DS 7 Crossback: l’eleganza francese incontra la tecnologia

A bordo della DS 7 Crossback le finiture lussuose e artigianali si sposano con sofisticate tecnologie per offrire un nuovo concetto di SUV premium.

Con il debutto della DS 7 Crossback le intenzioni e gli obiettivi della Casa francese sono decisamente chiari: offrire una crossover di segmento “C” che mescoli, eleganza, tecnologia e comfort. Lo scopo è infatti quello di dare filo da torcere alla sempre più agguerrita concorrenza.
Anche se ambiziosi, gli obiettivi ci sembrano pienamente raggiunti, grazie agli sforzi degli uomini della Casa d’oltralpe che in primo luogo hanno pensato ad un corpo vettura generoso – lungo 4,57 metri – caratterizzato da un design dalla forte personalità, capace di essere elegante, ma allo stesso tempo dotato di alcuni dettagli aggressivi, come ad esempio la griglia anteriore a nido d’ape unita tramite listelli cromati ai proiettori dotati di tecnologia DS Active LED Vision. Questi ultimi si distinguono per la presenza di tre elementi mobili dal design diamantato capaci di modificare il proprio fascio di luce a seconda della direzione intrapresa e regolare l’intensità quando si incrociano altri veicoli. Gli sbalzi risultano piuttosto corti, mentre la coda alta e muscolosa offre un ulteriore senso di solidità ed eleganza stilistica, esaltata ulteriormente dall’effetto tridimensionale dei fari. Non mancano infine grandi cerchi in lega da 20 pollici in grado di regalare quel pizzico di prestanza in più che non guasta mai.

L’abitacolo della vettura si presenta come il vero asso nella manica della DS 7 Crossback: non mancano infatti interni premium capaci di offrire il massimo lusso e confort agli occupanti. I tre allestimenti disponibili sono battezzati So Chic, Business e Grand Chic e possono essere ulteriormente personalizzati optando fra varie “ispirazioni” caratterizzate da colori e materiali specifici e denominate: Bastille, Rivoli, Opera (due versioni), Performance Line Faubourg (quest’ultima e disponibile in un secondo momento).

Non mancano altri dettagli ricercati come il raffinato orologio B.R.M. incastonato al centro della plancia a cui si aggiungono le finiture diamantate che impreziosiscono pulsanti e altri dettagli degli interni, ispirati anch’essi al mondo dell’alta orologeria. Un’ulteriore nota di merito va ai sedili certificati AGR capaci di offrire un comfort superiore durante i viaggi e caratterizzati da un design che richiama il cinturino di un orologio. I passeggeri possono inoltre contare su numerosi vani portaoggetti e su un vano bagagli da 555 litri, aumentabili abbattendo il divano posteriore.

Dal punti di vista tecnologico spiccano i due display da 12 pollici: il primo posizionato dietro il volante mette a disposizione le informazioni dedicate alla strumentazione, mentre il secondo di tipo “touch” permette di controllare il sofisticato impianto di infotainment. Con quest’ultimo si può infatti settare l’illuminazione interna e l’aspetto grafico degli schermi, controllare la navigazione satellitare, l’impianto audio e la connettività per smartphone compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.

La DS 7 dà molto spazio anche ai sistemi che assistono in tutte le situazioni di guida. Nel pacchetto DS Pilot sono presenti tra i vari dispositivi l’Adaptive Cruise Control, il Lane Departure Assist e il sistema che rileva la stanchezza. Degno di nota anche il sofisticato DS Active Scan, che sfrutta una telecamera installata dietro al retrovisore del parabrezza che scansiona la strada con lo scopo di regolare le sospensioni a secondo delle esigenze del momento, mentre il DS Night Vision utilizza una seconda camera per individuare la presenza di pedoni e animali nelle ore notturne tramite la rilevazione della temperatura corporea.

La gamma motorizzazioni prevede i due diesel BlueHDi da 130 e 180 CV e i tre benzina PureTech da 130, 180 e 225 CV. In un secondo momento debutterà anche la versione ibrida E-Tense capace di offrire una trazione integrale grazie al particolare posizionamento delle unità elettriche. Le trasmissioni disponibili sono un cambio manuale a sei marce e un automatico a otto rapporti decisamente efficiente e capace di offrire cambi di rapporto veloci e morbidi. I propulsori disponibili più che contare sulle prestazioni assolute puntano molto sul comfort e la rilassatezza, ma inserendo la modalità sport è possibile ottenere un comportamento della vettura più nervoso, con cambio, acceleratore e sterzo maggiormente pronti, mentre le sospensioni diventano più rigide.

La nuova DS 7 Crossback sarà protagonista di uno speciale “porte aperte” in programma nel weekend del 10-11 marzo. I prezzi di listino partono da un minimo di 31.100 euro, mentre le varianti top sfioreranno i 60mila euro.

DS 7 Crossback: primo contatto con il nuovo SUV Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.

DS 4 La Première: prezzi e dotazioni
Auto Ibride

DS 4 La Première: prezzi e dotazioni

Il nuovo crossover-coupé francese esordisce in una inedita configurazione-lancio che porta in dote equipaggiamenti di livello superiore ed offre una inedita modalità di prenotazione, con consegna anche a domicilio.