Opel Insignia Country Tourer 2.0 BiTurbo CDTI, primo contatto

Il poderoso biturbo diesel abbinato alla trazione integrale torque vectoring esalta le versatili caratteristiche dell’Insignia Country Tourer.

La Opel Insignia Country Tourer 2.0 BiTurbo CDTI si presenta come la versione top di gamma dell’ammiraglia della Casa del Fulmine, affiancando le varianti di carrozzeria Grand Sport e Sport Tourer e ponendosi come porta bandiera delle tecnologie più sofisticate del Costruttore tedesco recentemente entrato nell’orbita del Gruppo PSA.

L’Insignia Country Tourer 2.0 BiTurbo CDTI è una vettura poliedrica e trasversale, capace di garantire la comodità e la capacità di carica di una grande wagon lunga cinque metri (per l’esattezza 4,99 metri), la versatilità di un crossover in grado di soddisfare gli amanti dell’aria aperta e del tempo libero, ma anche il confort, le prestazioni e le tecnologie di un’ammiraglia. Tutte queste qualità, unite ad un prezzo che parte da 44.400 euro, ovvero meno di tante vetture premium di segmento superiore, ma con caratteristiche, potenza e dotazione paragonabili, fanno della Country Tourer BiTurbo CDTI l’oggetto perfetto chi utilizza l’automobile a 360°.

Queste caratteristiche e molto altro, hanno permesso all’ammiraglia Opel di ricevere l’ambito riconoscimento “All-Wheel Drive Car Of The Year 2019” dei lettori di Auto Bild Allrad per la categoria riservata alle vetture con un prezzo fino a 40.000 euro. A questo punto non ci rimane che raccontarvi le nostre impressioni su un primo contatto piuttosto approfondito del modello vissuto sulle strade che da Milano portano alle suggestive colline dell’Oltrepò Pavese.

Posto guida e comandi dell’Insignia Country Tourer

Accomodati davanti al volante si apprezzano immediatamente i sofisticati sedili ergonomici premium certificati da AGR, autorevole ente tedesco composto da medici posturali. I sedili elettrici con memoria della nostra versione vantano rivestimento in pelle traforata e le funzioni riscaldamento, refrigerante e addirittura massaggiante. La plancia è razionale e ben ordinata, con la console centrale suddivisa in ter sezioni distinte: la zona superiore è dedicata allo schermo da 8 pollici senza cornice dell’infotainment (Opel è stata la prima dopo Ferrari a proporre i sistemi di connettività per smartphone Apple CarPlay e Android Auto). L’impianto multimediale permette inoltre di gestire la navigazione satellitare e l’impianto audio ad alta fedeltà della Bose (Optional). Sotto il display troviamo i comandi della climatizzazione automatica bi zona e quelli per la refrigerazione-riscaldamento delle sedute anteriori (i sedili posteriori sono solo riscaldabili). Sul tunnel centrale troviamo invece la leva del cambio automatico a otto rapporti (sprovvisto purtroppo di paddle al volante sulla nostra versione) e i comandi per gestire il telaio FlexRide sfruttando le modalità ‘Standard’, ‘Sport’ o ‘Tour’. Selezionando uno di questi settaggi il sistema adatta sospensioni, sterzo, risposta dell’acceleratore e punti di cambiata assecondando le nostre esigenze di guida del momento.

Degno di nota anche la strumentazione che abbina alcuni elementi analogici ad un display centrale ben visibile in ogni condizione di luce. Se proprio vogliamo fare i pignoli, l’unico appunto ai materiali impeccabili di questa vettura va alla finitura metallica dedicata al cambio automatico che in più di un’occasione ha generato durante la guida riflessi decisamente fastidiosi. Come accennato in precedenza, la Insignia Country Tourer sfoggia dimensioni abbondanti che le regalano un’abitabilità record. Tre adulti possono accomodarsi senza problemi sul divano posteriore che può essere abbattuto a richiesta in configurazione 40/20/40, per permette al vano bagagli di raggiungere la capienza record di 1.665 litri.

Sottopelle un poderoso bi-turbo diesel e una trazione integrale intelligente

La versione top di gamma della Opel Insignia Country Tourer sfrutta un moderno 2.0 litri diesel sovralimentato da due turbine che permettono di eliminare il fastidioso fenomeno del turbo lag. L’unità eroga una potenza di 210 CV e una coppia di ben 480 Nm, disponibile già a partire da 1.500 giri/min, scaricati sulla trazione integrale Twinster abbinata al torque vectoring che gestisce la distribuzione della coppia in base alle variazioni della posizione dell’acceleratore, dell’angolo di sterzata e del fondo stradale, riducendo così l’entità dell’imbardata. L’unità biturbo risulta omologata euro 6D TEMP, mentre le prestazioni dichiarate dal Costruttore parlano di una velocità massima di 233 km/h e di un’accelerazione da 0 a 100 km/h effettuata in 7 secondi.

L’Insignia Country Tourer 2.0 BiTurbo CDTI su strada

L’ammiraglia Opel è certamente una stradista, infatti il suo habitat naturale sono le autostrade e le strade extra urbane dove la vettura fa apprezzare il lavoro fatto dalle sospensioni adattive che tengono dotto controllo il rollio e le asperità del terreno, oltre al confort dei sedili. Nelle accelerazioni più decise e nei cambi di direzione si fa sentire il peso non proprio piuma della vettura che risulta pari a 1.807 kg, ma l’abbondante coppia, l’ottimo lavoro del cambio automatico, la modalità Sport, e soprattutto il torque vectoring permettono di togliersi qualche sfizio nella guida più allegra, nonostante le sensazioni di sicurezza e stabilità restino sempre altissime. Per quanto riguarda i consumi, il computer di bordo ha riportato una media di 7,7 litri di gasolio per percorrere 100 km, un dato ovviamente variabile a seconda di come si tratta l’acceleratore.

L’Opel Insignia è farcita di sistemi di assistenza alla guida (ADAS) che aumentano in maniera esponenziale la sicurezza degli occupanti e degli altri utenti della strada. Nel corso della nostra prova abbiamo testato con successo il cruise control adattivo che permette di mantenere la distanza e la velocità impostata con il veicolo che ci precede, il sistema che legge i segnali stradali, il dispositivo per il mantenimento automatico della corsia e il sistema Stop&Start decisamente molto rapido nell’attivarsi.

Guidando di giorno non abbiamo invece potuto apprezzare gli ormai famosi proiettori attivi IntelliLux LED matrix a matrice di LED dotati di funzione anti abbagliante e capaci di vantare un’illuminazione attiva delle curve e un faro LED con una portata di 400 metri.

Opel Insignia Country Tourer 2.0 BiTurbo CDTI Vedi tutte le immagini
Altri contenuti