Alfa Romeo Giulia e Stelvio 2020: novità di allestimento e dotazioni

La “segmento D” ed il SUV del Biscione si presentano arricchite di un ampio ventaglio di aggiornamenti a funzionalità di bordo e servizi multimediali.

Più che un facelift, è un ampio programma di aggiornamenti, che interessano tanto le finiture e gli allestimenti, quanto le dotazioni, i contenuti hi-tech, la gamma delle personalizzazioni disponibili ed i sistemi di ausilio attivo alla guida. Ecco, in estrema sintesi, la carta d’identità di Alfa Romeo Giulia e Stelvio nella nuova declinazione “Model Year 2020” già pronte all’esordio sul mercato: entrambe le novità Alfa Romeo saranno disponibili nelle concessionarie italiane all’inizio del 2020. Contestualmente, Fiat-Chrysler Automobiles presenta, attraverso Fca Bank e Leasys, il nuovo servizio I-Link by Leasys, creato ad hoc per rinforzare il legame fra i clienti Alfa Romeo e le nuove forme di mobilità condivisa. Ma andiamo con ordine nell’analisi delle “big news” di autunno 2019 per il “brand”, che concludono un anno piuttosto delicato per Alfa Romeo, nel quale i livelli di vendita sono, in Italia, tornati a crescere lo scorso settembre dopo diversi mesi di segno negativo (per il consuntivo nei “major market europei”, all’inizio del prossimo anno affronteremo un bilancio completo).

Giulia e Stelvio: le novità

A fronte di ingombri esterni pressoché invariati (la lunghezza misura 4,64 m, per 2,02 m di larghezza e 1,43 m di altezza, su un passo di 2.820 mm), Alfa Romeo Giulia 2020 presenta un nuovo disegno per la consolle centrale, nella quale spicca un dispositivo di ricarica wireless per device portatili, la leva del cambio ridisegnata. Per tutte le varianti, debutta il nuovo infotainment progettato da Magneti Marelli, si aggiungono ulteriori funzionalità di connessione da remoto e quattro lineup di tinte carrozzeria, ciascuna delle quali finalizzata ad un preciso indirizzo di immagine: “Competizione”, “Metal”, “Solid”, “Old Timer” (quest’ultima, nello specifico, comprendente nuance di colore che si ispirano alla trazione Alfa Romeo, come ad esempio il “Rosso 6V Villa d’Este” e l’”Ocra GT Junior”).

Per Alfa Romeo Stelvio vale il discorso affrontato con la rinnovata Giulia: il SUV del “Biscione” si presenta in edizione aggiornata ai nastri di partenza 2020 in una configurazione tutta nuova per dispositivi multimediali, sistemi di ausilio attivo alla guida, servizi di connettività. Le motorizzazioni restano confermate (come per Alfa Romeo Giulia 2020).

Il nuovo infotainment

Sotto i riflettori, il profondo upgrade operato alle funzionalità infotainment: per tutte le versioni c’è, ora, uno schermo touch da 8.8” (comandabile attraverso un selettore a rotella), destinato alla visualizzazione ed al controllo dei servizi di bordo, e che si abbina al display TFT da 7” collocato nel pannello strumentazione. Tutto nuovo, e funzionale ai nuovi comandi, anche il volante: oltre a presentare finiture specifiche in base alla versione, è stato anch’esso oggetto di re-engineering per accogliere le funzionalità dedicate ai sistemi di guida autonoma dei quali ci occupiamo approfonditamente qui sotto.

Una gamma ancora più connessa

Fra le suite di servizi online proposti: “Alfa Connected Services”, che si avvale del dispositivo My Assistant per le chiamate di emergenza in cui l’assistente visualizza anche la geolocalizzazione della vettura; il sistema My Remote, per la gestione da remoto – mediante una App specifica – delle funzioni veicolo, oltre a consentire la comunicazione con i servizi di assistenza vocale Alexa e Google Home; My Car, per tenere sotto controllo lo “stato di salute” ed i parametri veicolo; My Navigation, che consente la ricerca delle destinazioni e dei Punti di interesse, e provvede alle informazioni su traffico, meteo e autovelox; My Wi-Fi, che permette la condivisione della connessione Internet fra più device a bordo (fino ad un massimo di 8 dispositivi portatili); My Theft Assistance, che avvisa il proprietario in caso di tentato furto; My Fleet Manager, pensato per la gestione delle flotte. Molti di questi “tool”, informa Alfa Romeo, saranno disponibili già al lancio, mentre l’offerta complessiva sarà arricchita e completata durante il 2020.

