Ford Puma: ibrida di successo, con tanto spazio e tecnologia

Ford Puma è un crossover che riunisce in sé diverse qualità tra cui il design ricercato, la praticità a bordo, la tecnologia d’avanguardia e l’efficienza dell’ibrido.

Ford Puma si è dimostrato un modello di successo fin dal lancio alla fine del 2019. Il design dinamico, l’assetto rialzato, la grande abitabilità – il bagagliaio è il più grande della categoria – e la motorizzazione ibrida hanno dimostrato di essere caratteristiche molto apprezzate dagli automobilisti italiani.

Infatti, la versione EcoBoost Hybrid, da gennaio a oggi è stata scelta da ben 9.090 clienti, numUNRAE, ovvero l’auto ibrida con il più alto numero di immatricolazioni in Italia del 2020.

«Ford Puma si è fin da subito imposta sul mercato, diventando, oggi, l’ibrida più venduta del 2020: un risultato di grande soddisfazione per noi”, ha affermato Fabrizio Faltoni, Presidente e Amministratore Delegato di Ford Italia. “Il nostro crossover compatto rappresenta la perfetta combinazione tra ecosostenibilità, stile, piacere di guida e soluzioni intelligenti per lo spazio che la rendono una scelta adatta anche alle famiglie».

Linee sinuose e tanto spazio

Uno dei motivi del successo di Ford Puma è il perfetto mix tra design d’impatto e spazio funzionale, che rappresenta al meglio la filosofia costruttiva Human Centric di Ford. Lo stile degli esterni rappresenta infatti una degna eredità della Puma originale, la coupé prodotta negli anni ’90, da cui ha ereditato, in realtà, solo il nome: le linee sinuose e l’andamento discendente del padiglione disegnano un crossover dalla personalità forte, che si distingue immediatamente e non passa mai inosservato. Le diverse declinazioni del design Puma vengono enfatizzate nei differenti allestimenti, più elegante il Titanium X, più sportivo l’ST-Line X.

L’altro asso nella manica di Ford Puma è l’abbondante spazio a bordo – sia per i passeggeri che per i bagagli – che rende la vettura adatta ad essere utilizzata come prima auto di famiglia. Cinque persone possono trovare posto comodamente nell’abitacolo, mentre il bagagliaio di 456 litri è ai vertici del segmento. Molto intelligente la presenza di un vano aggiuntivo, chiamato MegaBox, che è lavabile e può alloggiare in verticale oggetti lunghi fino a 115 centimetri. Non mancano finiture ricercate e soluzioni pensate per la massima praticità, come i sedili rimovibili e lavabili.

EcoBoost Hybrid: massima efficienza e piacere di guida

La versione EcoBoost Hybrid di Ford Puma utilizza un sistema mild-hybrid che abbina il pluripremiato EcoBoost 1.0 litri 3 cilindri ad un motore elettrico alimentato da una batteria agli ioni di litio da 48V. Tra i vantaggi non c’è solo la maggiore efficienza, con la riduzione di consumi ed emissioni, ma anche un’esperienza di guida più reattiva, perché l’energia recuperata in frenata viene restituita in accelerazione.

Come è fatto l’ibrido di Ford

Nel dettaglio, la tecnologia Eco Boost Hybrid utilizza un sistema di starter/generator (BISG) da 11,5 kW azionato da una cinghia che sostituisce il consueto alternatore: questa soluzione permette di recuperare l’energia nelle fasi di decelerazione. L’energia viene successivamente immagazzinata in un tecnologico pacco-batterie agli ioni di litio da 48 Volt, raffreddato ad aria, e viene utilizzata per alimentare gli accessori elettrici del veicolo e per coadiuvare il motore termico durante la guida.

Il BISG di Ford funziona infatti anche come motore elettrico che fornisce coppia aggiuntiva al motore 3 cilindri, con il quali si integra perfettamente. Inoltre, l’introduzione del BISG ha permesso agli ingegneri dell’Ovale Blu di ridurre il rapporto di compressione del motore EcoBoost 1.0 e di montare un turbocompressore più grande che genera maggiore potenza riducendo il turbolag.

Questo innovativo sistema – in grado di riavviare il motore in appena 300 millisecondi – ottimizza anche il funzionamento del sistema Start&Stop, che è in grado di operare in più situazioni di guida, come ad esempio quando il pedale della frizione è premuto o quando il veicolo procede a velocità inferiore a 15 km/h.

