Jeep Cherokee 2019: primo contatto con il nuovo modello

Il rinnovato SUV americano sfoggia un look più moderno ed elegante che fa da contorno ad avanzati contenuti tecnologici e a una nuova dotazione.

Jeep Cherokee 2019: primo contatto con il nuovo modello

di Redazione

14 settembre 2018

Insieme all’inarrestabile Wrangler, la Cherokee è il modello simbolo del marchio Jeep: lanciato ben 44 anni fa negli Stati Uniti e arrivato circa una decina di anni dopo nel Vecchio Continente, dove ha conquistato immediatamente un’importante fetta di clientela grazie al suo inconfondibile fascino yankee unito a doti fuoristradistiche eccellenti. Sulla scia degli oltre 4 milioni di unità vendute in tutto il mondo, la Jeep Cherokee si rinnova con un Model Year 2019 che si distingue immediatamente per l’inedito frontale, oltre a portare in dote una lunga lista di migliorie tecniche e tecnologiche.

Esterni: più dinamica ed elegante

Osservando gli esterni del nuovo SUV targato Jeep si apprezza una linea più elegante e in generale più “matura” che avvicina esteticamente la Cherokee ai modelli più recenti del Costruttore americano. Il frontale risulta impreziosito da gruppi ottici con luci diurne a LED di inedita concezione e dalla forma sottile, separati dalla classica calandra con sette feritoie, anch’essa rivisitata nello stile. Le modifiche estetiche risultano meno incisive nella vista posteriore che comunque è stata aggiornata con l’adozione di nuovi proiettori che vantano l’uso di LED, mentre il portellone adesso ingloba il porta targa. Inediti anche i fascioni pararti, dall’aspetto più solido e più elegante, con quello anteriore che ospita i fendinebbia impreziositi da una cornice cromata. La vettura misura 4,62 metri di lunghezza, mantenendo invariate le dimensioni del modello che va a sostituire.

Interni: finiture curate e tanta tecnologia

Entrando nell’abitacolo è possibile apprezzare un ambiente più curato e tecnologico, a partire dai materiali che risultano di buona qualità e piacevoli al tatto, inoltre l’inedita forma della console centrale ha permesso di ottenere nuovi e pratici scomparti e portaoggetti, come lo spazio dove risulta possibile appoggiare e ricaricare wireless il proprio smartphone. Tra le nuove finiture spiccano gli inserti in nero lucido dedicati alla plancia e le cornici cromate per le bocchette che regalano alla vista d’insieme un aspetto premium. Scompare la leva del freno a mano in favore di un sistema elettrico, la strumentazione risulta chiara e ben leggibile, mentre il volante a tre razze dalla buona impugnatura ospita i numerosi tasti con cui è possibile controllare le funzioni dell’impianto di infotainment Uconnect, aggiornato alla quarta generazione. Il sistema multimediale – abbinato ad un display touch da 7 o da 8,4 pollici – sfrutta infatti un processore più potente che velocizza la capacità di calcolo delle varie funzioni, inoltre il software utilizzato di dimostra più intuitivo. Di conseguenza è piuttosto facile sfruttare la navigazione satellitare e le funzioni dell’impianto audio, senza dimenticare la comodità dell’introduzione di Apple Carplay ed Android Auto per gestire il proprio smartphone direttamente dal display dell’auto.

L’abitabilità risulta buona sia nella zona anteriore che in quella posteriore: in quattro adulti si viaggia comodi anche per lunghi tratti, merito anche dell’abbondante spazio riservato ai più alti e alla comodità dei sedili, sufficientemente rigidi e avvolgenti. Interessante aumento di spazio per il vano bagagli – a cui si accede tramite il portellone ad apertura elettrica – che aumenta la sua capacità di ben 70 litri, arrivando adesso a quota 570 che diventano addirittura 1.555 litri se si abbattono le sedute posteriori.

Dotazione: sicurezza al primo posto

La nuova Cherokee è un’auto estremamente sicura grazie anche all’introduzione dei nuovi sistemi di assistenza alla guida (ADAS) come la frenata automatica d’emergenza, abbinata al riconoscimento dei pedoni, a cui si aggiunge il sistema che controlla l’angolo cieco, il mantenimento automatico della corsia, la lettura dei cartelli stradali con avviso dei limiti di velocità, il cruise control adattivo e il sistema per il parcheggio dotato di retrocamera.

