Mercedes Classe S restyling: primo contatto con la regina delle ammiraglie

La rinnovata Classe S offre un concentrato di lusso e tecnologia che permette di accontentare ogni gusto ed esigenza, portafogli permettendo.

Con il restyling dedicato alla Mercedes Classe S, la Casa della Stella a tre punte vuole consolidare ulteriormente la sua leadership mondiale, come sottolineano le 300mila unità vendute dal 2013 e il primato di berlina di lusso più venduta al mondo nel 2016, per rinnovare l’eterna sfida alle rivali Audi A8 e Bmw Serie 7.

Anche se risulta ordinabile dallo scorso maggio, la nuova Classe S allarga ulteriormente la sua offerta raggiungendo ora ben 24 varianti che risultano disponibili con prezzi – riferiti al mercato tedesco – che partono da 88.446 euro  (S 350d) e raggiungono i 237.345 euro della versione top di gamma S65 AMG a passo lungo. Ricordiamo che inoltre a settembre, in occasione del Salone di Francoforte debutteranno anche le versioni rinnovate della Classe S coupé e cabrio.

La Classe S può davvero accontentare tutti i gusti – portafoglio permettendo – grazie a due dimensioni di passo, passando per la trazione posteriore a quella integrale 4Matic, senza dimenticare le varianti dal carattere “racing” firmate AMG, e la lussuosissima versione Maybach capaci di offrire una lunghezza di 20 cm più generosa rispetto alla versioni a passo lungo e una dotazione di accessori superiore a quella di una limousine.

Esteticamente, la nuova Classe S differisce dal modello che va a sostituire per numerosi dettagli capaci di esaltare ulteriormente l’eleganza e lo “status” della vettura. Gli inediti proiettori frontali MULTIBEAM (caratterizzati da 84 diodi luminosi) risultano separati da una nuova mascherina frontale: sulle versioni a sei e otto cilindri troviamo tre doppie lamelle cromate abbinati a listelli verticali in nero lucido, mentre le versioni V12 a passo lungo si distinguono per la griglia con listelli verticali cromati. Il fascione paraurti vanta invece prese d’aria molto ampie e caratteristiche.

La vista posteriore si fa invece apprezzare per i nuovi fari a LED capace di offrire un design particolarmente caratteristico sia di giorno che in notturna. Più in basso troviamo un paraurti di nuova concezione che ingloba i terminali di scarico che risultano a vista. La zona laterale può essere personalizzata con una collezione di sette nuovi cerchi in lega con misure comprese tra i 17 ed i 20 pollici.

Entrati nell’abitacolo si scopre un cockpit capace di mescolare un posto di comando supertecnologico con un ambiente lussuoso e rifinito nei minimi dettagli. La plancia è dominata da due enormi schermi affiancati da 12,3 pollici l’uno. Il primo posizionato dietro il volante funge da strumentazione è può essere ampiamente settato per offrire le informazioni necessarie in quel dato momento, inoltre lo stile di visualizzazione può essere personalizzato scegliendo uno delle tre modalità disponibili: Classica, Sportiva e Moderna.

Lo schermo posizionato sopra la console centrale è invece dedicato al sistema di infotainment Comand Online  e può essere controllato con i pulsanti touch control a sfioramento che si trovano sul volante, con il touchpad con controller nella consolle centrale oppure tramite l’uso dei comandi vocali VOICETRONIC. Tramite questi ultimi è possibile controllare anche altre funzioni, come ad esempio quelle della climatizzazione, l’illuminazione interna, il riscaldamento, la ventilazione e la funzione massaggio dei sedili, il display head-up e la profumazione-ionizzazioni dell’abitacolo. Il prossimo settembre saranno disponibili anche la funzionalità Energizing, suddivise in sei differenti programmi personalizzabili che hanno lo scopo di offrire il massimo benessere ai passeggeri.

La gamma propulsori della rinnovata Mercedes Classe S prevede: i diesel S350d (286 CV) e S400d (340 CV), e i benzina S450 con 367 CV e 500 Nm di coppia massima, S500 con 435 CV e 520 Nm, S560 (469 CV), S600 con il V12 da 530 CV e 830 Nm, S650 Maybach con 630 CV e 1.000 Nm, S63 AMG (612 CV) ed infine la S65 AMG equipaggiata anch’essa con il propulsore della Maybach.

Il comportamento dinamico della Classe S risulta sempre impeccabile perché capace di adattarsi in modo automatico ed immediato alle condizioni della strada. Il dispositivo Road Surface Scan risulta infatti in grado di riconoscere la superficie stradale sfruttando una telecamera stereoscopica capace di “leggere” le asperità del fondo della strada e adattando di conseguenza la taratura delle sospensioni con Active Body Control, inoltre questa operazione può essere effettuata anche in penombra e fino ad una velocità pari a 180 km/h. Come se non bastasse in fase di sterzata interviene un inedito sistema capace di contrastare la forza centrifuga inclinando l’auto verso la parte interna della curva fino a raggiungere un’angolazione massima di 2,65 gradi.

La nuova Classe S è anche una pioniera nella guida autonoma grazie ai nuovi dispositivi di livello 3 che permettono di aumentare in maniera esponenziale la sicurezza attiva dei passeggeri e degli altri utenti della strada. Tra questi sistemi spicca ad esempio il Distronic Plus con dispositivo di assistenza allo sterzo che permette di mantenere in modo costante la distanza di sicurezza con chi ci precede ed offrendo maggiore confort quando si sterza. Questo è possibile perché il dispositivo risulta capace di regolare la velocità in modo completamente autonomo anche in prossimità di curve, rotonde ed incroci. Il pacchetto viene completato dall’Active Emergency Stop Assist e dall’Active Lane Change Assist, entrambi ulteriormente affinati. Quest’ultimo sistema consente di cambiare corsia azionando semplicemente la freccia di direzione e può essere sfruttato su strade extraurbane e su autostrade ad una velocità compresa tra 80 e 180 km/h. Azionata la freccia, la vettura controllerà con i radar e sensori l’ambiente circostante e una volta terminata l’operazione effettuerà la manovra di sorpasso azionando sterzo e acceleratore in modo totalmente automatico.

Sempre utilizzando radar e sensori e sfruttando i dati cartografici della navigazione GPS, il computer centrale della Classe S può monitorare l’ambiente esterno in un raggio di ben 250 metri. La funzione Car-to-X permette invece di dialogare con le vetture che vantano la medesima tecnologia con lo scopo di evitare incidenti e strade trafficate. Infine con il Remote Parking Pilot risulta possibile parcheggiare l’auto in remoto utilizzando un’apposita app sul proprio smartphone.

Mercedes Classe S restyling: immagini ufficiali inedite Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Mercedes Classe C 2021

Altri contenuti