Audi A4 Avant e Audi A4 Allroad: prestazioni, spazio e lusso

La best seller di Ingolstadt arriva alla quinta generazione. La Audi A4 Avant è elegante, sportiva e spaziosa mentre la A4 Allroad abbina alle peculiarità della Avant il carattere dell’off-road.

Siamo arrivati alla quinta generazione di Audi A4 Avant. L’ultima versione ha visto la luce nel 2015 ed è la più bella, comoda, spaziosa, prestazionale ed efficiente che sia mai stata prodotta. Le sue linee la rendono un classico senza tempo. La A4 Allroad è invece l’evoluzione della A4 Avant per chi vuole distinguersi dalla massa. Entrambe le vetture sono al vertice della categoria e rappresentano al meglio il mondo Audi.

Audi A4 Avant: design raffinato

Esattamente come è stato fatto con la berlina, sulla Audi A4 Avant è stato svolto un grande lavoro in termini di aerodinamicità. Il suo coefficiente CX è di 0,26, un risultato al vertice della categoria. La sua linea classica e affusolata regala alla Audi A4 Avant una silhouette decisamente elegante ma al tempo stesso sportiva. Qui il single-frame è largo e piatto, i fari opzionali in tecnologia LED e Matrix LED sono completi d’indicatore di direzione dinamico. Il modo in cui termina la coda è il marchio tipico di questa vettura.

Sul fronte delle dimensioni la A4 Avant ha una lunghezza di 4,73 metri, un passo di 2,82 metri, una larghezza di 1,84 metri, e un’altezza 1,43 metri. Il bagagliaio offre una capienza di 505 litri che raggiunge i 1.510 se vengono abbattuti gli schienali.

Audi A4 Avant, interni eleganti

Luminosità, spaziosità, comfort, eleganza e materiali pregiati sono le caratteristiche che descrivono al meglio lo spazio interno della vettura. L’abitacolo è grande e permette di viaggiare in perfetta comodità, con un lavoro eccellente effettuato sull’insonorizzazione. I nuovi materiali e i colori, insieme all’illuminazione a LED di serie rendono questi interni molto più simili ad un lussuoso salotto che all’interno di una vettura. Le linee su cui si sviluppa questo abitacolo sono molto geometriche e seguono un percorso orizzontale che trova la propria espressione più forte nella plancia bassa, apparentemente sospesa nell’abitacolo, accentuata dal rivestimento della strumentazione del cruscotto e dell’Audi Virtual Cockpit.

Audi A4 Avant: infotainment all’avanguardia

L’Audi A4 Avant può fregiarsi della tecnologia raffinata e di ultima generazione di cui Audi è protagonista. Le maggiori novità a livello di infotainment sono due: Audi Virtual Cockpit e MMI. Quest’ultimo funge da elemento di comando principale sulla consolle centrale. Il sistema di infotainment top di gamma comprende l‘MMI Navigation plus con MMI touch e un grande monitor da 8,3 pollici, insieme ad un touchpad integrato nella manopola a pressione e rotazione per zoomare e inserire i caratteri

L’Audi Virtual Cockpit regala un cruscotto completamente digitale in grado di visualizzare le informazioni più importanti su un monitor LCD da 12,3 pollici ad alta risoluzione.

Audi A4 Avant: sistemi di assistenza alla guida

Uno dei maggiori punti chiave dello sviluppo della gamma Audi è quello della tecnologia, tradotta in sistemi di sicurezza per rendere la vita a bordo delle proprie vetture più sicura. Fra i tanti sistemi di assistenza alla guida di cui la A4 è provvista ci sono: l’Audi active lane assist che aiuta a mantenere la carreggiata, e l’adaptive cruise control Stop&Go con sistema di assistenza alla guida in colonna in caso di traffico intenso. L’assistente di parcheggio, l’assistente al traffico trasversale posteriore, l’avviso di uscita, l’assistente agli ostacoli e l’assistente di svolta, oltre ai sistemi Audi pre sense sono ulteriori importanti novità al servizio della sicurezza. Per completare l’offerta è disponibile un sistema di riconoscimento della segnaletica stradale basato su telecamera.

