Audi A3 e Audi Q3 2021: aggiornamento per motori e tecnologie

Maggiore attenzione a consumi ed emissioni con l’omologazione WLTP 3.0, più potenza ai turbodiesel e novità infotainment e ADAS.

Un corposo programma di upgrade meccatronico, finalizzato ad un ulteriore affinamento in termini di rendimento termico delle unità motrici; e, contestualmente, un arricchimento alle dotazioni di sicurezza e infotaiment. Ecco, in estrema sintesi, il programma di aggiornamento che Audi introduce nella lineup-bestseller A3 (nelle due configurazioni Sportback e Sedan) e per Audi Q3 e Audi Q3 Sportback, cioè le corrispondenti declinazioni “a ruote alte”.

Q3 e Q3 Sportback: omologazione WLTP 3.0

Le novità si concretizzano, rispettivamente, nelle motorizzazioni 2.0 TDI 150 CV e 2.0 TDI Quattro S Tronic, cioè le varianti di gamma Sport Utility e Sport Utility coupé di taglia compatta più “gettonate” a livello di vendite nei primi otto mesi 2020 (il 65% delle immatricolazioni di Audi Q3 e Audi Q3 Sportback, comunicano i tecnici di Ingolstadt, ha riguardato queste versioni), aggiornate nell’omologazione ora Euro 6d-ISC-FCM (WLTP 3.0).

I nuovi valori di consumo e CO2

Riguardo all’impiego di carburante indicato dai tecnici dei Quattro Anelli nel ciclo WLTP 3.0, nel caso di Audi Q3 2.0 (40) TDI quattro S Tronic si riduce da 5,8-6,4 e 7,0-7,5 litri di gasolio per 100 km a, rispettivamente, 5,5-6,0 e 6,3-7,0 litri per 100 km. Un miglioramento, a conti fatti, nell’ordine del 10%, che in termini di emissioni di CO2 si traduce in un altrettanto consistente “taglio” al diossido di carbonio: da 153-168 e 183-198  g/km a 144-156 e 165-183 g/km.

Per Audi Q3 Sportback, la diminuzione dei consumi e nelle emissioni annunciata da Audi relativa alla variante 2.0 (35) TDI S tronic 150 CV si attesta su un valore di 5,5-5,9 litri di carburante per 100 km e 145-155 g/km di CO2 (5,9-6,3 l/100 km e 156-166 g/km di CO2 nella versione precedente); per la motorizzazione 2.0 (40) TDI quattro S Tronic WLTP 3.0, il consumo dichiarato è di 6,4-6,9 l/100 km, con 168-181 g/km di CO2 (7,1-7,5 l/100 km e 185-196 g/km di CO2 per l’unità provvista di omologazione WLTP 2.0).

Aumentano le prestazioni

Le tre nuove unità si affiancano alla variante 2.0 (35) TDI quattro S Tronic già in listino. La nuova omologazione WLTP 3.0, fa notare Audi, non va ad incidere sulle performance, che rimangono immutate rispetto alle precedenti versioni. Di più: ad aumentare è la potenza massima per il 2.0 (40) TDI quattro S Tronic, che Passa da 190 CV a 200 CV (immutata la coppia massima: 400 Nm). Su strada, l’aggiornamento operato da Audi nell’unità motrice TDI alto di gamma si riflette in una velocità massima di 225 km/h (“contro” 221 km/h) ed in un tempo di 7”3 (anziché i precedenti 8”0) nello scatto da 0 a 100 km/h per Audi Q3; ed i 224 km/h e 7”3 (contro, rispettivamente, 217 km/h e 8”3 consentiti dal 2.0 TDI 190 CV WLTP 2.0).

A3 Sportback e A3 Sedan: novità hi-tech

Relativamente alla lineup Audi A3 Sportback e Audi A3 Sedan, il relativo equipaggiamento viene ulteriormente arricchito nelle funzionalità multimediali e nei dispositivi di ausilio attivo alla guida.

Nuovo assistente di svolta che integra il Collision Avoid Assist

Il modulo di sistemi ADAS aggiunge l’assistenza alla svolta di supporto al Collision Avoid Assist (ovvero il dispositivo che recepisce gli ostacoli e li aggira, attraverso la determinazione istantanea di una traiettoria alternativa che tiene conto della distanza, degli ingombri e dello scarto trasversale dal veicolo che precede). Ad esempio, spiegano i tecnici di Ingolstadt, ad una frenata mirata si abbina una ridotta coppia sterzante, proprio per agevolare la manovra. A questo sistema si aggiunge l’assistente alla svolta, installato per aiutare il conducente nelle fasi di partenza o di marcia alle basse velocità, utile ad evitare collisioni nelle svolte a sinistra, in modo da evitare eventuali urti con i veicoli che provengono dalla direzione opposta. L’assistente alla svolta si attiva a velocità inferiori a 10 km/h, attraverso l’azionamento dell’indicatore di direzione sinistro. L’azione attiva del dispositivo avviene attraverso l’azione dei radar che monitorano l’andamento del traffico che proviene dal senso opposto ad Audi A3. Se il dispositivo rileva l’avvicinarsi di una vettura, l’Audi Pre-sense Front interviene analizzando la criticità della situazione e, dopo avere avvertito il conducente per mezzo di una serie di segnalazioni visive specifiche, frena il veicolo in automatico.

Infotainment: novità dedicate alla digitalizzazione

All’ampio programma di aggiornamenti meccatronici e, nel caso di A3 Sportback e A3 Sedan, anche di contenuto relativo alla sicurezza attiva, si aggiunge un upgrade dedicato all’infotainment. Il comando vocale, che riconosce le espressioni di uso comune, è attivabile anche mediante la hot-word “Hey Audi”; dal canto suo, una nuova modalità wireless per i device portatili Apple – sviluppata, quindi, per ampliare ulteriormente le tecnologie di digitalizzazione – va ad integrare l’Audi Smartphone Interface, provvista di serie a partire dal secondo livello di allestimento e rivolta al trasferimento degli ambienti Apple CarPlay ed Android Auto sul display infotainment.

I Video di Motori.it

Audi Q2 restyling 2021

Altri contenuti