Volkswagen T-Cross: piccolo SUV con grandi ambizioni

Nel segmento dei SUV cittadini arriva una nuova proposta che sicuramente darà del filo da torcere alle concorrenti: la nuova Volkswagen T-Cross. Prezzi da 17.900 euro.

Il piccolo SUV che mancava. La gamma a ruote alte di Volkswagen si completa verso il basso con l’arrivo della nuova proposta entry level, la piccola T-Cross. Con una lunghezza di 4,11 metri, il nuovo modello si appresta a coprire il segmento B-SUV rappresentando una seconda proposta marchiata Volkswagen in aggiunta alla T-Roc. Bisogna dire che si tratta di una fascia di mercato dai numeri elevati e tutt’altro che secondaria, dato che oggi in Italia quasi una vettura immatricolata su cinque è proprio un SUV di segmento B. Se la nuova T-Cross seguirà le orme della sorella maggiore T-Roc – leader del segmento con una quota del 10,8% – sarà interessante vedere quale delle due risulterà la più venduta. La nuova arrivata ha anche una carta in più da giocare, il prezzo inferiore, che nella fase di lancio parte da 17.900 euro.

Esterni: vuole fare la grande

Le dimensioni sono ridotte, ma la nuova Volkswagen T-Cross sembra più grande di quello che è in realtà. La carrozzeria rialzata e l’altezza di 1,56 metri conferiscono una presenza su strada più importante di quello che si possa pensare. Al resto contribuiscono le forme squadrate della carrozzeria, che sono in linea con il family feeling della Casa tedesca. Il frontale, dominato da una calandra imponente, negli allestimenti più completi vanta la firma luminosa a Led, come impone la moda del momento. Nella parte posteriore, i gruppi ottici sono uniti senza soluzione di continuità da una fascia orizzontale e sono dotati di tecnologia Led fin dall’allestimento base.

Interni: più spazio in piccolo

L’abitacolo della nuova Volkswagen T-Cross accoglie cinque passeggeri con una sensazione di spazio maggiore rispetto al modello da cui deriva, ovvero la Polo. Il merito è della maggiore altezza a disposizione per i passeggeri e anche della seduta rialzata a 60 centimetri da terra. La plancia è dominata dallo schermo del sistema multimediale da 8 pollici, che è di serie per tutte le versioni (unico modello nella categoria). A completamento della dotazione tecnologica è disponibile sulla versione Adavanced la strumentazione completamente digitale (Active Info Display) con uno schermo da ben 11,7 pollici e la possibilità di visualizzare la mappa del navigatore full screen. Il bagagliaio, grazie alla possibilità di scorrere il divano posteriore, presenta una notevole capacità di carico per il segmento: ben 455 litri.

Allestimenti e motorizzazioni

La gamma della nuova T-Cross si articola su tre allestimenti, tre motorizzazioni e due trasmissioni. I propulsori disponibili sono il benzina 1.0 TSI declinato nei livelli di potenza da 95 e 115 CV e il diesel 1.6 TDI da 95 CV. La versione benzina più potente e quella a gasolio sono disponibili anche in abbinamento al cambio automatico DSG, per andare incontro alla sempre maggiore richiesta del mercato anche in questo segmento. Gli allestimenti partono con la versione base Urban, che offre già di serie i cerchi da 16 pollici (non in lega), la connettività di Volkswagen Connect e Bluetooth, lo schermo da 8 pollici e un completo pacchetto di assistenza alla guida che include il Blind Spot con Rear Trafic Alert, il Front Assist con frenata di emergenza e riconoscimento pedoni e Lane Assist. Il livello superiore Style offre in più i cerchi in lega da 16 pollici, i mancorrenti sul tetto, l’Adaptive Cruise Control, il volante multifunzione, il bracciolo anteriore e i display multifunzione. Infine, la più ricca versione Advanced aggiunge i cerchi in lega da 17 pollici, i mancorrenti sul tetto cromati, i gruppi ottici anteriori a Led, i fari fendinebbia, il volante multifunzione in pelle e l’Active Info Display.

Volkswagen T-Cross: come va su strada

Abbiamo avuto modo di provare la nuova Volkswagen T-Cross durante la presentazione alla stampa italiana nelle versioni benzina manuale e automatica. Una volta entrati nell’abitacolo, è facile trovare la posizione di guida più adatta e si ritrovano i comandi in modo intuitivo, segno di un attento studio ergonomico. Da notare la mancanza delle maniglie sul cielo dell’abitacolo e – come ormai accade sempre nel segmento – alcune plastiche rigide al tatto. Il 1.0 TSI si dimostra adeguato all’utilizzo cittadino della vettura e nella versione più potente non manca di regalare qualche spunto interessante. Il merito va ai 200 Nm di coppia massima disponibili tra i 2000 e i 3500 giri/min (per la versione da 95 CV la coppia erogata è invece di 175 Nm), che garantiscono una sufficiente ripresa. Ovviamente c’è da mettere in conto il baricentro più alto rispetto alla Polo da cui deriva e questo si percepisce nelle curve, in ogni caso la T-Cross mostra sempre un comportamento sicuro ed affidabile. Inoltre, la presenza degli aiuti elettronici, che portano ad una guida autonoma di livello 2, rappresentano una sicurezza in più. L’automatico DSG, già apprezzato su altri modelli della gamma VW, sulla T-Cross a benzina da 115 CV conferma le sue qualità: aumenta il comfort di guida con innesti fluidi e sempre adeguati alla velocità.

Volkswagen T-Cross: prezzi da 17.900 euro

Sebbene il listino parta da 19.000 euro per il 1.0 TSI manuale nell’allestimento Urban, nella fase di lancio il prezzo è di 17.900 euro. La versione diesel 1.6 TDI ha un prezzo di partenza di 21.950 euro, che diventano 26.350 euro nella versione top di gamma Advanced con cambio DSG. La versione più completa a benzina ha invece un prezzo di 24.550 euro.

Volkswagen T-Cross: primo contatto Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Volkswagen Arteon: video e scheda tecnica

Altri contenuti