptronic ad otto rapporti, 190 CV e 400 Nm, 236 km/h e da 0 a 100 km/h in 7”6
  • Bmw 430d Cabriolet: motore 3.0 a 6 cilindri in linea con sistema mild-hybrid a 48V (11 CV in più), trasmissione Steptronic ad otto rapporti, 286 CV e 650 Nm, 250 km/h e da 0 a 100 km/h in 5”9
  • Bmw M440d xDrive Cabriolet (disponibile da novembre 2020): motore 3.0 a 6 cilindri in linea con sistema mild-hybrid a 48V (11 CV in più), trasmissione Steptronic Sport ad otto rapporti e trazione integrale Bmw xDrive, 340 CV e 700 Nm, 250 km/h e da 0 a 100 km/h in 5”1.

Bmw X2 M Mesh Edition

Contestualmente all’anteprima di Serie 4 Cabriolet 2021, Bmw annuncia l’inedita serie speciale X2 M Mesh Edition: una caratterizzazione marcatamente “racing” allestita su base X2 M Sport X, e che esordirà sul mercato a partire dal prossimo novembre 2020 (inizialmente in Germania, e con un sovrapprezzo di 1.500 euro rispetto alla variante M Sport X: più avanti si conosceranno i dettagli commerciali relativi all’Italia).

Le combinazioni di livrea

All’esterno, Bmw X2 M Mesh Edition mette in evidenza un’allure particolarmente riconoscibile, in virtù del ricorso ad una tavolozza di tinte carrozzeria scelte ad hoc (delle quali fa parte, ad esempio, la livrea in “Brooklyn Grey” dell’esemplare presentato nella gallery di anteprima; altre colorazioni sono, nell’ordine: Phytonic Blue, Sunset Orange e il tradizionale Alpine White) abbinate ad una striscia a contrasto che fa bella mostra di se sul cofano e, in orizzontale, lungo la parte inferiore delle fiancate; ma anche ad alcuni dettagli dedicati, dal profilo inferiore dei paraurti ai gusci degli specchi retrovisori alle modanature sottoporta, tutti in finitura Frozen Black-Brown. Specifica di modello è anche la particolare finizione (verniciatura bicolore) scelta per i cerchi M da 19” o 20”,

All’interno, l’impostazione scelta per Bmw X2 M Mesh Edition riflette il carattere “corsaiolo” del corpo vettura, dove spiccano i sedili semi-anatomici rivestiti in pelle ed alcuni accenti specifici, oltre al ricorso ad un sistema di illuminazione “ambient” dedicato.

La gamma dei motori

Sotto il cofano, Bmw X2 Mesh Edition viene proposta in sei varianti di propulsione, suddivise fra tre versioni a benzina, due turbodiesel e una declinazione ibrida plug-in (quest’ultima è, nella fattispecie, corrispondente al sistema che equipaggia Bmw X2 xDrive 25e da 224 km di potenza massima, 385 Nm di coppia massima, un consumo a ciclo medio di 1,9 km di benzina per 100 km e 43 g/km di emissioni di CO2, nonché un’autonomia di marcia di 57 km in modalità “zero emission”). Il cambio è, a seconda delle singole versioni, manuale oppure automatico Steptronic, e la trasmissione è a trazione posteriore oppure integrale.

Bmw Serie 4 Cabriolet 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti