Jeep: le novità della gamma svelate sul Lago di Garda

La gamma Jeep diventa protagonista di un’esclusiva prova all’insegna dell’off road.

Jeep ha deciso di svelare le novità attualmente proposte nella propria gamma, insieme a qualche anticipazione, in occasione di un evento unico organizzato nella suggestiva location della Rocca di Lonato del Garda, situata nei pressi del celebre lago. Come se non bastasse, le vetture del Costruttore americano sono state oggetto di un approfondito test drive in off road tenutosi nelle suggestive Cave marmoree situate nei pressi della località di Serle.

Proprio tra le antiche mura della Rocca di Lonato, forte risalente al decimo secolo, abbiamo potuto ammirare dal vivo la Renegade 4x4e, ovvero la versione ibrida plug-in del celebre SUV compatto statunitense, considerata la novità più attesa targata Jeep che dovrebbe debuttare sul mercato nel corso del primo trimestre del 2020. La Renegade 4x4e sarà il primo modello elettrificato del costruttore yankee, dopo il suo debutto, infatti, arriverà il turno delle Compass e della Wrangler ibride, attese rispettivamente nel terzo e nel quarto trimestre del prossimo anno.

Il nuovo schema elettrificato dedicato alla Renegade permetterà a questo modelli di indiscutibile successo di offrire prestazioni velocistiche e performance in off road impensabili fino ad oggi e ben superiori a quelle offerte dalla diretta concorrenza. Purtroppo per conoscere i numeri ufficiali della vettura e testarne le qualità tecniche e tecnologiche bisognerà ancora attendere qualche tempo, anche se le promesse sembrano molto allettanti.

Come accennato in precedenza, abbiamo avuto modo di testare in prima persona le qualità fuoristradistiche dei modelli targati Jeep, in particolare delle Cherokee e Compass declinate nel nuovo allestimento Trailhawk, appositamente sviluppato per un efficace uso in fuoristrada, ma adatto anche ai tracciati “tradizionali”. Cherokee e Compass Trailhawk sono quindi caratterizzate da uno specifico allestimento sviluppate per l’off road, ma allo stesso tempo risultano loro perfetto agio anche su strade tradizionali e autostrade. Entrambi i modelli sfoggiano il badge “Trail Rated”, dedicato ai quei specifici modelli che hanno superato duri test in fuoristrada su percorsi tra i più impegnativi del mondo.

Jeep Cherokee Trailhawk

La Cherokee Trailhawk si distingue per paraurti e passaruota rifiniti in plastica non verniciata e ad un assetto modificato. La vettuar vanta infatti un’altezza da terra pari a 22 cm, angoli di attacco, dosso e uscita che risultano rispettivamente pari a 29,9°, 22,9° e 32,2° e non hanno nulla da invidiare ad un fuoristrada duro e puro. La Cherokee può inoltre contare sul sistema che mette a disposizione le modalità Auto, Snow, Sand, Mud e Rock (quest’ultima specifica per la versione Trailhawk) che insieme alle ridotte e alle caratteristiche dell’assetto permette di arrampicarsi praticamente dappertutto e con una facilità inaspettata.

Ma il merito di questo risultato va anche al poderoso 2.0 litri turbo benzina da 272 CV e da 400 Nm di coppia massima che si dimostra potente e vigoroso per liberare la Cherokee da qualsiasi situazione d’imbarazzo in fuoristrada e nello stesso tempo regala grandi soddisfazioni in accelerazione e ripresa quando su strade asfaltate ci si vuole togliere uno sfizio sportivo.

Gli assi nella manica della vettura non finiscono qui, infatti risulta degno di nota anche il Selec-Speed Control con Hill-descent Control. Con il primo dispositivo attivo l’ESC regola coppia e freni per ottenere una velocità costante preimpostata nella guida in fuoristrada, in particolare quando si affrontano salite o discese estremamente ripide e pericolose, oppure quando si desidera superare un ostacolo.

Jeep Compass Trailhawk

La Jeep Compass Trailhawk può contare sul poderoso e versatile propulsore 2.0 MultiJet II, in grado di sviluppare ben 170 CV e 380 Nm di coppia massima, il tutto gestito da un tecnologico cambio automatico a nove marce.

Nonostante sia un SUV compatto, questa versione può vantare doti in fuoristrada invidiabili per questo tipo di vettura, grazie alla presenza del “Jeep Active Drive Low”, ovvero il sistema di trazione integrale full-time che si attiva in maniera automatica quando risulta necessaria la potenza su entrambi gli assi per raggiungere un rapporto massimo di riduzione di 20:1. Quando si affrontano tratti difficili in fuoristrada, questo sistema permette di trasferire in maniera automatica il 100% della coppia a qualsiasi ruota ne abbia bisogno. Trovare il set-up giusto per la guida in strada o in off road è inoltre semplice ed intuitivo grazie al sistema Jeep Selec-Terrain che comprende ben 5 settaggi denominati Auto, Snow, Sand, Mud e Rock, inoltre il guidatore può contare anche sul dispositivo Selec-Speed Control con Hill Descent Control che permette di affrontare salite o discese ripidissime in offroad in tutta sicurezza e seguendo la velocità preimpostata.

La dotazione specifica della Compass viene completata da un baricentro rialzato di 2,5 cm (altezza da terra 21,6 cm), protezioni sottoscocca e pneumatici specifici All Season che misurano 225/60 R17. Grazie a queste caratteristiche, la vettura può vantare un angolo di attacco di 30°, un angolo di dosso di 24,4° e di uscita pari a 33,6°.

Jeep Wrangler Rubicon 2019: la prova su strada Vedi tutte le immagini
Altri contenuti