Walter De Silva, conferita la laurea ad honorem in Design

L’Università di Bologna conferisce al Direttore del Design del Gruppo Volkswagen, la laurea ad honorem come riconoscimento per i suoi successi.

Volkswagen Golf 7: nuove immagini ufficiali

Altre foto »

Walter Maria de Silva, Direttore del Design del Gruppo Volkswagen, ha ricevuto la laurea ad honorem da parte dell'Università Alma Mater Studiorum di Bologna, come riconoscimento per gli eccezionali successi ottenuti nel suo campo. Al celebre designer del Gruppo Volkswagen viene attribuito l'importante merito di aver rivoluzionato lo stile e la logica di tutti i marchi che sono stati oggetto del suo lavoro.

Ivano Dionigi, Rettore dell'Università di Bologna, parlando del designer italiano ha commentato così il suo operato: "Il design industriale di Walter de Silva si colloca tra arte e tecnica e ben interpreta e armonizza la cultura della mente con l'abilità manuale dell'artigiano. De Silva coniuga magistralmente l'ars, il mestiere, con l'ingenium, l'ispirazione".

La laurea ad honorem è l'ultimo di tanti riconoscimenti e premi ricevuti da de Silva nella sua lunga carriera, grazie all'importante ruolo ricoperto nel suo settore che lo ha portato ad essere uno dei più significativi rappresentanti del design italiano:  "Il suo successo in Italia, in Spagna, in Germania e in tutto il mondo testimonia la portata globale del suo lavoro".

Walter de Silva è Direttore del Design del Gruppo Volkswagen dal 2007 con la responsabilità di tutti i marchi del Gruppo ed una delle massime espressioni del suo lavoro è la recente Volkswagen Golf 7. Prima di questa carica, il design italiano ha trascorso cinque anni a capo del design del Gruppo Audi che comprende i marchi Audi, Lamborghini e Seat. In questo periodo, de Silva ha sviluppato numerosi modelli di successo come ad esempio l'Audi A5 coupé, definita dallo stesso designer come "la più bella automobile che io abbia mai disegnato". Proprio grazie alla creazione della A5 coupé, nel 2010 de Silva ha ricevuto il "Premio per il design della Repubblica Federale di Germania", ovvero il più alto riconoscimento del settore assegnato in Germania. Non si possono dimenticare i primi successi di De Silva, ottenuti proprio in Italia con la creazione dell'Alfa Romeo 156, vettura particolarmente apprezzata in Italia e all'estero, mentre negli anni successivi riuscì a regalare un immagine più personale e di successo all'intera gamma della Seat.

Con il passare del tempo, de Silva ha consolidato l'idea che il fulcro del suo lavoro come Capo del design del Gruppo Volkswagen sia sviluppare "una cultura di design trasversale tra i marchi che mantenga un alto livello di design e permetta, nel contempo, di conservare un'autonomia individuale". Solo in questo modo risulta possibile salvaguardare l'identità di ogni singolo modello e nello stesso tempo mantenere una forte immagine di famiglia.

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 09 giugno 2014

Altro su Volkswagen

Volkswagen: altri 4,3 miliardi di dollari per il dieselgate
Attualità

Volkswagen: altri 4,3 miliardi di dollari per il dieselgate

Dopo i 15 miliardi di giugno altri 4,3 miliardi per uscire dallo scandalo

Volkswagen Tiguan Allspace: debutta al Salone di Detroit
Anteprime

Volkswagen Tiguan Allspace: debutta al Salone di Detroit

Al NAIAS l'inedita versione a passo lungo e tre file di sedili che prepara il debutto negli Usa della Tiguan recentemente rinnovata in Europa.

Volkswagen ID Buzz Concept al Salone di Detroit 2017
Concept

Volkswagen ID Buzz Concept al Salone di Detroit 2017

L’erede spirituale del mitico Bulli vanta una sofisticata meccanica elettrica e risulta dotato dell’ormai immancabile guida autonoma.