Nuova Subaru Levorg, anima nuova per nuove conquiste

La Levorg cambia aspetto e caratteristiche e si candida con maggior appeal al pubblico italiano. Ecco il nostro “primo incontro” con la nuova Station Wagon giapponese.

Dopo quattro anni il restyling che abbiamo potuto provare sulle strade lombarde ci è apparso significativo ed estremamente funzionale, perché ha realmente contribuito ad un sostanzioso cambiamento d’anima della Levorg. Quindi, non solo rifacimento estetico; in Subaru sono andati ben oltre il classico ricorso alla “plastica corporea”, dimostrando di saper leggere le esigenze del mercato. Così la Levorg, che al momento della sua nascita si posizionava come una station wagon versatile, spaziosa ma con un caratterino frizzante, maturando è divenuta ancora più confortevole, grazie anche a contenuti tecnologici aggiuntivi, ad un nuovo motore e ad un design che la pone in linea con i gusti europei, ancor di più italiani.

Carrozzeria meno aggressiva per piacere di più

Le dimensioni della nuova Levorg recitano una lunghezza di 4,69 metri, un passo di 2,65 metri, una larghezza di 1,78 metri e un’altezza di 1,49 metri. La vediamo posteggiata di fronte a noi ed è facile riconoscere il marchio di fabbrica dai gruppi ottici a “occhio di falco”, dalla calandra esagonale che spinge lo sguardo fino sopra al cofano (ora tutto liscio e senza più la corposa presa d’aria dove respirava, prima, l’intercooler), mentre la fiancata schiaccia a terra i volumi della Levorg, che è sì una station wagon, ma risulta così filante da convincere anche il padre di famiglia a spingere un po’ di più sull’acceleratore quando può fare a meno del comfort e dell’andatura turistica. Il piglio sportivo è inoltre rimarcato da alcuni dettagli, tra questi ci sono delle rifiniture in carbon look che incorniciano i fari fendinebbia, mentre gli elementi laterali del paraurti anteriore, in stile aeronautico, sono ottimizzati per migliorare il Cx della vettura (anche in questo caso a guadagnarci è l’aspetto estetico della Levorg). Rimanendo sul profilo laterale, la dinamicità delle linee è garantita dai cerchi in alluminio da 18”, mentre al posteriore è ben visibile il doppio scarico; ciò che fa capire l’accurato lavoro svolto sono degli che dimostrano tanta attenzione: un esempio su tutti è il parabrezza che oggi presenta un’inclinazione diversa dal passato per favorire un miglior funzionamento della telecamera del sistema EyeSight. Internamente la prima sensazione avvertita, avendo guidato anche la precedente Levorg, è quella di un grande lavoro fatto dagli uomini Subaru per quanto riguarda l’insonorizzazione, grazie all’utilizzo di materiali fonoassorbenti, che migliorano il comfort di bordo. Una volta seduti al posto di guida, si trova facilmente la posizione adeguata; davanti al guidatore e dentro il cruscotto si trova uno schermo a LED da 3,5”, mentre nella plancia è stato allocato il display MFD da 5,9″ al disotto del quale è posizionato il sistema audio con display da 7″ touch che ospita il sistema di infotainment Gen 3.1 sviluppato per migliorare la connettività degli smartphone con i servizi Apple CarPlay e Android Auto. Per concludere, il bagagliaio della Levorg ha una capacità di 522 litri e può arrivare a 1.446 litri con i sedili abbattuti (40/20/40).

Il nuovo motore della Levorg e i prezzi

Se una volta il cuore pulsante della Levorg era il 1.6 turbo, che pretendeva la famosa apertura sul cofano della station wagon di Subaru, oggi si è passati ad un più modesto 2.0 litri boxer aspirato da 150 CV (20 in meno rispetto al propulsore turbo) e 198 Nm di coppia. La trazione integrale e il cambio CVT Lineartronic lavorano di pari passo con il nuovo motore e garantiscono una velocità massima di 195 km/h ed uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in 11,7 secondi. Già da questi dati si può intuire l’indole non troppo aggressiva della nuova unità, per giunta assecondata da un cambio che svolge molto bene il suo lavoro, ma anch’esso non un “fulmine di guerra” quando gli si chiede un po’ di grinta durante l’andatura sportiva. Per tutto il resto la Levorg merita in pagella voti alti (ci siamo ripromessi però di osservare i suoi consumi in una prova più lunga, perché nel breve test drive effettuato ci sono apparsi un po’alti): il comfort, grazie a nuove sospensioni e, come detto qualche riga sopra, con un’insonorizzazione ben fatta dell’abitacolo, è comunque elevato, il comportamento è neutro, con una frenata pronta, uno sterzo preciso e la trazione integrale che garantisce sempre la massima stabilità. A tal proposito ci viene in mente il fattore sicurezza, che su questa Subaru è sotto controllo dell’occhio vigile denominato “EyeSight”, che gestisce svariati sistemi di assistenza alla guida come l’Adaptive Cruise Control, il mantenimento di corsia, la frenata automatica e il Pre-Collision Throttle Management, che limita la potenza del motore quando il guidatore accelera ma il veicolo che lo precede è fermo o sta frenando improvvisamente. A dare man forte all’EyeSight ci sono due telecamere stereo che catturano le immagini in 3D del traffico davanti alla vettura. La nuova Levorg si può acquistare già dalla fine di questo mese di luglio e la scelta potrà ricadere su due allestimenti, lo Style e il Premium, che rispettivamente partono da 32.000 Euro e 34.500 Euro. L’allestimento Style è già completo di cambio automatico, infotainment con schermo da 7”, telecamera di retromarcia e cerchi da 18”, chiaramente oltre tutto il resto, quindi sul Premium in più si possono trovare i sedili in pelle e il navigatore satellitare. La scelta di proporre la Levorg su due soli allestimenti già molto ricchi ad un prezzo che non supera i 35.000 Euro pone la nuova Station Wagon di Subaru su una posizione di vantaggio rispetto ai listini della concorrenza, il più delle volte ben più “salati”.

Nuova Subaru Levorg Vedi tutte le immagini
Altri contenuti