Nuova Audi SQ5 TDI, al via le prevendite in Italia

La nuova SQ5 TDI sfoggia un aspetto aggressivo che nasconde un poderoso diesel mild-hybrid potente ed efficiente.

Nuova Audi SQ5 TDI, al via le prevendite in Italia

di Francesco Donnici

09 Aprile 2019

La Casa dei Quattro anelli continua a puntare sul diesel aprendo le prevendite nel nostro Paese alla nuova Audi SQ5 TDI, variante ad alte prestazioni alimentata a gasolio del noto SUV teutonico che viene offerta ad un listino che parte da 76.250 euro.

La SQ5 può contare sulle elevate performance del tecnologico propulsore 3.0 litri V6 TDI , dotato di doppia sovralimentazione con il compressore ad azionamento elettrico che si affianca al classico turbocompressore a gas di scarico. La tecnologia utilizzata su questo V6 TDI permette di offrire un’elevata erogazione della coppia già ai minimi regimi, mentre l’adozione del sistema mild-hybrid ottimizza in maniera esponenziale l’efficienza del propulsore.

Per questa unità il costruttore dichiara una potenza di 347 CV e 700 Nm di coppia costanti da 2.500 a 3.100 giri/min. Le prestazioni parlano di uno scatto da 0 a 100 km/h bruciato in appena 5,1 secondi e di una velocità massima limitata elettronicamente pari a 250 km/h, mentre consumi ed emissioni inquinanti nel ciclo misto risultano rispettivamente pari a 8,1-8,7 litri di carburante ogni 100 chilometri e 213-228 grammi/km di CO2.

Rispetto alla precedente versione, il V6 TDI vanta molti componenti completamente riprogettati come ad esempio albero motore, pistoni, bielle e sistema di lubrificazione, mentre basamento e testata sfruttano circuiti di raffreddamento separati che permettono al motore di raggiungere velocemente la temperatura d’esercizio ottimale dopo un eventuale avviamento a freddo. Non manca il sound actuator integrato nell’impianto di scarico capace di regalare all’unità turbo diesel un sound decisamente coinvolgente.

Potenza e coppia vengono gestiti da una trasmissione automatica tiptronic a otto rapporti e risultano scaricati sulla trazione integrale quattro di tipo permanente. Quando si guida in condizioni ottimali, la trazione utilizza il differenziale centrale autobloccante per ripartire la coppia secondo il rapporto 40:60 tra avantreno e retrotreno. Nel caso di scarso grip del fondo stradale che si sta percorrendo, la coppia viene trasferita in maniera automatica verso l’asse che vanta maggiore trazione, fino a un massimo del 70% all’avantreno e fino all’85% al retrotreno.

Sportività e piacere di guida vengono esaltati da ammortizzatori regolabili (di serie) che permettono un ribassamento dell’assetto di ben 30 mm, inoltre la loro taratura è integrata nel sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select (di serie). I vari programmi offerti da quest’ultimo influiscono anche sul differenziale sportivo, il motore, lo sterzo e il cambio tiptronic. Come optional a pagamento si possono richiedere le sospensioni pneumatiche adaptive air suspension con specifiche S che regolano l’altezza da terra della vettura a seconda della situazione di guida.

Rispetto alla Q5, la SQ5 TDI sfoggia di cerchi in lega da 20 pollici con pneumatici 255/45, paraurti anteriore con grandi prese d’aria, spoiler posteriore e calotte degli specchietti laterali ed estrattore color alluminio. All’interno dell’abitacolo il carattere “racing” del SUV viene esaltato dal volante sportivo a tre razze, pedaliera in alluminio, battitacco specifici e retroilluminati e sedili sportivi rivestiti misto in Alcantara-pelle con marcatura S.