Bmw M8 Gran Coupé: caratteristiche e prestazioni

Nella gamma M8, la novità a due porte in più, proposta anche in versione Competition e dall’immagine più “GT”. Anteprima al Salone di Los Angeles.

Dopo le declinazioni Coupé e Cabriolet che hanno di fatto inaugurato il nuovo corso Bmw verso il ritorno alla produzione sportivissima di alta gamma, i vertici di Monaco di Baviera annunciano in queste ore la corrispondente declinazione con due porte in più, chiamata dunque a giocare un nuovo ruolo di “ammiraglia high performance” per il Costruttore bavarese. Si tratta di Bmw M8 Gran Coupé, anticipata in queste ore nelle due configurazioni “standard” e Competition, e che verrà svelata in anteprima assoluta al grande pubblico in occasione del prossimo Salone di Los Angeles, in programma dal 22 novembre al 1 dicembre. La doppia novità supersportiva ed altrettanto elegante di Serie 8, anticipata da una nota che presenta nel dettaglio le caratteristiche tecniche ed una serie di immagini utili ad avere una visione di insieme del nuovo modello, debutterà sul mercato ad aprile 2020.

Corpo vettura: due porte in più e tanto spazio

Il layout veicolo di Bmw M8 Gran Coupé ed M8 Gran Coupé Competition aggiunge, oltre alle porte posteriori, 231 mm rispetto alle già “importanti” dimensioni della lineup Coupé due porte. Dati alla mano, gli ingombri “in pianta” misurano, ora 5,098 m in lunghezza e 1,94 m in larghezza. L’altezza è 1,423 m. A sua volta, anche il passo risulta notevolmente aumentato: 200 mm in più (l’interasse è stato portato a 3.027 mm), a tutto vantaggio dell’abitabilità a bordo, in special modo per gli occupanti i sedili posteriori. Complessivamente, il peso è di circa 95 kg superiore in rapporto a quello di M8 Coupé: raggiunge a vuoto, 1.980 kg. L’estetica è, nella metà anteriore, pressoché identica a quella di Bmw M8 Coupé e Cabriolet. L’impostazione generale del corpo vettura, più improntata al “gran turismo” anziché alla sportività pura delle varianti a due porte, risulta evidente nella minore inclinazione dei montanti anteriori e, conseguentemente, del parabrezza: una soluzione che accompagna in modo armonico l’andamento spiovente del tetto (provvisto di una larga scanalatura centrale) verso il “volume” posteriore, che culmina in uno spoiler collocato esattamente sulla sommità della “coda”, ad enfatizzarne il disegno “tronco”. Invariati i gruppi ruota, formati da un set di cerchi “M” da 20” nel classico (bel) disegno a razze sdoppiate, e da pneumatici a sezione differenziata: 275/35 R 20 all’anteriore e 285/35 R 20 al posteriore. Piuttosto ampia, in relazione all’immagine del veicolo, la capacità del vano bagagli: Bmw M8 Gran Coupé ed M8 Gran Coupé Competition dispongono di un volume di carico utile che parte da 440 litri nel normale assetto di marcia. L’abitacolo, ovviamente disegnato sulle specifiche di M8 Coupé, dispone posteriormente di una terza “seduta”, adatta per brevi tragitti. La dotazione di serie comprende i gruppi ottici anteriori Led Laserlight a funzione adattiva, sedili “M” semi-anatomici, Head-up Display, modulo infotainment di ultima generazione provvisto di funzionalità Live Cockpit Professional con dispositivo di assistente personale Intelligent Personal Assistant, volante sportivo “M” multifunzione con pulsanti “M button” di selezione delle modalità di settaggio vettura. Contestualmente al debutto commerciale, Bmw M8 Gran Coupé ed M8 Gran Coupé Competition verranno declinate anche in una variante “First Edition”, a tiratura limitata, e che si caratterizza per una tinta carrozzeria “Aurora Diamond Green” impreziosita da accenti “Gold Bronze”.

Motorizzazioni: c’è il 4.4 V8 M TwinPower Turbo

Sotto il cofano, la nuova lineup porta in dote… una vecchia conoscenza, interamente rivolta ad enfatizzare gli atout di grande dinamicità ed immagine sportiva delle linee esterne. Si tratta, nello specifico, dell’unità motrice da 4,4 litri ad 8 cilindri a V, provvista di iniezione diretta ad alta pressione (350 bar), sovralimentata con il collaudato sistema M TwinPower Turbo a doppio turbocompressore (gli elementi, azionati dai collettori di scarico, vengono collocati all’interno delle bancate), dispositivo Valvetronic di fasatura variabile delle valvole e controllo variabile degli alberi a camme Doppio VANOS. La trasmissione si affida all’altrettanto conosciuto cambio M Steptronic ad otto rapporti con Drivelogic (azionabile attraverso il selettore a cloche, ridisegnato, oppure mediante le levette “M” in corrispondenza del volante) ed alla trazione integrale M xDrive con differenziale Active M. L’impianto di scarico M Sport, dedicato, viene a sua volta equipaggiato con elettrovalvole per il controllo del “sound” in funzione della modalità di guida selezionata, oppure a comando manuale (un pulsante “M Sound Control” collocato nella consolle centrale), e presenta due coppie di terminali di diametro generoso (100 mm), posizionati nel classico layout su entrambi i lati del diffusore inferiore.

