Subaru Forester ed XV E-Boxer: l’ibrido delle Pleiadi

La Subaru si converte all’ibrido anche in Europa con la Forester e la XV E-Boxer che promettono consumi inferiori e prestazioni brillanti

Impossibile di questi tempi non seguire la via dell’ibrido, e così Subaru ha introdotto nella sua gamma le varianti elettrificate di Forester ed XV che vengono identificate con la sigla E-Boxer. Chiaramente, il boxer, marchio di fabbrica del brand, continua ad essere una costante per le vetture della Casa delle Pleiadi, con tutta la sua tecnologia e quel carattere brioso che lo contraddistingue, ma adesso lavora in sinergia con un’unità elettrica da 12,3 kW inserita all’interno della trasmissione Lineartronic.

Tutto questo si traduce nella possibilità di affrontare piccole distanze, fino a 2 km, in modalità EV, almeno fino a quando la velocità non supera i 40 km/h, e la batteria agli ioni di litio da 118 Volt è al massimo della sua carica. Meglio di una mild-hybrid, che utilizza il propulsore elettrico anche come alternatore, ma bisogna riconoscere che rispetto alle full-hybrid più conosciute non è possibile selezionare manualmente la guida ad impatto zero. Comunque, in confronto a quest’ultime, la batteria delle Subaru E-Boxer si ricarica molto più rapidamente: bastano circa 5 minuti percorrendo una strada in discesa.

Novità anche per quanto riguarda il motore termico, perché il 2 litri a 4 cilindri contrapposti è stato modificato profondamente e adesso arriva fino a 6.200 giro (contro i 6.000 giri di prima). Inoltre, per compensare il surplus di Nm provenienti dall’unità elettrica (65 Nm), ha una coppia motrice ridotta di 4 Nm, passando da 198 a 194 Nm.

Forti di queste particolarità tecniche, le Subaru Forester ed XV E-Boxer promettono prestazioni incrementate del 30% nelle accelerazioni di media intensità, quelle che vengono sfruttate maggiormente nell’uso comune. Inoltre, il consumo si riduce dell’11% nei percorsi cittadini.

Quando si abbandona l’asfalto o le condizioni della strada diventano proibitive, ecco che entra in gioco la trazione integrale Symmetrical AWD con il programma X-Mode che sfrutta il sistema ibrido alle basse velocità ed ai bassi regimi. L’altezza da terra di 22 cm rappresenta un valore aggiunto, ma la Forester può contare anche su passo e carreggiata superiori per destreggiarsi anche in passaggi più impegnativi.

Migliorate anche a livello estetico con particolari che le rendono più accattivanti ma sempre fedeli allo stile Subaru, le varianti E-Boxer di Forester ed XV si distinguono dalle sorelle convenzionali per le informazioni supplementari relative al sistema ibrido presenti sia nella strumentazione che nel display posizionato nella zona alta della plancia.

L’arrivo sul mercato della Forester ibrida è previsto per novembre o inizio dicembre, mentre la XV E-Boxer arriverà un mese dopo. I prezzi dovrebbero avere una forbice compresa tra i 36.000 euro ed i 43.000 euro per la Forester E-Boxer, mentre la XV E-Boxer il range di costi dovrebbe essere compreso tra i 33.000 euro ed i 37.000 euro. Ma il condizionale è d’obbligo in attesa del lancio ufficiali previsto a metà del mese di gennaio.

Subaru Forester ed XV E-Boxer Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Subaru Forester: video e scheda tecnica

Altri contenuti