Audi RS4 Avant 2020: caratteristiche e dotazioni

Riflettori puntati sulla nuova edizione-restyling della station wagon high performance, che si rinnova nell’estetica, nelle dotazioni e nell’unità motrice.

Un nuovo tassello finalizzato al progressivo rinnovamento della gamma RS – annunciato nelle scorse settimane su una lineup di sei “new entry” attese entro fine 2019, e già illustrato da RS Q3 ed RS Q3 Sportback, RS7 Sportback e, più avanti, RS Q8 – si prepara al debutto. È l’edizione-restyling di Audi RS4 Avant, resa nota in queste ore nei dettagli delle relative caratteristiche tecniche, ed illustrata in una carrellata di immagini che ne mettono in evidenza gli upgrade affrontati al corpo vettura e nell’abitacolo, e attesa nelle concessionarie italiane Audi all’inizio del 2020. Nelle prossime settimane verranno comunicati i prezzi di vendita.

Corpo vettura: tutte le novità

A livello estetico, Audi RS4 Avant 2020 – che, lo ricordiamo, celebra i 20 anni dal debutto della prima generazione, che arrivò sul mercato nel 1999 – presenta un nuovo disegno della parte frontale, caratterizzato da una più ampia calandra single frame dalla classica griglia a nido d’ape, che secondo i più recenti dettami stilistici RS assume un effetto tridimensionale in una finitura in nero lucido; nuovi paraurti RS provvisti di prese d’aria di maggiori dimensioni; gruppi ottici a Led di nuova forma e passaruota allargati. I gruppi ruota si compongono, di serie, di cerchi da 19” con pneumatici da 265/35 – 19: il “pacchetto” di accessori ottenibili a richiesta contempla, fra gli altri, nuovi cerchi da 20” nel disegno a cinque razze e predisposti al montaggio di pneumatici da 275/30 – 20. L’impianto frenante RS presenta dischi in acciaio forati e autoventilanti (375 mm di diametro all’avantreno, 330 mm al retrotreno) con pinze verniciate in nero o, a richiesta, in rosso. L’opzione dei freni carboceramici, indica Audi, si avvale di dischi da 400 mm di diametro all’anteriore e finitura specifica delle pinze freno. Come sempre buona, in relazione alla versatilità di impiego (l’immagine “station wagon ad alte prestazioni” è da lungo tempo uno dei marchi di fabbrica Audi) la capacità del vano bagagli: il volume utile di carico parte da 495 litri nel normale assetto di marcia, ed arriva fino a 1.495 litri a sedili posteriori totalmente abbattuti. Da segnalare, fra le otto varietà di tinta carrozzeria disponibili (comprese le novità Blu Turbo e Rosso Tango: a quest’ultima si riferiscono le immagini diramate in anteprima da Audi) il ritorno della nuance Blu Nogaro ad effetto perla, che era stata adottata venticinque anni fa dalla  capostipite RS2 Avant, primo modello della gamma RS che quest’anno ha raggiunto il traguardo del quarto di secolo.

Abitacolo: la consueta impronta racing

L’ambiente interno di Audi RS4 Avant 2020 è, chiaramente, improntato alla sportività, a cominciare dalla scelta del nero quale tinta dominante. Sedili anatomici multiregolazione a comando elettrico, volante sportivo RS rivestito in pelle ed integrante i comandi multifunzione e le levette RS del cambio, in alluminio, così come i pulsanti RS Mode, battitacco anteriori retroilluminati che riportano il monogramma “RS” (presente anche sul volante e sui sedili) rappresentano il layout abitacolo di Audi RS4 Avant 2020, che dispone altresì della strumentazione digitale Audi Virtual Cockpit con indicatori dedicati (visualizzazione dell’erogazione istantanea di potenza e coppia motrice, pressione di sovralimentazione e tempi sul giro), ed un indicatore che suggerisce al conducente il momento di passaggio al rapporto superiore in prossimità dell’intervento del limitatore; e del display TFT da 10.1” HD per il sistema di navigazione MMI con comandi vocali e portfolio di servizi online Audi Connect ed Audi Connect Plus.

Motore: 450 CV dal 2.9 V6 biturbo

Sotto al cofano, Audi RS4 Avant 2020 viene equipaggiata con l’unità motrice 2.9 TFSI, sovralimentata con doppio turbocompressore (1,5 bar di pressione di sovralimentazione: i due turbocompressori vengono collocati all’interno delle bancate, con lato di scarico all’interno delle testate e lato aspirazione all’esterno di esse, in modo da assicurare un minore percorso ai gas combusti e minime perdite di flusso) e dall’architettura a 6 cilindri a V – motore che rievoca lo “storico” 2.7 V6 adottato esattamente vent’anni fa dalla prima generazione di RS4 Avant, che allora erogava 380 CV -, abbinato al consueto cambio Tiptronic ad otto rapporti a taratura sportiva (tempi di innesto ottimizzati) ed alla altrettanto classica trazione integrale permanente Quattro con differenziale centrale di tipo meccanico e trasferimento della coppia motrice (40:60 nelle condizioni di marcia “standard”) fino al 70% all’avantreno e fino all’85% al retrotreno, e provvista di controllo selettivo della coppia sulle singole ruote mediante il dispositivo di gestione elettronica che affianca in maniera predittiva (vale a dire che frena in misura minima le ruote interne alla traiettoria, prima ancora che da queste si verifichi una perdita di aderenza) la trazione Quattro. La potenza sviluppata dal 2.9 TFSI V6 biturbo di Audi RS4 Avant 2020 è di 450 CV, la coppia massima è nell’ordine di 600 Nm disponibili fra 1.900 e 5000 giri/min. Pienamente “in linea” con i valori espressi dai modelli più sportivi in attuale produzione (dunque elevatissimi) i valori prestazionali: lo scatto da 0 a 100 km/h richiede 4”1, la velocità massima è di 250 km/h autolimitati, che possono aumentare a 280 km/h se si sceglie l’adozione di un “pacchetto” Dynamic o Dynamic Plus. Questi i dati relativi ai consumi ed alle emissioni, espressi a ciclo NEDC correlato: 9,2 litri di benzina per 100 km, e 208 g/km di CO2.

Assetto, dinamica e dotazioni

Di serie, Audi RS4 Avant dispone, “ovviamente”, dell’assetto sportivo RS, che si caratterizza per un abbassamento di 7 mm del corpo vettura rispetto ad Audi S4 TDI, la quale a sua volta misura 23 mm in meno da Audi A4 Avant “standard”. In totale, dunque, le sospensioni RS (dallo schema a cinque bracci per avantreno e retrotreno) provvedono ad abbassare la vettura di 30 mm. In alternativa, Audi RS4 Avant 2020 potrà essere equipaggiata con l’assetto sportivo RS Plus provvisto di sistema DRC-Dynamic Ride Control a molle in acciaio ed ammortizzatori regolabili a tre vie. Lo sterzo è, di serie, ad azionamento elettromeccanico; sempre a richiesta, potrà essere ottenuto il comando dinamico, a demoltiplicazione e servoassistenza variabili e taratura RS specifica. Le configurazioni delle modalità di marcia Audi Drive Select sono cinque, ciascuna delle quali funzionale ad uno specifico comportamento della vettura: Comfort, Audo, Dynamic ed i due programmi “RS1” ed “RS2” specifici della lineup “RennSport” dei Quattro Anelli: la loro attivazione avviene direttamente dal pulsante “RS Mode” collocato sul volante multifunzione.

Audi RS4 Avant 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi R8 Green Hell

Altri contenuti