Audi A3 quarta generazione: riflettori puntati sulla tecnica

In attesa del debutto in anteprima al Salone di Ginevra 2020, la “segmento C” bestseller di Ingolstadt svela i propri segreti hi-tech.

Tre anni fa esatti, l’ultimo “restyling” (in ordine di tempo) che aveva aggiornato la “compact-bestseller” di Ingolstadt conferendole un’immagine più sportiveggiante e dinamica, aggiungendo “sotto il cofano” l’unità turbodiesel 2.0 TDI 184 CV a fianco dei 1.0 TFSI, 1.4 TFSI “Ultra” 150 CV con tecnologia COD (Cylinder On Demand) e dei motori a gasolio 1.6 TDI e 2.0 TDI 150 CV; e, dal punto di vista delle dotazioni, portando in dote il Cruise Control adattivo con Stop&Go, mantenimento di corsia, frenata autonoma d’emergenza, e l’Audi Virtual Cockpit con display TFT da 12.3”, modulo MMI con impianto audio MMI Plus provvisto di schermo touch da 7” e nuove funzionalità online. Per il 2020, una delle “big news” annunciate dal marchio dei “Quattro Anelli” torna a puntare i riflettori su Audi A3: la “segmento C” che condivide il pianale modulare MQB-Modularer Querbaukasten EVO con gran parte dell’attuale produzione del Gruppo VAG (nuova Volkswagen Golf 8 compresa) si prepara a fare bella mostra di se, nella nuova quarta generazione, all’imminente Salone di Ginevra 2020.

La prima grande rassegna europea dedicata alle novità automotive (in programma da giovedì 5 a domenica 7 marzo) assisterà al “vernissage” davanti al grande pubblico della nuova serie, che accompagnerà verso il quarto di secolo la stirpe “compatta premium” secondo Ingolstadt, che debuttò nel 1996 e, da allora, si è evoluta attraverso tre generazioni.

In attesa di osservare dal vivo la nuova Audi A3 2020 – e di conoscerne i dettagli di allestimento – i “piani alti” di Ingolstadt ne illustrano in anteprima gli atout tecnici, focalizzandone gli aspetti su tre “capitoli” di rilievo: trazione integrale Quattro (che nel presente 2020 celebra i quarant’anni dall’introduzione), nuovi dispositivi di assistenza attiva alla guida, e tre varianti di assetto.

Trasmissione: ecco come funziona

La trazione integrale Quattro per Audi A3 2020 (che viene illustrata, insieme alle altre novità di dotazione, su un tratto del massiccio montuoso di Sao Miguel, già “porzione” di percorso del conosciutissimo Rally delle Azzorre) possiede nella frizione elettroidraulica il proprio “cuore hi-tech” (il controllo avviene per mezzo di un software dedicato, che ne modula l’azione insieme all’ottimale regolazione dell’assetto adattivo e dello sterzo progressivo). Collocata in corrispondenza della parte terminale dell’albero di trasmissione (vale a dire “a monte” del differenziale posteriore, posizione che favorisce il bilanciamento dei pesi fra avantreno e retrotreno), la frizione multidisco a lamelle – con elementi a bagno d’olio – che equipaggia Audi A3 2020 pronta ad esordire al Salone di Ginevra viene comandata da una pompa elettroidraulica. Il controllo elettronico della ripartizione della coppia fra i due assali, oggetto di un re-engineering dedicato per la nuova generazione di Audi A3, si integra nel sistema Audi Drive Select di controllo delle dinamiche di marcia. Il dispositivo “registra” il comportamento istantaneo del veicolo, nonché lo stile di guida del conducente, e regola in tempo reale la distribuzione della coppia motrice (completamente variabile) fra avantreno e retrotreno. Nelle normali condizioni di guida, Audi A3 sfrutta essenzialmente la trazione anteriore; l’azione della frizione multidisco a lamelle di gestione della trazione integrale Quattro avviene nelle fasi di partenza così come in presenza di fondo stradale caratterizzato da una scarsa aderenza: in maniera proporzionale alla pressione esercitata sui dischi frizione (fino a 44 bar), il trasferimento della “spinta” è disponibile fino al 100%. A sua volta, indica Audi, il sistema ESC di controllo elettronico della trazione e della stabilità rende disponibili tre livelli di intervento: “Standard”, “Sport”, “Off”.

Sterzo: la tecnologia a risposta progressiva

Audi A3 2020, anticipano i tecnici dei “Quattro Anelli”, può essere equipaggiata con il sistema di sterzo progressivo ad azionamento elettromeccanico che opera “in parallelo” ai differenti sistemi ADAS (Adaptive Cruise Assist, Collision Avoid Assist che aiuta ad evitare gli ostacoli, e l’assistenza alle manovre di parcheggio), nel quale intervengono la demoltiplicazione e la servoassistenza a settaggio variabile. La prima entra in funzione, nelle fasi di manovra e nelle svolte a corto raggio, riducendo il rapporto di trasmissione (da “fine corsa” a “fine corsa” sono sufficienti due giri e mezzo) e, di conseguenza, fornendo al volante la massima reattività, a tutto vantaggio del comfort di guida e dell’agilità nell’inserimento in curva. Una logica complementare viene seguita dalla tecnologia di servoassistenza: elevata alle più basse velocità, va a ridursi man mano che l’andatura del veicolo aumenta.

Assetto: le nuove sospensioni adattive

Comfort e precisione di guida: le “voci” più rilevanti in materia di elementi elastici del veicolo si concretizzano, a bordo della nuova generazione di Audi A3, in un settaggio dedicato per le sospensioni adattive a controllo elettronico, che a bordo di Audi A3 Sportback presentano un abbassamento di 10 mm del corpo vettura. A sua volta, la nuova tecnologia di sospensioni presenta tre differenti livelli di smorzamento: “Comfort”, “Auto”, e “Dynamic”. Ciò avviene sotto la “regìa” del dispositivo Audi Drive Select, il cui controllo avviene mediante il pulsante collocato a fianco del selettore del cambio, che permette al conducente di ottenere una risposta del motore, della rapportatura del cambio S Tronic e dello sterzo (nonché la ripartizione della coppia motrice da parte della trazione integrale permanente Quattro ed il settaggio degli ammortizzatori) armonizzata con le cinque modalità di guida adottate da Audi A3: “Comfort”, “Auto”, “Dynamic”, “Efficiency” ed “Individual”. Lo stesso Audi Drive Select, inoltre, interviene in maniera attiva sulla climatizzazione automatica, sull’ESC, sul comando dei gruppi ottici a tecnologia Led Audi Matrix, sui pretensionatori delle cinture di sicurezza e sul Cruise Control adattivo.

Audi A3 2020: prime immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi e-tron Sportback 55 Quattro S Line

Altri contenuti