Tutto sulla Fiat 500 che sbarca negli USA

La Fiat 500 si prepara a sbarcare negli USA, dove sarà disponibile in 3 allestimenti e con il motore 1.4 MultiAir da 105 CV

La Fiat 500 si prepara a sbarcare negli USA, dove sarà disponibile in 3 allestimenti e con il motore 1.4 MultiAir da 105 CV

Manca poco al ritorno del gruppo Fiat negli Stati Uniti e manca poco allo sbarco di uno dei modelli più attesi al di là dell’oceano: la Fiat 500. Proprio riguardo le caratteristiche del “Cinquino” americano il costruttore torinese ha diffuso i dettagli sugli allestimenti e l’unica motorizzazione disponibile.

Oltre alla serie speciale Fiat 500 Prima Edizione, gli automobilisti statunitensi potranno scegliere fra tre diversi allestimenti: Sport, Pop e Lounge, ognuna con dotazioni e carattere ben definito. La Sport, ad esempio, si distingue per i paraurti anteriore e posteriore dal design specifico e appositamente realizzato per gli Stati Uniti, ha un assetto un po’ più rigido e una presa d’aria frontale di dimensioni più generose, oltre ad altri piccoli dettagli minori come i catarifrangenti laterali sui parafanghi anteriori e posteriori, che la differenziano dalla sorella europea. Nuovi anche i cerchi in lega da 16 pollici verniciati in Mineral Gray.

Come optional sarà disponibile il tetto elettrico SkyDome. L’unico motore con cui la 500 si potrà ordinare è il 1.4 MultiAir da 105 CV e 129 Nm, un propulsore che assicura una buona potenza. Inoltre anche la scocca ha subito delle modifiche, tanto che è stata rinforzata per superare i rigorosi crash-test americani.

Contestualmente all’ufficialità della gamma per l’America, di cui ancora non si conoscono i prezzi, Fiat ha confermato l’arrivo della 500C, la cui commercializzazione negli USA è prevista per la prossima primavera.

La Fiat 500 degli americani Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021
News

Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.