Come funziona

Il sistema ibrido monitora costantemente le situazioni di guida e gestisce in maniera totalmente autonoma la potenza aggiuntiva da erogare in una di queste due modalità di funzionamento:

  • sostituzione della coppia: il motore elettrico viene utilizzato come generatore/starter per fornire fino a 50 Nm di coppia che sostituisce quella generata dal motore benzina. Questa soluzione da sola consente di ridurre i consumi del 9% (dato dichiarato nel ciclo WLTP).
  • integrazione della coppia: in questo caso l’energia proveniente dal motore elettrico va ad integrare la coppia generata dal motore termico, fino a un massimo di 20 Nm. Questa soluzione consente di aumentare la coppia disponibile ai regimi più bassi fino al 50%, regalando maggiore reattività e fluidità alla guida.

Due livelli di potenza per l’ibrido

La Ford Puma EcoBoost Hybrid è disponibile in due versioni con potenza differente:

  • EcoBoost Hybrid 125 CV: consumi (ciclo WLTP) 5,4 l/100 km, emissioni 124 g/km;
  • EcoBoost Hybrid 125 CV: consumi (ciclo WLTP) 5,5 l/100 km, emissioni 126 g/km;

Le altre motorizzazioni benzina e diesel

Oltre all’apprezzato ibrido, la Ford Puma è disponibile con altre due efficienti motorizzazioni benzina e diesel, tutte equipaggiate con sistema Start&Stop e già in linea con le più recenti norme anti-inquinamento, grazie all’omologazione Euro 6D-Temp. Eccole in dettaglio:

  • Benzina 1.0 EcoBoost 3 cilindri 125 CV, sia manuale che automatico 7 rapporti;
  • Diesel 1.5 EcoBlue 4 cilindri 120 CV, abbinabile al cambio manuale.

Tecnologia e sicurezza al top

Al vertice del segmento è anche il pacchetto di tecnologia, sia per quanto riguarda la connettività che per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida. La vettura permette di collegare facilmente lo smartphone grazie alla compatibilità Apple CarPlay e Android Auto inclusa nel sistema di infotainment SYNC 3, che è dotato di un touchscreen centrale da 8 pollici e di un sistema di ricarica wireless.

Con il sistema FordPass Connect è possibile trasformare Puma in un W-iFi hotspot con connettività disponibile fino un massimo di 10 dispositivi. Inoltre, la app FordPass consente di accedere ad informazioni sul veicolo, oltre all’accesso e all’accensione da remoto.

Il “cuore” tecnologico della Ford Puma è rappresentato dal Ford Co-Pilot, che utilizza ben 3 radar, 2 telecamere e 12 sensori a ultrasuoni per fornire il massimo livello di sicurezza attiva nel segmento dei crossover compatti. Tra i tanti sistemi disponibili su Ford Puma ci sono:

  • Adaptive Cruise Control con Stop&Go, Speed Sign Recognition e Lane Centring: mantiene la distanza dal veicolo che precede regolando la velocità e mantenendo centrata la vettura all’interno della corsia;
  • Blind Spot Information System (BLIS) con Cross Traffic Alert: segnala la presenza di veicoli nell’angolo cieco e può intervenire frenando per evitare la collisione;
  • Active Pack Assist: consente manovre di parcheggio completamente automatizzate sia in parallelo che in perpendicolare;
  • Auto High Beam: mantiene gli abbaglianti attivi passando agli anabbaglianti quando sopravviene un veicolo;
  • Rear View Camera: telecamera posteriore con angolo di ripresa di 180 gradi;
  • Lane Keeping con Road Edge Detection: mantiene il veicolo nella corsia di marcia e riconosce i cambiamenti del manto stradale (ghiaia o erba);
  • Pre-Collision Assist con Pedestrian Detection: rileva la presenza di ostacoli davanti al veicolo e frena automaticamente;
  • Pre-Collision Braking: riduce l’entità di un eventuale impatto frenando in automatico;
  • Evasive Steering Assist: evita le collisioni di veicoli che rallentano o si fermano improvvisamente;
  • Wrong Way Alert: avvisa il conducente in caso di marcia contromano.
Ford Puma 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Ford Kuga 2.0 EcoBlue Hybrid: la prova su strada

Altri contenuti