Volkswagen Golf diesel: i suoi primi 35 anni

Nel 1976 debuttava sotto il cofano della Golf un 1.5 a gasolio da 50 CV, ovviamente aspirato, che le faceva raggiungere i 140 km/h.

Golf Cabrio story

Altre foto »

Nel 1976, a due anni dal debutto di quella che diventata la Volkswagen più venduta, i tecnici di Wolfsburg presentarono al mondo la prima versione diesel della Golf. Si celebrano, dunque, i primi 35 anni dal debutto sul mercato della Golf a gasolio, il modello che ha contribuito più di tutti a riconsiderare l'utilizzo del diesel sulle automobili. Il caratteristico ticchettio, che fino allora veniva definito "Il rumore del poveraccio", cambiò veste, diventò universale, e rese il Diesel un fenomeno di massa.

Gran parte del merito va ascritto alla prima Golf Diesel: osserviamo le caratteristiche tecniche della "nonna" dell'attuale sesta serie. Trentacinque anni fa, la Golf venne equipaggiata con un quattro cilindri da 1,5 litri. La potenza non era certo esaltante, appena 80 Nm a 3000 giri/min e 50 CV, pochi se visti con gli occhi dell'automobilista attuale, che con gli anni si è abituato all'iniezione common rail, diretta, multipoint e a un progressivo downsizing del motore.

Tuttavia, il consumo era notevolmente basso, soprattutto se consideriamo il prezzo del gasolio del 1976 - in tempi nei quali, in Italia, il "superbollo" che avrebbe portato le spese di un'auto a gasolio quasi come un corrispondente modello a benzina, non era ancora stato introdotto - che 35 anni fa era la metà di quello della benzina: appena 6,5 litri a ciclo medio. Il tutto, per una velocità massima di 141 km/h.

Valori che oggi aiutano a comprendere quanto sia evoluta la tecnologia dei motori Diesel. Un esempio? Prendiamo la Golf 1.6 BlueMotion. La cilindrata, rispetto alla prima Golf Diesel, è molto simile; ma sotto al cofano, il quattro cilindri turbocompresso eroga 105 CV a 4400 giri/min e 250 Nm di coppia, a un regime compreso fra 1500 e 2500 giri/min. Il consumo di carburante arriva a meno di 4 litri per 100 km; la velocità massima supera i 180 km/h.

Ovviamente non c'è storia fra la Golf Diesel del 1976 e la sesta serie. Certo, c'è chi - come abbiamo riportato alcuni mesi fa - ha radicalmente modificato la propria Golf "prima serie" Diesel in GTI. Ma la comparazione fra entrambi i modelli non deve essere vista come un confronto tecnico, quanto una rapida e pratica spiegazione sull'evoluzione tecnica del Diesel nella Volkswagen Golf.

Ancora: molto del merito va accreditato alla piccola (meno di 3 metri e 70 di lunghezza, contro gli attuali 4,20) Golf Diesel, il cui disegno deriva dal modello concepito da Giorgetto Giugiaro. E pensare che, all'inizio degli anni 70, con il cambio al vertice Volkswagen, l'allora nuovo presidente VW non si era dimostrato convinto delle linee di quella che, ai giorni nostri, è la Volkswagen più venduta di sempre...

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN GOLF inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 30 aprile 2011

Altro su Volkswagen Golf

Salone di Los Angeles: nuova Volkswagen e-Golf
Anteprime

Salone di Los Angeles: nuova Volkswagen e-Golf

Anche la versione elettrica di Golf si rinnova: 300 km di autonomia,tempi di ricarica ridotti e una nuova dotazione di bordo. Sarà in Europa nel 2017.

Volkswagen Golf 2017: le immagini del restyling
Anteprime

Volkswagen Golf 2017: le immagini del restyling

La Volskwagen Golf si concede un sapiente restyling che affina l’estetica della vettura e la riempie di sofisticate tecnologie multimediali.

Volkswagen Golf 2017: aspettando il restyling
Anteprime

Volkswagen Golf 2017: aspettando il restyling

Secondo i rumors ci saranno meno versioni e nuovi motorizzazioni.