Skoda Octavia RS e Scout: caratteristiche, dotazioni e prezzi

La gamma “segmento D” di Mlada Boleslav si arricchisce con l’arrivo dell’allestimento crossover e con l’ampliamento delle proposte high performance.

A poco più di un anno dalla presentazione ufficiale, la lineup Skoda Octavia di quarta generazione – indirizzata verso l’obiettivo dei venticinque anni dal “lancio” della prima generazione “moderna” (avvenuto nel 1996; la carriera ha, nel frattempo, superato il traguardo dei sette milioni di esemplari prodotti nelle tre ultime serie) si amplia con l’arrivo di nuove varianti, rispettivamente dedicate alle configurazioni RS e Scout.

Nel dettaglio, per Skoda Octavia RS, che aveva debuttato provvista dell’interessante modulo di propulsione ibrida plug-in, vanno ad aggiungersi le versioni benzina (2.0 TSI) da 245 CV e turbodiesel (2.0 TDI) da 200 CV. Riguardo a Skoda Octavia Scout, il ventaglio delle motorizzazioni comprende cinque unità benzina e diesel, ed una 1.5 e-TSI mild-hybrid, e per la prima volta in abbinamento con la trazione integrale oppure, a scelta, a trazione anteriore.

Ecco quanto costano

Le nuove declinazioni di gamma che arricchiscono la lineup Skoda Octavia 2020 sono disponibili sul mercato italiano. Di seguito i dettagli relativi agli importi di vendita.

  • Skoda Octavia RS 2.0 TSI 245 CV: da 36.350 euro
  • Skoda Octavia RS 2.0 TDI 200 CV DSG: da 37.900 euro
  • Skoda Octavia Wagon Scout 1.5 TSI e-TEC 150 CV: da 34.100 euro
  • Skoda Octavia Wagon Scout 2.0 TDI 200 CV DSG: da 39.950 euro.

Il capitolato degli aggiornamenti

“Base di partenza” per Skoda Octavia RS benzina e diesel e Skoda Octavia Scout 2021 è, ovviamente, la nuova quarta serie del modello di fascia medio-alta boemo: un progetto completamente nuovo, che punta i propri riflettori su atout di abitabilità, comfort, equipaggiamenti di sicurezza attiva e passiva, dotazioni di connettività “up-to-date”.

Skoda Octavia RS: le nuove versioni

Le due ulteriori versioni “RallyeSport” vengono allestite sul telaio sportivo che già equipaggia la variante iV ad alimentazione ibrida plug-in. Ovvero, oggetto di un re-engineering rivolto ad un affinamento dinamico in funzione delle notevoli prestazioni offerte. Corpo vettura ribassato di 15 mm con sistema DCC di regolazione adattiva dell’assetto (disponibile in opzione) con commutatore dei programmi di guida Driving Mode Select e funzionale all’adattamento personalizzato di alcuni singoli parametri (come smorzamento, sterzo o le caratteristiche di innesto del cambio DSG nelle varie modalità di guida, utilizzando i comandi a scorrimento nel display touch centrale da 10″), retrotreno con sospensioni multilink costituiscono il “menu dinamico” sul quale viene realizzata la gamma RS.

Le unità motrici in dettaglio

RS benzina

L’unità motrice 2.0 TSI si basa sulla versione che equipaggiava la precedente RS245, tuttavia adeguatamente “riveduta e corretta” in chiave di efficienza. Se la potenza massima rimane immutata (245 CV, appunto), la pressione di iniezione è stata portata a 350 bar, le teste dei pistoni sono di nuova forma, i supporti dell’albero motore sono stati modificati per ridurre gli attriti ed ottimizzare i consumi di carburante, ed aggiornati sono anche l’impianto di scarico e il sistema di accensione. Nella versione benzina turbo da 245 CV, la trasmissione presenta un differenziale anteriore a controllo elettronico potenziato nella fase di blocco massimo (1.600 Nm “contro” i 500 Nm offerti dal sistema Xds+ che equipaggia gli altri modelli di gamma Octavia 4) disposta dalla nuova frizione elettroidraulica a lamelle.

RS turbodiesel

Base tecnica del 2.0 TDI è la medesima dei motori diesel EVO prodotti dal Gruppo VAG da 116 CV e 150 CV. la maggiore potenza (200 CV) è frutto del ricorso ad un nuovo basamento in alluminio, pistoni anch’essi in alluminio con fasce anti-attrito e bielle modificate, e sistema di sovralimentazione con pressione più elevata e raffreddamento ad acqua.  In assenza del DCC-Dynamic Chassis Control, il controllo trasmissione XDS+ può essere impostato dal conducente nelle modalità “Normal” e “Sport” mediante il comando di selezione programmi di guida Driving Mode Select che assicura il bloccaggio elettronico del differenziale (EDS).

Corpo vettura

A livello estetico, poche novità rispetto alla versione ibrida plug-in: Skoda RS turbobenzina e turbodiesel presenta gruppi ottici anteriori Full Led Matrix e fanaleria posteriore Full Led con indicatori di direzione dinamici e funzione Coming Home-Leaving Home, i cerchi in lega da 18”  e le pinze freno verniciate nel classico rosso RS, il bodykit aerodinamico dedicato, la finitura in nero per la calandra, il diffusore anteriore e le feritoie sopra i fendinebbia a Led, le cornici della finestratura laterale, le barre portatutto nella versione Wagon, lo spoiler “di coda” ed i “flaps” ed il diffusore posteriori. Dieci le tinte carrozzeria, fra le quali si segnala la “nuance” Verde Mamba che sarà disponibile nel primo semestre 2021.