Valori prestazionali in sintonia con la gamma M8

Così equipaggiata, la nuova Bmw M8 Gran Coupé eroga una potenza massima di 600 CV a 6.000 giri/min ed una forza motrice di 750 Nm di coppia massima, disponibili su un ampio range di lavoro (fra 1.800 e 5.600 giri/min). come di consueto avviene nella produzione meccatronica Bmw, il “picco” di cavalleria più elevato non corrisponde al massimo regime di lavoro del motore: il 4.4 V8 biturbo di Bmw M8 Gran Coupé è, infatti, in grado di progredire fino a 7.200 giri/min. La “sorella” ultra-high performance Bmw M8 Gran Coupé Competition è ancora più “poderosa”: i valori di coppia massima rimangono invariati, seppure disponibili fino a 5.800 giri/min, mentre la potenza massima sale a 625 CV a 6.000 giri/min. Su strada, Bmw M8 Gran Coupé ed M8 Gran Coupé Competition raggiungono una velocità massima (autolimitata elettronicamente) di 250 km/h, che può aumentare a 305 km/h nel caso in cui l’appassionato più “incontentabile” decida di ricorrere al “kit” M Driver’s Package. Altrettanto rapidissimi sono i tempi di accelerazione: appena 3”3, richiesti da Bmw M8 Gran Coupé, per raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo, ed 11”2 per arrivare a 200 km/h; Bmw M8 Gran Coupé Competition, dal canto suo, spunta prestazioni ancora più elevate: lo scatto da 0 a 100 km/h si compie in 3”2, mentre per schizzare a 200 km/h (sempre con partenza da fermo) sono necessari 11” netti. Performance che, come è possibile notare, non vengono intaccate dalle dimensioni non certo “minimal” del corpo vettura, né dal peso “a vuoto” (sfiora i 2.000 kg), e la dicono lunga sulle potenzialità della nuova coupé quattro porte di Bmw Serie 8, che anche in questo caso si dimostra pienamente all’altezza dell’immagine sportivissima (è, del resto, derivata in linea retta dall’expertise maturato dalla Divisione racing di Monaco di Baviera nelle competizioni che da due stagioni schierano in pisa la nuova M8) già messa in evidenza da Bmw M8 Coupé e Cabriolet.

Dinamica telaio e dotazioni

Con questo “biglietto da visita” meccatronico, è chiaro che l’impostazione tecnica di Bmw M8 Gran Coupé debba trovare risposta negli studi dinamici in materia di trasmissione, selezione modalità di guida, assetto ed equipaggiamenti di ausilio attivo al conducente. Nello specifico, Bmw M8 Gran Coupé dispone, per il sistema di trazione integrale M xDrive, della funzione “M Setup”, attraverso la quale il conducente ha la possibilità di intervenire sulla ripartizione della coppia motrice fra i due assali.

Le caratteristiche di risposta del gruppo propulsore possono essere regolate mediante tre impostazioni – “Efficient”, “Sport”, “Sport Plus” -, mentre il settaggio del telaio, anch’esso comprendente tre profili (“Comfort”, “Sport”, “Sport Plus”) consente di accedere a tre modalità di regolazione degli ammortizzatori a controllo elettronico. Due i programmi di impostazione (“Comfort” e “Sport”) per lo sterzo elettromeccanico “M” e per l’impianto frenante, progettato ad hoc. Qualora il conducente decida di disattivare il DSC, è possibile procedere alla regolazione del sistema di trazione integrale, che a sua volta comprende tre possibilità: 4WD, 4WD Sport e 2WD, ovvero unicamente a trazione posteriore secondo la più pura tradizione sportiva Bmw. Di serie, Bmw M8 Gran Coupé ed M8 Gran Coupé Competition vengono equipaggiate con il modulo Driving Assistant, con il dispositivo Parking Assistant (che include una videocamera posteriore) e con un ampio ventaglio di sistemi ADAS di ausilio attivo alla guida. Fra i componenti che saranno disponibili a richiesta, Bmw indica il Cruise Control adattivo con funzione Stop&Go, il Night Vision Assist, il “pacchetto” Driving Assistant Professional (che aggiunge funzionalità quali il controllo attivo di sterzo e di mantenimento corsia, il Lane Keeping Assistant con dispositivo di protezione laterale anti-collisione che solleva la fiancata del veicolo potenzialmente più esposta ad un imminente urto in modo da offrire all’ostacolo la parte più protetta del corpo vettura; l’Evasion Assistant ed il Crossroads Warning, il Wrong-way Warning ed il Front Cross Traffic Alert).

Bmw M8 Gran Coupe Competition: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Bmw festeggia 90 anni di storia

Altri contenuti