Volkswagen Maggiolino Final Edition: una serie speciale per l’addio

Con il Maggiolino Final Edition si chiude definitivamente uno dei capitoli più iconici della storia dell’automobile.

Volkswagen Maggiolino Final Edition: una serie speciale per l'addio

di Francesco Donnici

04 dicembre 2018

Volkswagen ha scelto il Salone di Los Angeles 2018 per presentare la Volkswagen Maggiolino Final Edition. edizione speciale che segna l’addio al New Beetle, erede spirituale dello storico Maggiolino – venduto in Italia ufficialmente con questo nome – chiamato al pensionamento dopo due serie.

Con la Final Edition, se ne va un pezzo di storia, esattamente settant’anni dopo l’esordio dello storico modello e venti anni dopo il debutto della moderna New Beetle. L’effetto nostalgia è quindi durato per ben due decenni, ma alla fine il nuovo Maggiolino ha dovuto lasciare il passo ad una concorrenza sempre più agguerrita che non ha perdonato alcuni difetti e scomodità di questa vettura, a partire dalle due sole portiere che limitavano l’accesso all’abitacolo, passando al poco spazio riservato ai passeggeri posteriori più alti e fino ad arrivare ad un vano bagagli striminzito.

Il Volkswagen Maggiolino Final Edition conquista per i suoi tanti richiami retrò e l’aspetto vintage, come le due nuove livree esterne pastello blu e beige che richiamano le medesime colorazioni utilizzate per l’ultimo Beetle raffreddato ad aria andato in pensione nel 2003 con la versione battezzata Sedan Ultima Ediciòn prodotta in Messico. L’offerta completa di colorazioni esterne comprende: Beige Safari Uni, Stonewashed Light Blue, Pure White, Deep Black Pearl Effect e Platinum Grey, mentre per la versione cabrio la capote in tessuto può essere personalizzata in marrone, mentre sul portellone dietro si trova il logo Beetle.

Entrati nell’abitacolo si apprezza un ambiente ricco di materiali pregiati, a partire dai sedili bicolore rivestiti in pelle con cuciture realizzate a mano, mentre gli inserti sulla plancia sono verniciati nel colore della carrozzeria, non mancano inoltre portaoggetti dal sapore vintage e la strumentazione che richiama quella del Maggiolino storico. La vettura propone anche una dotazione tecnologica moderna, infatti non rinuncia al sistema infotainemnt Composition Media da 6,3 pollici che comprende il sistema di navigazione GPS, l’impianto audio Fender su Final Edition SEL, i controlli vocali, la connessione bluetooth, presa Usb e App Connect.

Dal punto di vista meccanico, il Maggiolino Final Edition viene proposto esclusivamente con la motorizzazione a benzina 2.0 litri TSI da 174 CV abbinato alla trasmissione manuale a sei rapporti. La Volkswagen Beetle Final Edition e Beetle Cabriolet Final Edition saranno distribuiti esclusivamente sul mercato americano rispettivamente ad un prezzo di listino di 23.045 dollari (circa 20.250 euro secondo il cambio attuale) e 27.295 dollari (circa 24.000 euro).

Tutto su: Volkswagen Maggiolino