Abitacolo

All’interno, l’ambiente – di stampo dichiaratamente “racing” – mette in evidenza il volante sportivo multifunzione a tre razze rivestito in pelle con monogramma RS e levette del cambio per i modelli con trasmissione DSG; sedili (quelli anteriori semi-anatomici con poggiatesta integrato sono ordinabili, a richiesta, del tipo anatomico rivestito in Alcantara) provvisti di tessuto nero con cuciture rosse a contrasto presenti anche sulla plancia, rivestimento del padiglione in nero, pedaliera sportiva in alluminio.

Equipaggiamento di serie

La strumentazione digitale Virtual Cockpit con display da 10.25” comprende, fra le modalità di visualizzazione, anche una grafica sportiva ed un “logo” di benvenuto RS. L’infotainment dispone della piattaforma hi-tech di ultima generazione sviluppata dal Gruppo Volkswagen, con schermo centrale da 10” e connessione online permanente che si basa su una scheda eSIM integrata. Della dotazione fa altresì parte l’assistente vocale “Laura” con riconoscimento della voce naturale.

Sistemi di ausilio attivo alla guida

Il “pacchetto” di dispositivi Advanced Driver Assistance Systems prende come riferimento le dotazioni “new gen” che equipaggiano la quarta serie di Skoda Octavia. Ne fanno parte, fra gli altri, il Collision Avoid Assistant, il Turn Assistant di rilevamento in anticipo degli altri veicoli che provengono in senso contrario durante le svolte a sinistra; l’Exit Warning (che sarà disponibile nella primavera del 2021), la funzione Traffic Warning che avvisa il conducente su eventuali inconvenienti dovuti al traffico nelle immediate vicinanze della vettura; e il Side Assistant che visualizza, entro una distanza di 70 metri, gli eventuali veicoli in avvicinamento da dietro o presenti nell’angolo cieco, contribuendo a prevenire gli incidenti anche in autostrada e sulle strade a scorrimento veloce.

Skoda Octavia Scout

Disponibile per la prima volta con la trazione integrale oppure solamente con la trazione anteriore, la versione “crossovereggiante” della “segmento D” di Mlada Boleslav viene proposta, di serie, con il pacchetto “Rough Roads”, che comprende, nell’ordine:

  • altezza libera dal suolo di 163 mm (15 mm in più rispetto alle altre configurazioni di gamma Octavia)
  • protezioni sottoscocca anteriore e posteriore.

Il corpo vettura presenta, inoltre, un set di cerchi in lega da 18”, gusci degli specchi retrovisori e barre longitudinali in tinta argento, protezioni esterne “aluminium look”, codolini in resina plastica nera sui passaruota, modanature di protezione sui listelli sottoporta e nella parte inferiore delle porte, diffusori in tinta argento, fendinebbia a Led, “badge” Scout sui parafanghi anteriori.

Le motorizzazioni

Sotto al cofano, la gamma delle versioni per l’Italia si compone come segue:

  • Skoda Octavia Scout 1.5 TSI e-TEC (tecnologia mild-hybrid) da 150 CV e 250 Nm di coppia massima, abbinata al cambio DSG doppia frizione sette rapporti, trazione anteriore; velocità massima: 218 km/h, tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 8”7
  • Skoda Octavia Scout 2.0 TDI da 116 CV e 300 Nm, cambio manuale a sei rapporti, trazione anteriore; velocità massima: 201 km/h; tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 10”6.

I dettagli di allestimento

All’interno, Skoda Octavia Scout 2021 presenta una serie di particolari (modanature chrome look ed accenti in look frassino, o a richiesta in finitura color argento, sulla plancia) e rivestimenti (in tessuto ThermoFlux con cuciture marroni a contrasto) dedicati, nuovo volante multifunzione a due razze rivestito in pelle (a richiesta riscaldabile) e dotato di levetta per il cambio sui modelli con  trasmissione DSG, nuova pedaliera con inserti in alluminio. Di serie c’è il Virtual Cockpit con display da 10.2” ed animazione con “logo” Scout specifico quando il conducente sale a bordo o esce dalla vettura. L’impostazione infotainment (con schermo centrale da 10” comandabile anche con l’assistente vocale “Laura” con riconoscimento di voce naturale) rende la vettura sempre connessa grazie all’impiago di una scheda eSIM integrata.

Sistemi di comfort, sicurezza attiva e ADAS

Skoda Scout 2021 viene equipaggiata con freno di stazionamento elettromeccanico con funzione Auto-hold, illuminazione “ambient” a dieci diverse tonalità (più altre 20 acquistabili in aggiunta attraverso il servizio “Functions on Demand”), sistema “Kessy” di ingresso a bordo ed avviamento senza chiave, sistema Side Assistant utile a visualizzare eventuali veicoli in avvicinamento o presenti negli angoli ciechi fino ad una distanza di 70 metri, dispositivo Front Assistant con protezione predittiva per pedoni e ciclisti e riconoscimento veicoli in movimento.

Skoda Octavia RS 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

I 125 anni di Skoda

Altri contenuti