Volkswagen Golf e Golf Variant: ecco le novità a metano

Con il 1.4 TGI 110 CV bifuel benzina-metano per Golf berlina 5 porte e Golf Variant, la gamma di alimentazioni raggiunge cinque tipologie. Prezzi da 23.050 euro.

A poche settimane dall’anteprima al pubblico e dall’arrivo nelle concessionarie italiane, l’edizione – restyling di Volkswagen Golf 7 si arricchisce con la proposta dell’alimentazione a metano. La novità viene diffusa in queste ore, con l’indicazione dei dettagli di gamma e dei prezzi di listino.

Con il debutto delle versioni a metano, la lineup di Volkswagen Golf 7 restyling si articola su ben cinque differenti possibilità di alimentazione: la 1.4 TGI gas naturale va ad aggiungersi ai modelli “tradizionali” benzina e gasolio, nonché alle versioni ibrida plug-in e 100% elettrica.

L’offerta delle declinazioni eco friendly, peraltro, è in sintonia con un programma volto a dimezzare, entro il 2025, l’impatto ambientale della produzione Volkswagen attraverso un progetto di riqualificazione in chiave ecosostenibile dei sistemi ad aria compressa, delle reti di refrigerazione e delle torri di raffreddamento, nonché delle tecnologie di ventilazione e di illuminazione dei propri stabilimenti, espresso proprio in queste ore da Thomas Ulbrich, che fa parte del CdA di VW per le Divisioni Produzione e Logistica:

“Abbiamo raggiunto in anticipo rispetto al 2018, l’obiettivo di produrre le nostre auto in modo più ecologico del 25%. Perciò ci proponiamo di ridurre l’impatto ambientale di un ulteriore 20% entro il 2025”.

La nuova Volkswagen Golf 7 alimentata a gas naturale viene offerta (berlina 5 porte e Variant) nella declinazione bifuel benzina-metano 1.4 TGI da 110 CV e 200 Nm di coppia massima, al quale può essere abbinato il cambio DSG con comando a doppia frizione; gli allestimenti disponibili sono i quattro consueti “Trendline”, “Business”, “Highline” ed “Executive”.

I prezzi “chiavi in mano” partono da 23.050 euro, per Golf 1.4 TGI Trendline con cambio manuale, per raggiungere 28.550 euro relativi alla versione Executive dotata di cambio DSG. In mezzo ci sono: Business (24.550 euro), Highline (25.300 euro) ed Executive (26.550 euro). Per ciascuna versione, l’aggiunta del cambio doppia frizione comporta un sovrapprezzo di 2.000 euro.

Questi i prezzi (sempre “chiavi in mano”) indicati da Volkswagen per la nuova Golf Variant TGI bifuel benzina-metano: 1.4 TGI Trendline, 23.700 euro; Business, 25.200euro; Highline, 25.950 euro; Executive, 27.200 euro. Anche per la declinazione “wagon”, il cambio doppia frizione DSG in luogo del comando manuale è disponibile a 2.000 euro.

Il dettaglio del listino prevede, oltre ai “classici” equipaggiamenti, la possibilità di ottenere alcuni “pacchetti” specifici: riguardo a Volkswagen Golf berlina 5 porte, “Tech&Sound Pack” (per Trendline), con impianto audio “Composition Media”, Cruise Control, volante multifunzione a tre razze rivestito in pelle, App-Connect al sistema infotainment, bracciolo centrale anteriore; “Led Pack” (con fanaleria posteriore a Led ed indicatori di direzione dinamici e sistema “Keyless” per l’apertura e chiusura porte e avviamento motore, per Business; e, in più, gruppi ottici anteriori Full Led per Highline ed Executive).

Per VW Golf Variant 1.4 TGI benzina-metano, il “Tech & Sound Pack” è disponibile unicamente per l’allestimento Trendline, mentre il “Led Pack” viene proposto, per le versioni Business, Highline ed Executive, nel completo assortimento di dotazioni uguale per tutti gli allestimenti. C’è, in più l’”R-Pack”, che offre alle declinazioni Highline ed Executive un’impronta maggiormente sportiva, grazie alla disponibilità dei paraurti R-Line, delle modanature sottoporta in stile “R” e della griglia anteriore con monogramma “R-Line”.

Nuova Volkswagen Golf 2017: foto ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Volkswagen ID3: prima prova

Altri contenuti