Nuova Toyota RAV4 Hybrid 2019: primo contatto con il SUV ibrido

Le linee moderne e taglienti nascondono uno schema ibrido potente e tecnologico e una dotazione che punta sulla connettività.

La Toyota Rav4 parte alla conquista del mercato italiano puntando su due carte da giocare molto importanti, ovvero l’apprezzamento della clientela italiana verso i SUV e l’adozione di una tecnologica meccanica ibrida in grado di non far rimpiangere i diesel più moderni e parsimoniosi. Giunta alla quinta generazione, la Rav4 raccoglie un’eredità molto importante, considerando che proprio questo iconico modello ha inaugurato nell’ormai lontano 1994 il segmento dei SUV di dimensioni compatte ed in quasi 25 anni di carriera è stato distribuito in tutto il mondo in più di 8 milioni e mezzo di esemplari.

Compatta fuori, ma con un abitacolo spazioso

In Italia verrà proposta solo la versione RAV4 Hybrid, sia in versione con trazione anteriore che nella variante con trazione integrale. La vettura sfoggia linee moderne e sportiveggianti che richiamano la più piccola C-HR, la lunghezza raggiunge i 4,60 metri, mentre il passo pari a 2,69 metri regala un’ampia abitabilità interna, senza tralasciare l’ampio vano bagagli da 580 litri che diventano 1.690 litri con il divano posteriore abbattuto. Questi ottimi risultati sono stati ottenuti grazie all’uso della nuova piattaforma modulare TNGA-K (Toyota New Global Architecture) che ospita lo schema ibrido e ha permesso di ottimizzare gli spazi per merito del baricentro ribassato. Anche la distribuzione delle masse e la rigidità strutturale sono state migliorate per offrire più sicurezza e piacere di guida.

Connessa e sicura

I nuovi interni vantano plastiche di qualità, morbide al tatto e assemblate con cura. La strumentazione digitale regala un piacevole tocco hi-tech, mentre la plancia dal gusto “minimal” risulta dominata dall’ampio display da 8 pollici posizionato in alto che permette di controllare le numerose funzioni dell’infotainment, dalla navigazione GPS all’impianto audio, passando per la connettività dedicata agli smartphone. Come da tradizione, la Casa dei tre ellissi dà molta attenzione alla sicurezza degli occupanti delle proprie vetture e infatti la RAV4 non fa eccezione proponendo di serie il pacchetto Toyota Safety Sense 2.0 che include il sistema di pre-collisione (PCS), il riconoscimento dei segnali stradali (RSA), il mantenimento automatico della corsia (LTA) con assistenza del controllo della sterzata e cruise control adattativo con funzione stop&go. Il SUV nipponico punta molto anche sulla connettività sfruttando il modulo DCM (Data Connected Management) un che permette di ricevere utili informazioni sulla vettura e viene gestito in remoto da un’apposita app.

Powertrain ibrido 4.0

Come accennato in precedenza, la RAV4 sfrutta un powertrain di tipo full hybrid (non ricaricabile) che abbina un’unità a benzina da 2.5 litri con un’unità elettrica da 88 kW capaci di offrire una potenza combinata di ben 222 cavalli, che diventano 218 nella versione con trazione anteriore, mentre la coppia massima è di 221 Nm da 3.600 giri. Le Rav4 Hybrid con trazione integrale può infatti contare su un motore elettrico in più da 40 kW collegato esclusivamente all’asse posteriore, offrendo in questo modo quattro ruote motrici. La trasmissione è affidata ad un cambio a variazione continua (CVT), mentre lo schema ibrido viene gestito dall’elettronica tramite vari settaggi tra cui la modalità Trail Mode che utilizza il differenziale a slittamento limitato per offrire il migliore grip in caso di neve e pioggia.

Al volante della nuova Rav4 Hybrid

Seduti al volante della Rav4 Hybrid con trazione integrale, già dai primi chilometri si apprezza la gestione elettrica ed intelligente della motricità, oltre che l’aumento della coppia al posteriore e l’abbondante cavalleria sempre pronta a regalare soddisfazioni quando si schiaccia il pedale dell’acceleratore. Queste sensazioni vengono confermate dai dati sullo scatto da 0 a 100 km/h che parlano di un tempo di appena 8,1 secondi. Lo sterzo preciso e la rigidità offerta dalla piattaforma incidono anch’essi sul piacere di guida, mentre il cambio CVT lascia un po’ perplessi, soprattutto se paragonato ad un cambio automatico “tradizionale”, ma tutto sommato si sente il miglioramento rispetto al precedente ed offre una buona ripresa. Il powertrain ibrido e tutt’altro che assetato, ma la percorrenza dichiarata nel ciclo misto di 22,5 km/litro appare troppo ottimistica.

Prezzi

Disponibile negli allestimenti denominati Active, Style e Lounge, la Rav4 Hybrid viene proposta ad un prezzo di listino che parte da 34.550 euro (Active 2WD), ma grazie agli Hybrid bonus proposti da Toyota scende a 29.950 euro. La vettura potrà essere acquistata anche con il finanziamento Pay Per Drive Connected che può essere adattato all’effettivo utilizzo dell’auto e permette la restituzione del veicolo in qualsiasi momento.

Toyota Rav4 Hybrid: le foto ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuova Toyota CH-R 2020

Altri contenuti