I sistemi ADAS di nuova generazione

Alfa Romeo Giulia ed Alfa Romeo Stelvio 2020 portano in dote un nuovo, ed ancor più articolato, programma di sistemi di ausilio attivo alla guida “Advanced Driver Assistance System” (ADAS) di Livello 2, che secondo la classificazione a suo tempo definita dalla SAE-Society of Automotive Engineers consistono nella possibilità di lasciare al modulo di sensori di bordo il controllo di acceleratore, freno e sterzo in determinate condizioni (il conducente deve in ogni caso esercitare un controllo continuo mantenendo sempre le mani sul volante). In base alla variante di gamma, il nuovo assortimento di sistemi ADAS proposti per Alfa Romeo Giulia e Stelvio 2020 comprende:

  • Lane Keeping Assist
  • Active Blind Spot Assist
  • Cruise Control adattivo
  • Traffic Sign Recognition e Intelligent Speed Control
  • Traffic Jam Assist
  • Driver Attention Assist

La configurazione di gamma

Tanto Alfa Romeo Giulia che Stelvio 2020 si articolano su sette allestimenti: “base”, ovvero di accesso alle rispettive lineup; e, a seguire, “Super”, “Business”, “Sprint”, “Executive”, “Ti” e “Veloce”. Chi abbia notato, in questo elenco, la mancanza della versione ad altissime prestazioni “Quadrifoglio”, non ha che da attendere: le rinnovate edizioni 2020 saranno, anticipa Alfa Romeo, disponibili successivamente al “lancio” di gamma. Di seguito, una panoramica sulle rispettive dotazioni per allestimento.

Giulia: le declinazioni 2020

  • “Base”. Presenta cerchi in lega da 16” e rivestimenti abitacolo in tessuto, modulo infotainment Alfa Connect 8.8” Multitouch, strumentazione a schermo TFT da 7”, Autonomous Emergency Brake, Lane Departure Warning e Cruise Control. Motorizzazione: 2.2 turbodiesel 136 CV con cambio automatico e trazione posteriore.
  • Super. Equipaggiamento di serie: aggiunge nuove finiture per i rivestimenti abitacolo in tessuto, cerchi in lega da 17”, gruppi ottici anteriori allo Xeno, sistema infotainment compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto, sensori di parcheggio posteriori. Motorizzazioni: 2.2 turbodiesel 136 CV, 2.0 benzina 200 CV, turbodiesel 160 CV a trazione posteriore
  • Business. Dotazione di serie: aggiunge modulo infotainment con sistema di navigazione, Cruise Control adattivo, sistema di ingresso senza chiave “Keyless”. Motorizzazioni: si aggiunge il turbodiesel 190 CV con trazione integrale AWD
  • Executive. L’equipaggiamento di serie aggiunge cerchi in lega da 18”, rivestimenti interni in tecno-pelle e tessuto, sistemi ADAS (ausilio attivo alla guida) di Livello 1, dispositivo di assistenza alle manovre di parcheggio “Park Parking Assistance” con sensori anteriori e telecamera posteriore.
  • Sprint. Dotazione di serie: aggiunge rifiniture dettagli esterni in Dark Miron, inserti in alluminio, volante sportivo. Motorizzazioni: medesima lineup dell’allestimento Business.
  • Ti. Equipaggiamento: aggiunge inserti in legno e pelle pregiata su plancia e sedili riscaldati e a regolazione elettrica, divanetto posteriore frazionato, cornici cromate e pedaliera sportiva in alluminio, dispositivi ADAS di Livello 2. Motorizzazioni: stessa gamma dell’allestimento Business.
  • Veloce. Dotazioni di serie: aggiunge cerchi in lega “Performance” da 19” con pneumatici “runflat” a sezione differenziata fra avantreno e retrotreno, modulo di sistemi ADAS di ausilio attivo alla guida comprendente Active Blind Spot, Driver Attention Assist, Traffic Sign Recognition e Lane Keep Assist. Motorizzazioni: in aggiunta ci sono le unità benzina 280 CV e turbodiesel da 210 CV a trazione integrale AWD