Audi A4 Avant: i motori

L’Audi A4 Avant possiede otto unità diverse: tre benzina TFSI e cinque diesel TDI. I motori diesel vedono come entry level il 2.0 TDI da 122 cavalli, introdotto a metà 2016, che ha un consumo medio di 4,3-4.0 litri/100 km con alimentazione TDI 6-marce. Salendo di categoria troviamo altri due 2.0 TDI rispettivamente da 150 e 190 cavalli che hanno un consumo medio a partire da 3,8 litri/100 km uno (ultra 6-marce) e 4,1 litri/100 km l’altro (ultra S tronic). I più potenti motori TDI sono i due 3.0 TDI da 218 cavalli e 272 cavalli che garantiscono dei consumi medi di 4,6-4,4 litri/100 km il primo e 5,4-5,1 litri/100 km l’altro.

I propulsori a benzina invece partono con il 1.4 TFSI da 150 cavalli e 250 Nm di coppia, passano dal 2.0 TFSI Ultra da 190 cavalli e 320 Nm di coppia, per arrivare al 2.0 TFSI da 252 cavalli e 370 Nm di coppia. Questi motori sono abbinabili con il cambio manuale a sei marce, il cambio S tronic a sette rapporti e il tiptronic a otto rapporti. La trazione può essere anteriore oppure integrale permanente quattro

 Audi A4 Allroad quattro: cenni storici

Nel 2009 nacque la prima generazione, da allora fino ad oggi l’Audi A4 Allroad quattro è diventata ben presto un punto di riferimento del mercato, oltre che una vettura originale e di grande innovazione. Le sue linee da familiare si sposano perfettamente con i tratti stilistici da offroad, elementi che le hanno donato una individualità unica. Dopo oltre 100.000 esemplari venduti della prima generazione, nel 2016 al Salone Internazionale dell’Auto di Detroit è stata presentata l’attuale A4 Allroad quattro che in breve tempo ha già ottenuto una miriade di consensi, grazie alle sue caratteristiche uniche.

Il design esterno

Osservandola da fuori la prima cosa che colpisce dell’Audi A4 Allroad quattro è la sua altezza dal suolo maggiore rispetto ad una normale station wagon. Il frontale è un elemento che caratterizza tutto il corpo della vettura, per merito dei bei paraurti dalla linea personale e dalle prese d’aria che sono specifiche per questo modello. La griglia invece ha uno stile tipicamente Audi, caratterizzata da single frame dall’aspetto moderno e impreziosita da listelli verticali cromati. Le vetture di Ingolstadt di ultima generazione conquistano spesso e volentieri per la particolarità dei suoi proiettori, così anche la Audi A4 Allroad quattro non fa difetto poiché utilizza dei gruppi ottici dal design undercut: un conduttore a fibre ottiche, sagomato fino a formare due angoli acuti, emette la luce diurna e, verso il bordo superiore dell’alloggiamento, quella per l’indicatore di direzione. Di serie vengono montati gruppi ottici Xenon plus, ma Audi offre anche proiettori a LED con indicatori di direzione dinamici al posteriore e proiettori a LED Audi Matrix con indicatori di direzione dinamici per i gruppi ottici anteriori e posteriori (a richiesta). Infine la luce anabbagliante ricorda la forma di un occhio, al di sotto del quale sono presenti le luci di svolta e quelle dedicate alla funzione all-weather lights.

La linea di cintura inizia in corrispondenza degli angoli dei proiettori e disegna un morbido arco che si protende fino al posteriore della vettura, avvolgendolo. La linea inferiore che solca le fiancate realizza un vivace gioco di luci e ombre. Invece il posteriore della Audi A4 allroad quattro presenta uno spoiler con alette laterali, mentre l’impianto di scarico è a flusso singolo o a doppio flusso (a seconda della motorizzazione scelta) e confluisce in un terminale di scarico doppio (TDI) o in due terminali di scarico separati (TFSI).

