Bmw M5 ed M5 Competition: pronte al debutto in Italia

La nuova generazione della “superberlina racing” bavarese si prepara all’ingresso nel nostro Paese. Due le versioni: M5 da 600 CV (prezzi da 122.00 euro) e Competition 625 CV (131.200 euro).

Dopo il vernissage del Salone di Francoforte 2017 e – più di recente – l’anticipazione della ancor più performante declinazione “Competition”, per Bmw M5 F90 arriva il momento del debutto. La ammiraglia high performance di Monaco di Baviera, che segue il “lancio” di alcune nuove versioni dall’immagine spiccatamente sportiva (M3 CS, “special edition” da 460 CV illustrata nelle scorse ore; M2 Competition, nuova supercoupé compatta da 410 CV; e la attesa M8 Gran Coupé che era stata presentata in anteprima al Salone di Ginevra di quest’anno), entra nella fase di ordinazione, per il nostro Paese, con prezzi che partono da 122.000 euro (Bmw M5) e 131.200 euro (Bmw M5 Competition).

Ecco, più in dettaglio, i principali allestimenti relativi ad entrambe le versioni. Bmw M5 F90 viene equipaggiata con cerchi da 19”, uno specifico studio estetico-aerodinamico per il corpo vettura (bodykit studiato dai tecnici della Divisione M bavarese per M5 F90 e, in tempi ancora più recenti, per il kit “M Performance” presentato al SEMA 2017), che prevede l’adozione di parafanghi di maggiori dimensioni rispetto alle versioni Serie 5 più “tranquille”, un paraurti anteriore dotato di splitter inferiore e ampie prese d’aria per il raffreddamento dinamico dell’unità motrice e dell’impianto frenante, un diffusore posteriore che “abbraccia” le due coppie di terminali di scarico. Della dotazione fanno parte anche l’assetto sportivo M adattivo, il ripartitore di trazione e, per la variante Competition, una serie di finiture specifiche: accento in nero brillante al tradizionale “doppio rene” anteriore, nuove modanature ai paraurti e ai gusci degli specchi retrovisori esterni, maniglie porta in tinta carrozzeria, esclusivi cerchi da 20” con pneumatici a sezione differenziata: 275/35 R 20 all’anteriore e 285/35 R 20 al posteriore, ed un “badging” specifico.

Riguardo all’equipaggiamento hi-tech, che segue i più recenti dettami di engineering impostati dai tecnici Bmw, la sesta generazione della “media high performance”  bavarese porta in dote un ricco assortimento di sistemi di sicurezza attiva e di assistenza alla guida, la fanaleria Full Led, il climatizzatore automatico quadri-zona, un sofisticato modulo infotainment a schermo HD da 10.25” con sistema multimediale “Pro”, la strumentazione digitale “Full Display”. A sua volta, Bmw M5 Competition aggiunge all’allestimento “standard” (sedili semi-anatomici, volante sportivo multifunzione a tre razze, rivestimenti in pelle dedicata), le classiche finiture nei colori M alle cinture di sicurezza, le iscrizioni “M Competition” sul pannello strumentazione e i monogrammi “M” ai tappetini dedicati.

Fra gli accessori proposti in opzione, Bmw M5 F90 prevede in catalogo un ricco portfolio di componenti destinati all’enthusiast che desideri ottenere ulteriori atout dalla propria nuova M5: fra questi, si segnalano alcune funzionalità ADAS (Driving Assistant Plus, a 2.880 euro, Cruise Control adattivo con funzionalità Stop&Go a 1.230 euro, il dispositivo Parking Assistant Plus con telecamere Surround View a 1.130 euro, il sistema di visione notturna Night Vision a 2.050 euro), l’impianto frenante carboceramico “M” (ottenibile con un sovrapprezzo di 9.100 euro), il pannello in fibra di carbonio per la copertura del motore (1.300 euro), esclusivi rivestimenti abitacolo in pelle Merino (7.700 euro) e le tinte carrozzeria Individual Frozen (3.700 euro). Le cinture di sicurezza a motivi grafici M, di serie su Bmw M5 Competition, vengono proposte a 310 euro per M5; allo stesso modo, è di serie l’assetto adattivo Variable Control Dampers  a differenti modalità di taratura (“Comfort”, “Sport” e “Sport Plus”, selezionabili mediante il pulsante di comando Drivelogic collocato sulla cortissima leva del cambio), che risulta ulteriormente ribassato (-7 mm) su Bmw M5 Competition. Da segnalare lo studio di un camber più negativo all’avantreno, studiato dai tecnici bavaresi per un migliore assorbimento delle forze laterali nelle curve ad elte velocità, e l’adozione di una nuova barra antirollio e snodi sferici al retrotreno, al posto delle boccole in gomma,  con l’obiettivo di offrire una ancora più accurata precisione di risposta dinamica del veicolo. A richiesta (1.600 euro), per Bmw M5 “standard”, c’è anche l’impianto di scarico sportivo M Sport con terminali in nero opaco e dotato di esclusive elettrovalvole per il controllo del “sound”, che viene fornito di serie sulla versione M5 Competition.

Sotto il cofano, Bmw M5 F90 ed M5 Competition condividono la medesima impostazione motoristica: nello specifico, si tratta dell’unità motrice 4.4 V8 a tecnologia di sovralimentazione Bmw M TwinPower Turbo, abbinata al cambio M Steptronic ad otto rapporti ed alla trazione integrale xDrive (con differenziale Active M Differential) dotata di specifica mappatura che consente all’appassionato più “tradizionalista” di sfruttare la poderosa “cavalleria” di Bmw M5 ed M5 Competition con la sola trazione posteriore, riportandone l’impatto emozionale alle caratteristiche delle “storiche” M5.

La potenza erogata dal V8 di Bmw M5 F90 è nell’ordine di 600 CV, con 750 Nm di coppia massima disponibili in un ampio ventaglio di lavoro (da 1.800 a 5.600 giri/min): valori che consentono alla sesta generazione di Bmw M5 pronta al debutto su strada una velocità massima – autolimitata – di 250 km/h (che possono aumentare a 305 km/h con l’adozione dell’M Driver’s Package) e 3”4 per lo scatto da 0 a 100 km/h. Ancora più “estrema” in virtù di uno specifico programma di upgrade meccatronico, Bmw M5 Competition sprigiona una potenza di 625 CV a 6.000 giri/min (identico ad M5 da 600 CV il valore di coppia massima), che permettono alla superberlina racing di Bmw un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h in 3”3, pur mantenendo invariata la velocità massima e, dunque, identica la proposta di adozione (2.550 euro il sovrapprezzo) del kit M Driver’s Package che, anche in questo caso, ne porta a ben 305 km/h la velocità di punta raggiungibile.

Bmw M5 Competition 2018: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Bmw X7 M50D: la prova su strada

Altri contenuti