Lotus Exige Cup 380: 60 esemplari in abito da corsa

Allestita per essere pronta a scendere in pista, la nuova Exige Cup 380 è una nuova serie limitata della coupé high performance di Hethel.

Lotus Exige Cup 380: 60 esemplari in abito da corsa

di Francesco Giorgi

25 aprile 2017

Allestita per essere pronta a scendere in pista, la nuova Exige Cup 380 è una nuova serie limitata della coupé high performance di Hethel.

La prolifica “famiglia” delle supersportive di Hethel si arricchisce con una nuova edizione: si tratta di Lotus Exige Cup 380, evoluzione in chiave high performance della biposto Lotus, che fa leva su potenza e valori prestazionali per spostare in alto l’asticella degli atout di sportività ed immagine racing che da sempre contraddistinguono la produzione semi – artigianale di Lotus.

La nuova Lotus Exige Cup 380 è disponibile in edizione limitata (ne sono state programmate 60 unità) esclusivamente in configurazione coupé, ad un prezzo “chiavi in mano” di 83.000 sterline (mercato britannico) e 109.900 euro riferito al mercato tedesco.

La inedita Lotus Exige Cup 380 – terza derivazione “380” da Exige, dopo le Race 380 e Sport 380 – viene svelata in queste ore, nelle prime immagini e nel dettaglio delle caratteristiche tecniche e progettuali. Esteticamente simile alle declinazioni più performanti di Lotus Exige, la nuova Cup 380 deriva, dal punto di vista dell’impostazione del corpo vettura, dalla Sport 380, rispetto alla quale ha ricevuto in dote una serie di novità “strategiche”: appendici aerodinamiche (in fibra di carbonio) tutte rivolte all’ottimizzazione dell’aerodinamica e all’attenzione al peso. Novità funzionali alle prestazioni su strada, dunque.

Si notano, a questo proposito, nella zona anteriore del corpo vettura un rinnovato disegno alle prese d’aria (di maggiori dimensioni) e allo spoiler inferiore, anch’esso più ampio, nonché alle nuove feritoie collocate in corrispondenza dei passaruota: un accorgimento, quest’ultimo, studiato dai tecnici di Hethel per neutralizzare il differenziale di pressione dell’aria all’interno dei passaruota stessi, in maniera da aumentare la [glossario:deportanza] alle alte velocità e in frenata.

Allo stesso modo, anche la parte posteriore della vettura è stata oggetto di un programma di rivisitazione in chiave aerodinamica: un nuovo disegno del paraurti e le nuove “ali” collocate lateralmente al nuovo diffusore, contribuiscono alla razionalizzazione dei flussi in uscita e a mantenere l’aderenza della vettura. Marcatamente “racing” anche l’attenzione rivolta dai tecnici Lotus nei confronti di alcuni dettagli all’apparenza secondari: è da notare, a questo proposito, il fissaggio del braccio tergicristallo in verticale nella posizione di “riposo”, in modo da non ostacolare la portanza dell’aria sulla zona superiore della vettura.

L’allestimento della nuova Lotus Exige Cup 380 si completa con l’adozione di un cofano motore in fibra di [glossario:carbonio] (che permette un risparmio di 6,5 kg rispetto ad Exige “di serie”) , l’eliminazione del sistema di molle a gas (che sottrae 1 kg) e delle nuove carenature laterali esterne (in questo caso, si risparmiano 500 grammi per ogni lato), nonché del montaggio di un impianto di scarico in titanio (-10 kg). In questo modo, il peso della vettura in ordine di marcia risulta 1.057 kg. I gruppi ruota (pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2) prevedono cerchi da 18″ a sezione differente: debuttano, al retrotreno, pneumatici da 285/30 R 18.

All’interno, la Lotus Exige Cup 380 mette in evidenza sedili anatomici dal guscio in fibra di [glossario:carbonio] e un rollbar in acciaio T45. A richiesta, l’allestimento può essere completato con un rollbar integrale a normativa FIA, le cinture di sicurezza a sei punti anch’esse omologate per gli impieghi agonistici, l’impianto staccabatteria e l’impianto di estinzione, e il volante senza airbag.

Nessuna novità relativamente all’impostazione powertrain: la nuova Lotus Exige Cup 380 viene equipaggiata con la collaudata unità 3.5 V6 sovralimentata ripresa dalla “cugina” Exige Race 380: la potenza sprigionata ammonta a 375 CV a 6.700 giri/min e 410 Nm di coppia massima a 5.000 giri/min. Il cambio è manuale a sei rapporti ravvicinati. La dotazone prevede, inoltre, le quattro consuete modalità di guida “Drive”, “Sport”, “Race” e “Off” e la possibilità di intervenire (sei livelli di controllo) sull’Esp, in maniera manuale.

Da urlo, come è facile attendersi, i valori prestazionali espressi dallanuova Lotus Exige Cup 380: velocità massima 282 km/h, e tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h in 3″6.