Nissan Juke 2020: tutta nuova, ma sempre originale

La nuova generazione del B-SUV di Nissan è più elegante, più spaziosa, e raffinata, ed offre tanta tecnologia a bordo.

Settembre rappresenta l’alba di un nuovo inizio e non c’è mese migliore per assistere alla nascita di una nuova auto, soprattutto quando quest’ultima è la responsabile del segmento di mercato più in auge in questo momento, quello dei B-SUV. Responsabile nel senso di capostipite, perché è proprio la vettura Nissan a ruote alte che quasi 10 anni fa ha inaugurato una nuova categoria grazie alle sue forme fortemente caratterizzate. Ora, dopo quasi 1 milione di esemplari venduti in Europa, di cui 85.000 in Italia, la Juke si rinnova completamente. Le prime consegne in Europa sono previste per la fine del mese di novembre e il prezzo di partenza sarà di 19.620 euro.

Un design che conquista

Nonostante le dimensioni più importanti, con una lunghezza di 4.210 mm, l’altezza di 1.595 mm e la larghezza di 1.800 mm, la nuova proposta a ruote alte di Nissan presenta un design dinamico ed elegante, che si contraddistingue per la griglia V-Motion all’anteriore, i nuovi fari a LED e le luci circolari nel frontale arricchite da elementi a forma di ypsilon. La fiancata è meno aggressiva rispetto al modello precedente, con passaruota meno marcati, e un design dei montanti posteriori in stile coupé, ma mette in luce anche nuovi cerchi da 19 pollici (versione N-Design), mentre dietro arrivano nuovi gruppi ottici ed uno spoiler che ne sottolinea lo spirito dinamico. L’insieme rappresenta un’evoluzione importante dello stile della Juke, che raggiunge maturità ed eleganza significative, ma non rinuncia a quello spirito sportivo tanto apprezzato dalla clientela. Completano il quadro 2 nuove colorazioni come il Burgundy e il Fuji Sunset Red (quest’ultimo in esclusiva per Nissan Juke) per un totale di 11 livree. Inoltre, arrivano le vernici 2-TONE grazie ai tre colori disponibili per il tetto a contrasto.

Interno: più spazio e finiture di stampo premium

Con un passo incrementato di 10 cm aumenta in maniera significativa lo spazio a bordo visto che ci sono 5,8 cm in più per le ginocchia dei passeggeri posteriori, che possono usufruire anche di 1,1 cm ulteriori sopra la testa. Inoltre, la capienza del bagagliaio raggiunge i 422 litri, migliorando del 20% quella del modello precedente. Più grande quindi, e persino più leggera, precisamente di 23 kg, ma oltretutto più lussuosa e tecnologica con materiali soft-touch per la plancia, finiture in alcantara o pelle (in opzione) ed un nuovo schermo da 8 pollici in stile tablet che spicca nella zona alta del cruscotto. Non mancano le luci ambientali nei pannelli porta e le rifiniture per il tunnel centrale che rimane simile ad un serbatoio di una moto ma in maniera meno accentuata. Ad impreziosire il tutto, arriva il nuovo sistema di infotainment NissanConnect compatibile con Apple CarPlay e Android Auto, che consente di accedere al TomTom Maps & Live Traffic o di attivare il WiFi integrato per fungere da hotspot per 7 device. Inoltre, l’applicazione NissanConnect Services permette di chiudere le portiere, di accendere le luci e di attivare il clacson direttamente dallo smartphone. Fornisce la geolocalizzazione della vettura e permette di controllare i dati di viaggio ed altri parametri della vettura. Ma non è tutto, perché grazie alla compatibilità con Google Assistant si può avere il controllo di alcune funzioni, tra cui l’accensione dei fari della vettura e la possibilità di inviare la destinazione al navigatore di bordo tramite i comandi vocali del proprio smartphone. A corollario di tutta questa tecnologia troviamo il sistema audio Bose Personal Plus dotato 8 altoparlanti ad alte prestazioni, di cui due incorporati in entrambi i poggiatesta anteriori, per un’esperienza di suono a 360°. Semplice e chiara la strumentazione, che vanta un display da 7 pollici tra i due quadranti analogici. In questo quadro innovativo e fortemente caratterizzato si avverte l’assenza di un caricatore wireless per lo smartphone anche se le prese USB non mancano.

Una sola motorizzazione e tanta sicurezza attiva

Per il momento, la nuova Nissan Juke sarà spinta unicamente dal motore 1.0 benzina a tre cilindri DIG-T turbocompresso capace di esprimere una potenza di 117 CV, e abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti o ad una trasmissione automatica doppia frizione (DCT) a 7 rapporti con comandi al volante. Tre le modalità di guida che il guidatore potrà selezionare: Eco, Standard e Sport, che, insieme ad una piattaforma più rigida, promettono maggiore stabilità e più coinvolgimento nel misto. Ma la Nissan punta molto anche sulla sicurezza attiva, e così ecco che per la prima volta diventa disponibile su Juke la tecnologia ProPILOT, che assiste il guidatore in fase di accelerazione, sterzata e frenata e, in autostrada, accelera e rallenta la vettura per mantenerne la giusta velocità e la giusta distanza dal veicolo che precede tenendola al centro della corsia di marcia. Non manca un’offerta che annovera un pacchetto completo di tecnologie di sicurezza, tra cui il Sistema di frenata d’emergenza Intelligente con riconoscimento di pedoni e ciclisti, il Rilevamento della segnaletica stradale, il Sistema Intelligente di Mantenimento della Corsia, il Sistema Intelligente di rilevamento posteriore degli ostacoli in movimento ed il Sistema Intelligente di avviso ed intervento in caso di presenza di veicoli nell’angolo cieco: una primizia nel segmento dei crossover compatti.

Insomma, la nuova Juke punta a rimanere un punto di riferimento nella categoria nonostante una concorrenza sempre più agguerrita e possiede tutti gli argomenti per far breccia nel cuore degli automobilisti, anche di quelli più esigenti. Certo, per adesso non si è parlato di una variante ibrida, ma considerando le richieste del mercato è lecito aspettarsela in un prossimo futuro, anche perché la piattaforma condivisa con la nuova Renault Clio, che ospita tale tecnologia, renderebbe l’operazione decisamente attuabile.

Nuova Nissan Juke 2019 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti