Automotoretrò e Automotoracing a Torino

Automotoretrò e Automotoracing sono le rassegne dedicate al collezionismo dei motori e alle competizioni. A Torino dal 10 al 12 febbraio

Automotoretrò e Automotoracing a Torino

Altre foto »

Fine settimana a tutto motore per il Lingotto Fiere di Torino che ospiterà, da venerdì 10 a domenica 12 febbraio, le rassegne internazionali Automotoretrò e Automotoracing. La prima, che quest'anno festeggia la 30a edizione, è dedicata al motorismo storico e a tutto quanto ruota intorno al mondo del collezionismo a due e quattro ruote. Oltre alla possibilità di ammirare splendide auto e moto - esposte dall'ASI (Automotoclub Storico Italiano), da decine di club, da commercianti e da privati - i visitatori avranno l'occasione di ripercorrere alcune importanti tappe della storia motoristica. Come sempre, infatti, Automotoretrò non dimentica l'aspetto culturale, rappresentato in questa edizione dai 110 anni della Harley-Davidson, i 25 anni della Lancia Delta 4WD e delle successive evoluzioni, i 50 anni del celebre film "Il sorpasso" di Dino Risi. Per quest'ultimo è stata recuperata l'originale Lancia Aurelia B24 spider protagonista della pellicola insieme a Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant e Catherine Spaak.

Ci sarà poi la numerosa presenza di Fiat X1/9, modello che compie 40 anni nel 2012 e per il quale è in programma un grande raduno internazionale che si svolgerà a Torino all'inizio di luglio.

Nei 30 anni della sua storia, Automotoretrò ha testimoniato un periodo importante dell'evoluzione tecnologica e stilistica, non solo automobilistica. Anche le motociclette hanno subìto un radicale mutamento nel design, evoluzione che verrà illustrata attraverso una rassegna di oltre 30 moto testimoni di questa tendenza.

Il successo di Automotoretrò è contrassegnato dal notevole incremento di visitatori ed espositori. Nelle ultime sei edizioni si è passati da 20.000 visitatori a 34.000, mentre gli espositori sono aumentati da 300 (edizione 2006) a 600 del 2011.

Queste cifre testimoniano l'interesse del pubblico per il collezionismo, ma sono anche prova che la rassegna non ha mai deluso le aspettative. In questo contesto si è inserita Automotoracing, che in due edizioni ha saputo diventare punto di riferimento per il mondo degli sport motoristici.

Qui si potranno ammirare vetture come la Ariel Atom, una "piccola" da 300 CV e 500 kg, le Osella sempre vittoriose, le Gloria monoposto, il Cinquone della Romeo Ferraris da 360 CV e le Renault protagoniste dei vari campionati. Sabato 11 febbraio è poi in programma la premiazione del Trofeo Automotoracing, con 300 piloti e grandi campioni europei e italiani insigniti del Caskao, il casco di cioccolata, espressione dell'arte dolciaria e della passione torinese per i motori.

E' stata stipulata una convenzione, grazie alla quale chi acquisterà un biglietto di Automotoretrò, Museo dell'Automobile o Museo del Cinema, automaticamente potrà fruire dell'ingresso ridotto da parte degli altri due Enti. Le visitatrici donne, invece, domenica 12 febbraio avranno diritto all'ingresso a prezzo ridotto (5 euro invece di 10) in omaggio a San Valentino. Per i bambini ingresso gratuito sino a 10 anni e ridotto da 10 a 12 anni.

Automotoretrò-Automotoracing aprono i battenti venerdì 10 dalle 15 alle 20, sabato e domenica dalle 9 alle 19.

Se vuoi aggiornamenti su AUTOMOTORETRÒ E AUTOMOTORACING A TORINO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Luca Gastaldi | 06 febbraio 2012

Vedi anche

Il Motor Show 2016 racconta 90 anni di Mille Miglia

Il Motor Show 2016 racconta 90 anni di Mille Miglia

A Bologna Fiere in esposizione sei vetture che presero parte alla "Freccia Rossa": anteprima della mostra che si inaugurerà il 26 marzo a Brescia.

Gruppo PSA: uno sguardo al passato per tracciare il futuro

Gruppo PSA: uno sguardo al passato per tracciare il futuro

Percorriamo la storia del Gruppo francese attraverso i suoi modelli storici e l’attenzione per l’Heritage.

Smart: 300 miglia per arrivare al Motor Show

Smart: 300 miglia per arrivare al Motor Show

Attraverso le strade della Mille Miglia al volante della Fortwo Turbo Twinamic