La vettura può essere personalizzata con ben 10 livree nuove: Bright White, Diamond Black, Velvet Red, Billet Silver, Granite Crystal, Light Brownstone, Olive Green e Pearl White, mentre per la versione Trailhawk. Troviamo le tinte Firecracker Red e Hydro Blue. Tra le novità segnaliamo anche l’arrivo di esclusivi cerchi in lega da 19 pollici lucidati offerti sulle varianti Overland. La Jeep Cherokee mette a disposizione un’ampia scelta di personalizzazione offerta dal nuovo e ricchissimo catalogo Mopar che comprende accessori di ogni tipo e gusto, a partire dagli esclusivi cerchi in lega, passando dalle decalcomanie per il cofano, dalle calotte degli specchietti personalizzati, senza dimenticare i tappetini in gomma “all weather” e tanto altro ancora.

Motorizzazioni: potenze da 150 a 270 CV

Passando al capitolo motorizzazioni, la Jeep Cherokee viene offerta con il propulsore 2.2 litri turbodiesel MultiJet II, declinato negli allestimenti di potenza da 150 CV e 350 Nm di coppia e 195 CV e 450 Nm di coppia massima. La variante meno potente risulta abbinata ad una trazione a due ruote motrici, mentre la top di gamma sfrutta una trazione 4×4 con sistema di bloccaggio del differenziale posteriore. Chi desidera prestazioni più elevate e non bada troppo ai consumi di carburante potrà optare per il 2.0 litri turbo benzina in grado di sviluppare ben 270 CV e 400 Nm di coppia. Come anticipato in precedenza, la vettura può essere equipaggiata o con la trazione 2WD oppure con quella integrale. Quest’ultima viene proposta in tre differenti varianti: Active Drive I, capace di inviare la potenza viene alle ruote posteriori solo in caso di pattinamenti; Active Drive II, dotata di marce ridotte e Active Drive Lock che sfrutta marce ridotte e bloccaggio del differenziale posteriore, con la coppia che risulta ripartita in modo fisso fra le ruote anteriori e posteriori.

Nuova Jeep Cherokee: come va su strada

Al volante della nuova Jeep Cherokee ci si sente a proprio agio piuttosto velocemente: l’ottima posizione di guida rialzata risulta coadiuvata da sterzo e sedile regolabili in maniera precisa e veloce. Equipaggiata con il propulsore 2.2 turbodiesel da 195 CV abbinato alla trazione integrale e al cambio automatico a 9 rapporti, la Cherokee viaggia sicura di sé, offrendo un ottimo confort ed un ambiente ovattato. Il generoso motore fa sentire la sua abbondante coppia (450 Nm) ad ogni accelerata, il merito va anche al cambio automatico che risulta pronto nelle scalate e non mostra ritardi nella risposta.

Quello che colpisce di più probabilmente è l’assetto e le sospensioni indipendenti (MacPherson all’anteriore e multilink al posteriore) che non denuncia particolare rollio o beccheggio, regalando la sensazione di trovarsi su una berlina o comunque su un mezzo con un baricentro estremamente più basso. Stesso discorso per quanto riguarda il sofisticato sistema di trazione integrale Active drive che grazie alla ripartizione automatica della coppia tra gli assali gestisce la “forza” della Cherokee in maniera egregia, permettendo di affondare l’acceleratore ogni volta che si desidera. La frenata risulta potente e ben dosabile, ovviamente con un uso più estremo ed intenso gli spazi di frenata potrebbero allungarsi di qualche metro.

Nonostante la Jeep Cherokee sia diventata più bella, più tecnologica ed in generale più matura, la vettura viene offerta al pubblico ad un prezzo più basso che parte da 36.200 euro, inoltre è apprezzabile la nuova forma di finanziamento proposta da FCA bank che permette di acquistare la vettura con piccole rate da 200 euro al mese.

Tutto su: Jeep Cherokee