Fiat 500X 2019: primo contatto con il restyling

Tante novità di stile e meccanica. Abbiamo provato la nuova 500X, versione rinnovata del crossover di successo di Fiat.

Fiat 500X 2019: primo contatto con il restyling

Tutto su: FIAT 500X

di Andrea Tomelleri

05 settembre 2018

Dopo quattro anni la Fiat 500X si rinnova per confermare il successo ottenuto finora. Il modello è infatti uno dei più venduti del Lingotto non solo in Italia – dove è in vetta alla classifica dei crossover – ma anche negli altri mercati europei. Il restyling di metà carriera porta in dote delle importanti novità, a partire dai motori e dalla tecnologia di assistenza alla guida. La presentazione al Museo del Cinema di Torino, presso la Mole Antonelliana, sottolinea il legame della famiglia 500 con il mondo del grande schermo, un legame presente anche nella campagna di comunicazione di 500X grazie allo short movie ispirato al film “Ritorno al futuro”, che vede la partecipazione del celebre attore Christopher Lloyd.

Fiat 500X 2019: dettagli che contano

Un occhio attento riconosce al primo sguardo i cambiamenti apportati dal restyling. Sebbene la carrozzeria non sia stata modificata, sono presenti i nuovi gruppi ottici full Led (sviluppati da Magneti Marelli) che conferiscono un tocco di modernità e definiscono la firma luminosa del modello. Ma non si tratta solo di una scelta estetica: i nuovi fari forniscono il 20% di luminosità in più e consumano cinque volte meno rispetto alle luci alogene. Anche i fascioni paraurti sono stati rinnovati e presentano un disegno diverso in base all’allestimento.

Nell’abitacolo le novità riguardano soprattutto il quadro strumenti, che oltre ai due quadranti analogici presenta uno schermo da 3,5 pollici in grado di migliorare la leggibilità rispetto alla versione precedente. Anche il volante è stato ridisegnato per ottimizzarne l’ergonomia.

Motori FireFly: una nuova generazione turbo

Sulla Fiat 500X arriva una inedita generazione di motori turbo, che la Casa italiana chiama Firefly. Il nome (che richiama la famiglia di motori Fire) in inglese significa “lucciola”, un animale che crea luce senza disperdere energia. È infatti proprio l’efficienza energetica la principale qualità dei nuovi motori benzina FireFly, che utilizzano la sovralimentazione per offrire anche prestazioni brillanti. Rispetto ai propulsori che sostituiscono, i consumi sono ridotti del 20% e le emissioni rientrano nei limiti imposti dalla severa normativa Euro 6/D-TEMP. Le nuove unità sono due, il 1.0 3 cilindri da 120 CV e 190 Nm di coppia e il 1.3 4 cilindri da 150 CV e 270 Nm di coppia.

Tecnologia e connettività

Anche dal punto di vista tecnologico ci sono importanti novità. La 500X ora offre di serie su tutte le versioni il sistema “Traffic sign recognition”, per il riconoscimento dei segnali stradali, il sistema “Speed Advisor”, che permette di adattare la velocità ai limiti imposti, e il “Lane Assist” per il mantenimento automatico della corsia. Come optional sono invece disponibili i sistemi “Blind Sport Alert”, “Safety Distance Manager” e “Autonomous Emergency Brake”. Per quanto riguarda la connettività, la nuova 500X vanta il nuovo sistema Uconnect HD Live da 7 pollici con predisposizione Apple CarPlay e Android Auto, per la massima integrazione con il proprio smartphone.

Fiat 500X: come va su strada

In occasione del nostro primo contatto abbiamo provato la 500X in un percorso che ci ha portato sulle colline intorno a Torino facendoci provare diversi tipi di strade. Nei tratti urbani la versione 1.3 da 150 CV, abbinata al cambio automatico a 6 marce a doppia frizione, si è dimostrata vivace ed equilibrata, con una risposta del motore adatta all’uso cittadino. Anche in salita la potenza non è un problema, semmai a lasciare perplessi è il cambio automatico, che sembra faticare nell’inserimento rapido delle marce. Per chi non ha bisogno di tanti cavalli, l’opzione migliore è la versione 1.0 tre cilindri, che è abbinata al cambio manuale.

La Fiat 500X già disponibile sul mercato declinata in tre allestimenti (Urban, City Cross e Cross), cinque motorizzazioni (i diesel 1.3 Multijet e 1.6 Multijet, e i benzina 1.0 e 1.3 FireFly e 1.6 e-torq) e prezzi da 19.250 euro, che però nell’offerta lancio diventano 15.500 euro.