Nuova Mercedes Classe C 2018: tutti i segreti del restyling

La Mercedes Classe C riceve un importante aggiornamento che affina l’estetica della vettura ed introduce sofisticati dispositivi ereditati dall’ammiraglia Classe S.

Con oltre 415.000 esemplari distribuiti in tutto il mondo nel solo 2017 – e 9,5 milioni dal 1982 ad oggi (inclusa la 190) – la Mercedes Classe C è il modello più desiderato della Casa della Stella a tre punte. Ora, il noto e apprezzato modello teutonico si concede un restyling di metà carriera che aggiorna l’estetica e arricchisce i contenuti della vettura, senza dimenticare l’introduzione della versione sportiva Mercedes-AMG C 43 4Matic.

Esterni: ritocchi estetici e nuovi colori

Esteticamente, la nuova Classe C si distingue per la nuova mascherina frontale e per i fascioni paraurti di inedito disegno, impreziositi da finiture color argento o cromate. Di serie i proiettori della Classe C vantano fari alogeni e luci diurne a LED, mentre in opzione si possono avere LED High Performance e, per la prima volta, anche con fari Multibeam LED e Ultra Range. In questo ultimo caso, ogni proiettore ingloba 84 LED regolabili singolarmente che permettono di adattare in modo totalmente automatico ed estremamente veloce il fascio di luce a seconda delle condizioni del traffico. Sulla vettura debuttano inoltre le nuove livree esterne Argento Mojave metallizzato e Verde Smeraldo metallizzato.

Interni: ancora più tecnologici

La dotazione di serie include il Keyless-Go Start, tra le novità segnaliamo inoltre il tasto start/stop caratterizzato da un look in stile turbina, chiavi di inedito disegno, mentre il pacchetto sedili Multicontour mette a disposizione regolazioni a comando elettrico per i supporti laterali e per quello lombare, capaci di offrire un effetto massaggiante generato da una serie di camere ad aria.

La nuova Classe C eredita dall’ammiraglia Classe S una strumentazione di tipo digitale (optional) con schermo da 12,3 pollici settabile nelle modalità: ‘Classic’, ‘Sport’ e ‘Progressive’. La versione entry-level vanta l’uso di una strumentazione con due elementi analogici separati da un display a colori da 5,5 pollici. Sopra la consolle centrale troviamo invece un display da 7 pollici dedicato all’impianto di infotainment con cui è possibile controllare le funzioni della navigazione satellitare, dell’impianto audio e della connettività per smartphone. L’impianto multimediale può essere controllato tramite il touchpad sul tunnel centrale, i comandi “touch” sul volante, oppure sfruttando i comandi vocali. Aggiornato anche l’head-up display (a richiesta), ora in grado di mettere a disposizione un campo di regolazione più ampio.

Dotazione: sempre più assistenza alla guida

La nuova Classe C può vantare una serie di dispositivi di assistenza alla guida di ultima generazione capaci di aumentare in modo esponenziale la sicurezza attiva degli occupanti. La presenza di radar e telecamere molto sofisticati permettono alla vettura di “vedere” in anticipo le situazioni fino a una distanza di 500 metri, il tutto coadiuvato dai dati di navigazione e delle mappe per le funzioni di assistenza. Il Dustronic Plus adegua in maniera preventiva la velocità in prossimità di curve, incroci o rotonde, non mancano inoltre il sistema di assistenza allo sterzo, l’Active Lane Change Assist e l’Active Emergency Stop Assist. Le conseguenze di eventuali tamponamenti con veicoli che procedono lentamente o con pedoni e ciclisti vengono evitati completamente, oppure minimizzati, grazie all’azione del Brake Assist BAS Plus.

Mercedes-AMG C 43 4Matic

La nuova Mercedes-AMG C 43 4Matic si presenta come la versione d’ingresso dell’offerta dell’atelier di Affalterbach per quanto riguarda la Classe C. Dal punto di vista estetico, la C 43 4Matic sfoggia una mascherina anteriore AMG con doppia lamella che fa da contorno a fascioni paraurti dotati di prese d’aria supplementari, di uno splitter anteriore e di un diffusore posteriore che ingloba il doppio sistema di scarico sportivo. Il kit viene completato dai cerchi in lega da 18 pollici con disegno a cinque doppie razze, mentre a richiesta si può ottenere il kit aerodinamico AMG con componenti aerodinamici ancora più estremi ed aggressivi.

All’interno dell’abitacolo troviamo una serie di accessori e dispositivi firmati AMG come la nuova strumentazione digitale (optional) e il volante di nuova generazione. Non mancano inserti in alluminio per la plancia e come optional i sedili ad alto contenimento AMG Performance. Sotto il cofano batte il poderoso V6 biturbo da 3.0 litri capace di sviluppare 390 CV scaricati sulla trazione integrale 4Matic Performance AMG (con ripartizione della coppia a favore dell’asse posteriore) e gestiti dal cambio a 9 marce Speedshift TCT AMG. Secondo i dati dichiarati dal costruttore, la C 43 4Matic brucia lo scatto da 0 a 100 km/h in appena 4,7 secondi (4,8 la station wagon), mentre la velocità massima risulta autolimitata a 250 km/h. L’handling della vettura promette di essere sempre eccellente grazie alla presenza delle sospensioni attive di serie dotate di una gestione elettronica capace di regolare in modo totalmente automatico lo smorzamento su ciascuna ruota.

Mercedes Classe C restyling: le immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi A6 Allroad e Mercedes AMG GLE Coupé: la prova

Altri contenuti