Volkswagen ID.4X, il SUV elettrico spiato durante i test su strada

Il nuovo SUV elettrico di Wolfsburg è stato immortalato durante le fasi di sviluppo.

Volkswagen prosegue in maniera spedita e senza indugi la strada che sta portando all’ampliamento della nuova gamma ID dedicata ai nuovi modelli 100% elettrici firmati dalla Casa di Wolfsburg. Dopo la ID.3 svelata lo scorso settembre sotto i riflettori del Salone di Francoforte e la concept ID.Space Vizzion vista di recente in occasione del Salone di Los Angeles, arriverà il turno della Volkswagen ID.4X, inedito SUV elettrico, anch’esso basato sulla nuova piattaforma MEB.

La futura Volkswagen ID.4X, pronta a sbarcare sul mercato nella primavera del 2020, è stata recentemente immortalata in un’ampia galleria di immagini spia, mentre effettuava i test su strada di rito che anticipano il debutto di ogni nuovo modello. Osservando le fotografie che vi proponiamo è possibile notare che la vettura risulta praticamente priva delle classiche camuffature che vengono applicate dai Costruttori per celare il design definitivo dei loro modelli inediti. Per ottenere quest’ultimo risultato, la Casa di Wolfsburg ha “travestito” il suo nuovo SUV a zero emissioni in una automobile che sembra in tutto e per tutto in un crossover Opel.

Come accennato in precedenza, la vettura si baserà sulla piattaforma MEB dedicata ai nuovi veicoli elettrificati del Gruppo Volskwagen, inoltre sarà disponibile sia in versione a due ruote motrici che integrale e vanterà una lunghezza di poco superiore ad una Tiguan, quindi compresa tra i 455 e 460 cm. Nonostante le dimensioni esterne piuttosto compatte, la vettura potrà ospitare al suo interno fino ad un massimo di 7 passeggeri, grazie ad uno sbalzo anteriore decisamente più corto rispetto ad una classica auto alimentata con motore endotermico. I sette posti saranno suddivisi su tre differenti file di sedili, con l’ultima caratterizzata dalla presenza di due poltrone di piccole dimensioni, adatte ad ospitare bambini o a persone non troppo alte.

Dal punto di vista meccanico, la ID.4 X potrà essere equipaggiata da uno o da due propulsori: la prima soluzione vanterà una potenza complessiva di 204 CV e la sola trazione posteriore (ancora da confermare definitivamente). La variante top di gamma avrà con due motori e potrà contare su una potenza di 306 CV scaricati sulla trazione integrale. Dal punto di vista delle batterie, la versione entry-level vanterà l’uso di un accumulatore da 45 kWh che garantirà un’autonomia di circa 330 km, salendo di gradino troveremo la batteria da 58 kWh e 450 km di autonomia, mentre al vertice dell’offerta ci sarà quella da 77 kWh e circa 500 km di autonomia con una carica di energia (ciclo WLTP).

I Video di Motori.it

Jaguar XF restyling 2021

Altri contenuti