Stelvio: le configurazioni 2020

  • “Base”. Le dotazioni standard per Alfa Romeo Stelvio 2020 comprendono, fra gli altri, cerchi in lega da 17”, rivestimenti abitacolo in tessuto, nuovo sistema infotainment Alfa Connect MultiTouch con display da 8.8”, il rinnovato quadro strumenti a schermo TFT da 7”, Autonomous Emergency Brake, Lane Departure Warning, Cruise Control e sensori di parcheggio posteriori. Motorizzazione: 2.2 turbodiesel da 160 CV e trazione posteriore.
  • Super. Dotazioni in aggiunta: cerchi in lega da 18”, nuove finiture interne, infotainment a connettività compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto, gruppi ottici anteriori allo Xeno da 35W a tecnologia adattiva.
  • Business. Equipaggiamento di serie: aggiunge Cruise Control adattivo, sistema di apertura porte ed avviamento “Keyless”, una seconda presa Usb a disposizione degli occupanti la fila posteriore di sedili, rivestimenti abitacolo in tecno pelle e tessuto Motorizzazioni: si aggiunge il turbodiesel da 190 CV.
  • Executive. Equipaggiamento: aggiunge cerchi in lega da 19”, rivestimenti abitacolo in tecno pelle e tessuto e sistemi di ausilio attivo alla guida (ADAS) di Livello 1.
  • Ti. Dotazione di serie: aggiunge rivestimento in pelle per sedili e plancia, inserti in legno, pedaliera sportiva in alluminio, sistema di riscaldamento elettrico per volante, sedili (questi ultimi provvisti di multiregolazione elettrica a 8 vie) e ugelli lavavetro esterni, dettagli cromati alle cornici della finestratura laterale, nuova colorazione a contrasto in Dark Miron (o, in alternativa, in Grigio Vesuvio) per “minigonne” laterali, codolini passaruota e paraurti posteriore. Motorizzazioni: in aggiunta ci sono il 2.0 benzina da 280 CV e le unità turbodiesel da 190 CV e 210 CV.
  • Sprint. Equipaggiamento in aggiunta: cerchi in lega da 19”, pinze freno verniciate in nero, dettagli in finitura “Dark Miron” per gli stemmi esterni, la “V” della classica calandra a trilobo anteriore Alfa Romeo, i terminali di scarico e lo “skid plate”, particolari in alluminio, rivestimento sedili in tecno-pelle e tessuto, volante rivestito in pelle. Motorizzazioni: unità a benzina da 200 CV e turbodiesel da 190 CV, a trazione posteriore oppure integrale a schema Q4.
  • Veloce. Dotazioni in aggiunta: cerchi in lega da 20”, verniciatura in tinta carrozzeria per fascia inferiore del paraurti posteriore, “minigonne” laterali e codolini passaruota, dettagli sportivi in alluminio, sedili semi-anatomici rivestiti in pelle, multiregolazione a 6 vie e riscaldabili a comando elettrico.

Il car sharing personale

Con Alfa Romeo Giulia ed Alfa Romeo Stelvio 2020, fa il proprio esordio un nuovo servizio di utilizzo dedicato: si tratta di I-Link by Leasys, creato da Fca Bank in partnership con la società specializzata nello sviluppo di programmi di mobilità sempre up-to-date per liberi professionisti e imprese. Nel dettaglio, il servizio I-Link by Leasys, che evolve il programma U-Go by Leasys presentato nei mesi scorsi in occasione dell’anteprima di Alfa Romeo Giulietta 2020, si basa sull’analisi dei due fenomeni “disownerhip” e “sharing economy”, ovvero la possibilità di utilizzare prodotti e servizi con continuità, senza averne la diretta proprietà, e condividerne l’utilizzo con altri utenti. I-Link, dettaglia Alfa Romeo, si basa sul medesimo principio alla base delle piattaforme social: i clienti Leasys possono condividere la propria auto con amici e parenti, fino ad un massimo di dieci, senza bisogno di scambiarsi le chiavi, grazie al semplice utilizzo della App dedicata, attraverso la quale sarà possibile geolocalizzare la vettura, aprirla, metterla in moto e chiuderla. Il “player”, ovvero l’intestatario del noleggio, crea una propria community, con la quale condividere tempi e modalità di utilizzo, e calcolare l’eventuale rimborso di spese che ogni membro che fa parte della community deve riconoscere al “player”. Il tutto avviene mediante una App e presuppone un canone mensile fisso. In Italia, la nuova formula I-Link by Leasys debutterà a marzo 2020.

Alfa Romeo Giulia 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Art Wall Alfa Romeo per il lancio delle nuove Giulia e Stelvio

Altri contenuti