Volvo S90 e V90 restyling 2020: arriva l’ibrido leggero

Con l’upgrade estetico e hi-tech per “serie 90”, i programmi di elettrificazione si estendono all’intera gamma di Goteborg.

Un moderato “facelift” estetico e un aggiornamento nelle dotazioni, negli equipaggiamenti e nelle tecnologie di motorizzazione: è, in sintesi, il “capitolato” sul quale si articola l’operazione restyling annunciata da Volvo sulla gamma premium “serie 90”, che si articola sui modelli berlina S90 e station wagon V90, entrambe allestite sulla piattaforma SPA-Scalable Product Architecture, tecnologia di pianale studiata dai tecnici di Goteborg con l’obiettivo di raggiungere nuovi standard in termini di efficienza e sicurezza (voce, quest’ultima, da sempre sul taccuino delle priorità per Volvo). Il programma di upgrade, che arriva a quattro anni dal debutto della nuova lineup “ammiraglia” di Goteborg ed ha trovato una prima anticipazione, a novembre 2019, con l'”individuazione” degli esemplari pre-serie in fase di test di sviluppo, porta in dote un avanzato portfolio di accessori hi-tech, un affinamento all’immagine esteriore e, sotto il cofano, l’adozione del sistema di propulsione mild-hybrid, che dopo avere esordito sotto il cofano degli Sport Utility Volvo X60 e Volvo XC90, viene introdotto su tutti i modelli “serie 90” così come “serie 60” e sul medium-SUV XC40. Più avanti saranno dettagliati i prezzi di vendita e gli equipaggiamenti.

Le novità al corpo vettura

Nello specifico, il “refresh” operato dai tecnici di Volvo su S90 e V90 fa leva su un affinamento estetico orientato altresì ad una ottimizzazione aerodinamica: in particolare, la sezione anteriore e la parte posteriore di entrambi i modelli alto di gamma hanno ricevuto, nell’ordine, nuovi fendinebbia ed uno “scudo” di nuovo disegno (paraurti anteriore collocato in posizione maggiormente ribassata, spoiler inferiore rinnovato nel profilo). Riguardo a Volvo V90, così come per la “derivata” V90 Cross Country, si segnala un nuovo disegno alla fanaleria posteriore, ora a tecnologia Full-Led e provvista di indicatori di direzione sequenziali. Per gli acquirenti, ulteriori possibilità di personalizzazione derivano dall’aggiunta di nuove tinte carrozzeria alla tavolozza delle colorazioni proposte, ed un più ricco catalogo di cerchi.

Abitacolo: ambiente tecnologico “new gen”, soluzioni di comfort

All’interno, il restyling in chiave “Model Year 2020” per Volvo S90 e Volvo V90 porta in dote un sofisticato impianto audio Bowers & Wilkins con amplificatore potenziato, sistema di cancellazione automatica del rumore nell’abitacolo e una inedita impostazione di “sound” sviluppata per emulare gli effetti acustici da Jazz Club. All’insegna del comfort per conducenti e passeggeri (uno dei “punti di forza”, insieme alla costante ricerca verso la sicurezza attiva, su cui da lungo tempo Volvo rivolge la propria attenzione), l’adozione di un sistema “Advanced Air Cleaner” con sensore di rilevazione particelle di particolato PM 2.5. Il nuovo dispositivo, inizialmente sviluppato per il mercato cinese (ricordiamo che Volvo è, dal 2010, nell’orbita del “colosso” Geely: di recente, a questo proposito, i vertici Volvo hanno annunciato di essere in fase di valutazione, insieme agli omologhi della holding cinese, delle condizioni utili all’unione delle rispettive attività), viene reso disponibile per tutte le altre macroaree di mercato, Europa compresa: con il sistema Advanced Air Cleaner, è possibile tenere sotto controllo la qualità dell’aria nell’abitacolo, attraverso il display centrale; tra le sue funzioni, c’è anche il comando che permette di eliminare quasi tutte le particelle più fini disperse nell’aria dell’abitacolo nel giro di qualche minuto. Relativamente alla varietà dei rivestimenti, Volvo annuncia la disponibilità, per tutti i modelli “serie 90” e “serie 60”, del raffinato tessuto misto lana che ha debuttato nel 2019 fra le dotazioni del SUV luxury XC90; oltre a ciò, si comunica una variante “leather-free” delle finiture interne per le configurazioni di livello superiore. Volvo annuncia altresì l’adozione, nella zona posteriore dell’abitacolo di tutti i modelli “serie 90” e “serie 60”, di doppie prese di ricarica Usb-C, in sostituzione delle precedenti prese a 12V, oltre al debutto della funzionalità di ricarica wireless per i device portatili che è stata impiegata per la prima volta nell’equipaggiamento di Volvo XC40.

Motorizzazioni: l’ibrido leggero a tutta la gamma

Sotto il cofano, Volvo S90 e Volvo V90 2020 si preparano ad accogliere la tecnologia di alimentazione mild-hybrid a 48V e sistema “brake-by-wire” collegato al dispositivo di recupero dell’energia cinetica prodotta nelle fasi di decelerazione e di frenata che è stata proposta per la prima volta, nel 2019, a bordo degli “Sport Utility” Volvo XC60 e Volvo XC90: i propulsori a sistema mild-hybrid (che, rendono noto i tecnici di Goteborg, contribuisce all’abbattimento fino al 15% dei valori di consumo e delle emissioni nelle condizioni di guida reale su strada) vengono resi disponibili anche sull’intera gamma “serie 90” e “serie 60”, oltre che su Volvo XC40. In questo modo, indica Volvo, le unità “ibrido leggero” di V90 Cross Country vanno a rappresentare le prime configurazioni elettrificate nella storia delle declinazioni Cross Country. Tenuto conto della lineup di modelli “Recharge” ad alimentazione 100% elettrica (su tutti: la nuova Volvo XC40 Recharge P8, svelata a fine gennaio 2020, il cui powertrain “zero emission” da 408 CV, alimentato da un pacco batterie da 78 kWh ricaricabili all’80% in una quarantina di minuti allacciandosi ad un “hub” di ricarica rapida, viene dichiarato per un’autonomia massima di 400 km) ed ibrida plug-in, la produzione Volvo annovera così una versione elettrificata per ogni esigenza di utilizzo. L’obiettivo sui taccuini delle priorità per i vertici Volvo è di giungere entro il 2025 ad almeno la metà delle proprie vendite con nuovi modelli ad emissioni zero (ed il 50% restante formato da modelli ad alimentazione ibrida plug-in: tutti insieme confluiranno nella nuova linea “Recharge”, che designa tutte le Volvo ricaricabili: che siano totalmente ad emissioni zero oppure ibride “alla spina”).

Volvo S90 e Volvo V90 restyling 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti