Audi Q: tutti i segreti dei SUV premium di Ingolstadt

Forte di più di 3 milioni di esemplari venduti nel mondo, la gamma di SUV Audi Q è destinata ad ampliarsi ulteriormente entro il 2019 con altri 3 nuovi modelli.

Per Audi, la “Q” non è semplice lettera dell’alfabeto, ma è un vero e proprio simbolo di indiscusso successo nell’ambito segmento dei SUV premium che trae le sue radici 12 anni fa con il lancio della prima generazione dell’Audi Q7. Nel 2008 l’offerta dei SUV  “Q” della Casa dei Quattro anelli si è allargata con il debutto dell’Audi Q5, distribuita in 1,6 milioni di unità, mentre nel 2011 è arrivato il turno della Q3 capace di ritagliarsi uno spazio importante nel segmento “C” dei crossover.

L’ultimo tassello di questa importante famiglia è arrivato invece lo scorso anno con l’Audi Q2, tecnologico SUV sviluppato prevalentemente per un utilizzo urbano, ma capace di soddisfare anche le esigenze di chi predilige un mezzo  versatile ed ideale per il tempo libero. Grazie al successo di questi quattro modelli, la gamma Q è riuscita a superare i 3 milioni di veicoli venduti in tutto il mondo, registrando in questo modo una crescita del 75% nell’ultimo quadriennio. Per quanto riguarda il mercato dei SUV, le previsioni degli esperti prevedono un futuro più che roseo, con un tasso di crescita pari al 50% entro il 2025, spinto in particolare dai SUV compatti, destinati a duplicare gli attuali volumi di vendita.

Per quanto riguarda il  mercato italiano, particolarmente promettente in questo settore,  lo scorso anno  una vettura su quattro è stata un SUV, con oltre 482mila vetture distribuite. Questo rapporto per Audi è stato addirittura migliore, grazie ad un rapporto a uno su tre. Analizzando i dati nel dettaglio, scopriamo che dal lancio fino ai nostri giorni, sono state vendute 56.000 Audi Q5, circa 51.000 Audi Q3 e oltre 15.000 Audi Q7, mentre in pochi mesi la Q2 ha raggiunto quota 5.000 unità distribuite nel nostro paese.

Lunga 419 cm, larga  179 cm e alta di 151 cm, la Q2 ha le dimensioni ideali per destreggiarsi nel traffico cittadino, inoltre la maggiore altezza da terra facilità la visibilità, in particolare nelle manovre. Esteticamente convince per le sue linee tese e gli spigoli vivi capace di offrire una forte presenza scenica e un aspetto robusto.

Le dimensioni compatte degli esterni non devono però ingannare, dentro la Q2 è una piccola ammiraglia curata in ogni dettaglio, a partire dall’illuminazione a LED degli interni in grado di regalare un ambiente ovattato, non mancano inoltre numerosi dispositivi tecnologici e multimediali come il sistema Mmi Plus con connessione internet veloce, mentre l’esperienza di guida diventa ancora più coinvolgente grazie alla  strumentazione virtuale (Audi virtual cockpit) ampiamente settabile a seconda delle proprie esigenze. Lo spazio interno è omologato per cinque passeggeri, ma per stare comodi è meglio non essere più di quattro adulti,  mentre i bagagli possono essere stivati in un ampio vano da 405 litri, ampliabile fino a quota 1.050 litri abbattendo il divano posteriore. La gamma di motori, benzina e diesel, è amplia e variegata, con potenze che vanno da 116 a 190 CV. L’Audi Q2 viene proposta ad un prezzo di partenza di 25mila euro, relativo alla versione 1.0 TFSI da 116 CV  e raggiunge un listino di 39.300 euro per la versione top di gamma 2.0 TDI 190 CV Business S Tronic Quattro.

Guardando al futuro, il piano industriale della Casa di Ingolstadt si presenta molto ambizioso: entro il 2020 le vendite di Audi Q dovranno aumentare dal 30% al 40%, grazie anche all’introduzione di nuovi modelli derivati dalle recenti concept Q8 e Q8 Sport, attesi sul mercato nel corso del 2018 e pronti a sbaragliare la concorrenza dei SUV-coupé di lusso. L’estetica sportiva e accattivante di questi modelli farà da contorno a tecnologie e motorizzazioni sofisticati, non mancheranno infatti gli inediti ed efficientissimi sistemi mild e Plug-in Hybrid.

Il 2019 vedrà invece l’inizio della produzione dell’inedita Audi Q4 che verrà assemblata nello stabilimento di Gyor, in Ungheria. La Q4 entrerà quindi di prepotenza nel segmento dei SUV sportivi compatti (CUV), sfoggiando un look ispirato alla concept TT offroad del 2014 e posizionandosi per prezzo e dimensioni tra Q3 e Q5. Le sorprese firmate Audi Q non sono però finite qui, non si può infatti tralasciare il SUV e-tron Sportback a quattro porte e trazione 100% elettrica, svelato lo scorso anno in occasione del Salone di Shanghai.  Il costruttore teutonico ha scelto un SUV come l’e-tron Sportback per offrire sul mercato il suo primo modello a zero emissioni.

Questo veicolo sfrutta un motore elettrico collegato sull’asse anteriore e due unità su quello posteriore, capaci di offrire una potenza combinata di 320 kW che con la funzione boost può raggiungere addirittura i 370 kW. Grazie a questi numeri la vettura consente un’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 4,5 secondi, mentre la presenza di una batteria a litio da 95 kWh promette un’autonomia d’esercizio superiore ai 500 km (ciclo NEDC).

Audi Q: le immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi A6 Allroad e Mercedes AMG GLE Coupé: la prova

Altri contenuti