Interni razionali e futuristici

Entrati nell’abitacolo della Audi A4 Allroad quattro scopriamo quanto esso sia stato curato nel minimo dettaglio, risultando razionale, armonico e futuristico. Qualunque elemento sembra funzionale ad agevolare il guidatore e a cullare gli ospiti che siedono al suo interno. La sua architettura è basata sulle linee orizzontali e la qualità dei materiali utilizzata per i rivestimenti è di pregevole fattura.

L’impianto di climatizzazione è automatico comfort a 3 zone (a richiesta) con elementi di regolazione e indicazioni visualizzate su un display ad alta risoluzione. I tecnici Audi hanno ridisegnato anche il volante multifunzionale, che nella versione base è in pelle a tre razze con cuscino nella stessa forma della griglia single frame e un inserto cromato sulla razza inferiore. Se lo si desidera, è possibile richiedere il volante anche in versione multifunzionale plus e con corona riscaldata. Per chi ambisce ad avere un look ancora più sportivo, è disponibile il volante multifunzionale plus a 3 razze, rivestito in pelle e appiattito nella parte inferiore. Sui modelli con cambio automatico i volanti presentano bilancieri di comando del cambio. Per completare un quadro di eccellente qualità e lusso il marchio tedesco offre un pacchetto di luci interne con luce diffusa nell’abitacolo in 30 diverse tonalità.

Infotainment di livello

Su una macchina di questo calibro non poteva di certo mancare un infotainment specifico e di primo livello. Al centro della plancia della Audi A4 Allroad si trovano il nuovo sistema MMI con manopola a pressione/rotazione e MMI touch (a richiesta), il display MMI da 8,3 pollici (a richiesta) e l’Audi virtual cockpit da 12,3 pollici completamente digitale (a richiesta) che il conducente utilizzerà tramite il volante multifunzionale plus. L’equipaggiamento high-end Audi virtual cockpit (optional), prevede la presenza a bordo del sistema di navigazione MMI plus con MMI touch.

I motori della A4 allroad

Le motorizzazioni TFSI e TDI di Audi A4 allroad quattro vantano prestazioni su strada migliorate a fronte di una maggiore efficienza rispetto alla precedente generazione. Il TFSI e i cinque motori TDI sviluppano livelli di potenza compresi tra 150 e 272 CV, ben 27 CV in più rispetto al modello precedente, mentre sul fronte emissioni di CO2 si registrano fino a 21 g/km in meno. La trasmissione è affidata a un cambio manuale a sei marce, al nuovo S tronic a sette rapporti, oppure al tiptronic a otto rapporti ulteriormente ottimizzato. La trazione integrale quattro è invece una dotazione di serie, inoltre con Audi A4 allroad quattro 2.0 TFSI debutta la nuova trazione quattro con tecnologia ultra.

Sistemi di sicurezza

Su Audi A4 allroad quattro sono disponibili tutti i sistemi di assistenza e di sicurezza introdotti con A4. Si parte con l’adaptive cruise control (ACC) Stop&Go con assistente al traffico; non poteva certamente mancare l’assistenza al parcheggio che grazie a dodici sensori a ultrasuoni, supporta l’effettuazione di parcheggi longitudinali e trasversali: il guidatore deve solo accelerare, inserire la marcia e frenare per effettuare un parcheggio senza alcuna problematica. Utile per la guida attiva è il sistema di assistenza agli ostacoli per evitare eventuali incidenti. Presente di serie anche l’Audi pre sense city, che fino a 85 km/h è attivo e sorveglia la strada per rilevare la presenza di altri veicoli e pedoni e, in caso di emergenza, attiva una decelerazione totale.

Audi A4 2019: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti