Germania: se la benzina sale a 10 euro al litro…

Incredibile aumento di prezzo per carenza di carburante durante il ponte pasquale. Ma per il Club Auto Europa si tratta di “mercato nero”.

Germania: se la benzina sale a 10 euro al litro...

di Eleonora D'Uffizi

27 aprile 2011

Incredibile aumento di prezzo per carenza di carburante durante il ponte pasquale. Ma per il Club Auto Europa si tratta di “mercato nero”.

È successo nella città di Filderstadt, vicino a Stoccarda, in Germania: lo scorso lunedì di Pasqua una distributore di benzina ha venduto la benzina all’incredibile prezzo di 9,99 euro al litro. Il sito tedesco di news The Local ha riferito che l’aumento del prezzo nel distributore della Esso è stato deciso in seguito alla carenza di carburante a livello nazionale.

Nella zona di Stoccarda una stazione su cinque non è stata rifornita di benzina nel pomeriggio di lunedì, a causa del traffico nelle festività pasquali, del divieto di transito delle cisterne di carburante e dei problemi logistici causati alle aziende con l’introduzione del combustibile etanolo E10.

Nonostante i cartelli di avvertimento sulle pompe, diversi clienti le hanno usate per rifornire le proprie auto trovando una sorpresa molto spiacevole al momento di passare alla cassa. A uno di loro sono stati chiesti 209,98 euro per i 21 litri di benzina messi nella sua Bmw, mentre un altro guidatore doveva poco meno di 200 euro per 20 litri di carburante.

Gli avventori, infuriati, si sono rifiutati di pagare il conto e hanno avvertito la polizia. I tutori dell’ordine hanno però consigliato di saldare il debito per non andare incontro a una denuncia da parte della stazione di servizio e di risolvere la situazione in seguito con un compromesso con la compagnia. Il proprietario della pompa non ha rilasciato nessuna dichiarazione in merito alla faccenda.

Rainer Hillgärtner, portavoce del Club Auto Europa, ha dichiarato che questo caso somiglia spaventosamente al meccanismo del mercato nero. «L’ispettorato competente ha già iniziato le indagini», prosegue Hillgärtner, «sia sugli aumenti dei prezzi nel Paese che sui costi esorbitanti presso la pompa di Filderstadt».

No votes yet.
Please wait...