Audi e-tron Sportback: prezzi da 75.000 euro

Abbiamo guidato in anteprima la variante coupé dell’Audi e-tron sulle strade della capitale

L’Audi continua ad investire sull’elettrico e la e-tron Sportback ne è la dimostrazione, visto che inserisce una proposta commerciale ad impatto zero in una nicchia di mercato piuttosto recente: quella dei SUV coupé. Non un B-SUV ma una proposta a ruote alta destinata ad una clientela esigente che necessita di tecnologia e prestazioni al di fuori dal comune. L’abbiamo guidata in una presa di contatto sulle strade di Roma per approcciarci alla sua tecnologia d’avanguardia.

Esterni: coupé ma a ruote alte

Se la e-tron ha un aspetto piacevole e proiettato verso il futuro, la varianta Sportback è ancora più originale con quel tetto che scende verso il basso. Velleità stilistiche a parte, le dimensioni rimangono sostanzialmente le stesse, con una riduzione dell’altezza di appena 1 cm, ma la trasformazione ha influito sul volume di carico, che comunque può contare su ben 615 litri sfruttando anche il vano del cofano anteriore, e può arrivare a 1.655 litri abbattendo il divano posteriore.

Interni: il futuro è qui

L’abitacolo della e-tron Sportback è un tuffo nel futuro, come dimostrano i tanti display presenti al suo interno. Si va dal doppio display centrale che, tramite due schermi, rispettivamente di 12,1 ed 8,6 pollici, consente di gestire tutti i sistemi di bordo, e si arriva, passando per il virtual cockpit da 12,3 pollici, fino agli schermi sui pannelli porta, dove i retrovisori con telecamera proiettano le immagini di ciò che accade lateralmente nel retro della vettura. Una soluzione ad effetto, che però sulle prime porta il guidatore a distrarsi, soprattutto per vedere le immagini di ciò che sta avvenendo sul lato sinistro dell’auto, perché lo schermo è posizionato decisamente più in basso rispetto ad un normale retrovisore, e può essere potenzialmente occultato dal braccio sinistro. L’occhio insomma, tende a guardare più in alto e bisogna educarlo per sfruttare al meglio questa tipologia di retrovisori ipertecnologici.

Sottopelle tanta tecnologia

La variante Sportback della e-tron è proposta in due le versioni, una da 313 CV e 540 Nm di coppia per 347 km di autonomia, che adotta una batteria da 71 kWh, ed una da ben 408 CV e 664 Nm di coppia che, grazie ad una batteria da 95 kWh, può percorrere, sempre secondo il dato ufficiale, 446 km. Le prestazioni sono piuttosto brillanti, con uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in 6,6 secondi, 5,7 secondi in modalità boost (6,8 s 313 CV) ed una velocità massima, rispettivamente, di 190 km/h e 200 km/h. Per quanto riguarda i tempi di ricarica, il SUV in questione può utilizzare sistemi rapidi fino a 150 kW per recuperare l’80% di energia in meno di 30 minuti. Il fatto è che è difficile attualmente trovare colonnine così efficaci in ogni città italiana, dove la maggior parte sono da 22 kW e in tempi recenti si sono aggiunte quelle da 50 kW, per cui i tempi di ricarica tendono ad allungarsi nelle dovute proporzioni. A livello di autonomia è chiaro che diventa fondamentale avere un comportamento virtuoso al volante per migliorare la resa chilometrica, come abbiamo visto durante questa breve presa di contatto, ma ci riserveremo di verificare in una prova più lunga le reali potenzialità della vettura nella guida di tutti i giorni.

Al volante: silenziosa, stabile ma con una massa importante

Una volta alla guida, grazie alla collocazione dei due motori elettrici, uno all’anteriore ed uno al posteriore, che conferiscono alla vettura una distribuzione dei pesi ottimale, ed alla trazione è integrale, si percepiscono subito l’efficacia e la sicurezza che la e-tron Sportback sa infondere al guidatore. Se a queste caratteristiche aggiungiamo anche il baricentro più basso rispetto a quello degli altri SUV, ecco che il quadro è completo, o quasi, perché la massa di circa 2.500 kg si fa sentire e ne riduce l’agilità tra le curve. Detto questo, il comfort è ai massimi livelli, per via di un assetto capace di filtrare le asperità in maniera ottimale e di un’insonorizzazione da riferimento: l’unico rumore che si riesce a percepire è un leggero sibilo tipico delle auto elettriche. Poi quando cala la notte ci sono dei fari a LED Digital Matrix, che sfruttano una tecnologia simile a quella dei videoproiettori professionali, a rendere la visuale incredibilmente nitida.

Prezzi: da 75.400 euro

Per mettere in garage questo SUV coupé ad impatto zero bisogna considerare un range di prezzi che parte da 75.400 euro ed arriva a 95.000 euro, escludendo i contributi statali e regionali.

Audi e-tron Sportback Vedi tutte le immagini
Altri contenuti