Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid: prezzi da 33.750 euro

La novità plug-in che completa il trio eco friendly Ioniq debutta in listino con prezzi a partire da 33.750 euro. Oltre 60 km in modalità elettrica. Ecco tutte le caratteristiche.

Hyundai arricchisce e completa la gamma della Ioniq, che viene definita dallo stesso costruttore come il primo veicolo al mondo progettato esclusivamente per alimentazioni eco-friendly. Il marchio coreano dà il via alla commercializzazione di Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid anche in Italia: la nuova versione ibrida a batteria ricaricabile si affianca alle declinazioni “Hybrid” (entrata in listino a fine settembre 2016) ed “Electric” (seconda metà di dicembre 2016).

Già definiti prezzi ed allestimenti: la nuova Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid debutta sul nostro mercato con prezzi a partire da 33.750 euro. Tale importo viene riferito alla versione 1.6 GDi 141 CV in allestimento “Comfort” (in alternativa è disponibile la declinazione “Style”), che prevede l’adozione del sistema AEB Autonomous Emergency Braking di frenata autonoma d’emergenza con riconoscimento pedoni, veicoli ed ostacoli, il dispositivo LKAS – Lane Keeping Assist System di mantenimento corsia, il Cruise control adattivo, l’adozione dei gruppi ottici anteriori e della fanaleria posteriore a Led e il climatizzatore automatico bi-zona.

Dichiarata competitor nei confronti di Toyota (marchio leader a livello mondiale nelle tecnologie eco friendly di nuova generazione), Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid, affiancandosi ai recentissimi modelli ibrido e 100% elettrico, conferma il proprio ruolo di primo piano nella strategia “green” a breve termine per il marchio coreano: 14 nuovi modelli eco friendly (una gamma che si articolerà, secondo quanto indicato dai vertici di Seul, su cinque novità ibride, quattro ibride plug-in, quattro elettriche e una fuel cell) programmati per il debutto entro il 2020.

La nuova Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid condivide con la versione ibrida l’impostazione del corpo vettura: griglia anteriore a disegno esagonale, luci diurne a Led dal caratteristico sviluppo a “C” e disposte in posizione verticale, una modanatura in blu o in grigio a tutta larghezza nella zona inferiore dei paraurti. Specifici di modello sono i cerchi da 16” e la fanaleria a Led. Invariato, ai fini della dichiarata efficienza aerodinamica, il coefficiente di penetrazione con un Cx di appena 0,24: uno dei valori migliori in assoluto sul mercato.

Le tinte di carrozzeria disponibili sono otto: la nuance pastello Polar White, le varianti metallizzate Platinum Silver e Marina Blue, i colori ad effetto perlato Phantom Black, Iron Grey, Aurora Silver, Phoenix Orange e Demitasse Brown. All’interno, l’abitacolo della nuova Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid presenta rivestimenti in tessuto o in pelle per i sedili e rifiniture in nero con inserti blu.

Sotto i riflettori di Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid è il sistema di alimentazione impiegato: la vettura abbina l’unità a benzina 1.6 (1.580 cc) da 105 CV di potenza e 147 Nm di coppia massima con distribuzione a doppio albero, quattro valvole per cilindro a fasatura variabile e alimentazione ad iniezione diretta, con un motore elettrico da 61 CV alimentato da una batteria agli ioni polimeri di litio da 8,9 kWh. La trasmissione avviene attraverso il cambio automatico a sei rapporti 6DCT con comando a doppia frizione e levette al volante.

Complessivamente, la potenza del modulo benzina – elettrico di Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid è nell’ordine di 141 CV, sufficienti per assicurare alla nuova “media” ibrida ricaricabile coreana una velocità massima di 178 km/h e un tempo di 10”6 nell’accelerazione da 0 a 100 km/h. Da rilevare i valori d’uso annunciati da Hyundai: fino a 63 km di autonomia in modalità totalmente elettrica, e un consumo (ciclo combinato NEDC) di 1,1 litri di carburante per 100 km.

La ricarica della batteria richiede – attraverso il dispositivo “On-Board Charger” da 3.3 kW – circa 2 ore e 15 minuti alle colonnine; il “pieno” di energia è usufruibile dalla presa domestica mediante il cavo ICCB (In-Cable Control Box) fornito di serie.

La tecnologia powertrain è finalizzata allo stato di carica della batteria. Più nello specifico, fino ad una determinata soglia, la vettura funziona in modalità elettrica (sempre che le situazioni istantanee non richiedano l’azione aggiutiva del motore termico). In modalità ibrida, l’efficienza di entrambi i motori viene ottimizzata dall’azione esercitata dal cambio – soprattutto in modalità di guida sportiva, che mantiene i rapporti inferiori più a lungo – e dall’innovativo sistema ECO-DAS (ECO Driving Assistant System): una “centrale di controllo” di assistenza alla guida che comprende la funzionalità Coasting Guide per l’analisi costante delle informazioni dall’esterno  che vengono rilevate dal navigatore di bordo, e avvisa per tempo il conducente (mediante un simbolo specifico e un segnale acustico) sul momento migliore per rallentare la vettura (ad esempio: quando si approssima un cambio di direzione, o in fase di uscita da una strada principale).

Il dispositivo Coasting Guide opera, in modalità ECO, a velocità comprese fra 40 e 160 km/h, ed offre inoltre la gestione predittiva dell’energia di interazione fra il motore termico e l’unità elettrica. Ciò significa che, ad esempio, la vettura accentua l’azione del motore a benzina per la ricarica della batteria, mediante il sistema di recupero dell’energia, se il sistema anticipa un tratto di strada in discesa. L’obiettivo del modulo di bordo è la garanzia della costante carica necessaria alla batteria ai polimeri di litio.

A bordo, Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid viene equipaggiata con un insieme di strumenti specifici per il controllo dei parametri vettura secondo la propulsione a batteria ricaricabile: strumentazione digitale TFT da 7” HD per la visualizzazione degli indicatori (tachimetro, stato di carica batteria, livello carburante, ECO) che cambia colore e disegno a seconda della modalità di guida selezionata; un display touch centrale da 8” che fornisce al conducente informazioni sul flusso di energia del sistema ibrido, consumi ed autonomia in modalità 100% elettrica, lo stato di impiego delle due unità motrici e le stazioni di rifornimento più vicine e l’efficienza di guida tramite l’indicatore ECO; infotainment a connettività compatbile con gli standard Apple CarPlay e Android Auto e servizi “Live” (infotraffico, limiti di velocità, autovelox, luoghi di interesse, previsioni meteo); e il sistema di ricarica wireless per smartphone. Da segnalare, inoltre, la Charge Reservation, funzionalità sviluppata da Hyundai per la proggrammazione dei tempi di ricarica in previsione all’orario di partenza.

Hyundai Ioniq Plug-in Hybrid 2017: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Hyundai Bayon

Altri contenuti