Opel Corsa: tutta nuova da 12.550 euro

L’utilitaria del Fulmine nasce da una nuova piattaforma ed ha una gamma completa con l’elettrica che arriverà in primavera.

Il mondo dell’auto non si ferma mai, e tra le tante novità dell’ultima ora spicca la nuova Opel Corsa, quella della sesta generazione, che riprende una tradizione iniziata nel 1982. I quasi 14 milioni di unità vendute rappresentano solo in parte la cifra della sua importanza per il brand del Fulmine, per cui l’arrivo del nuovo modello l’abbiamo accolto con una certa attenzione.

Tanta tecnologia per migliorare guida ed efficienza

Sotto una carrozzeria dalle spalle larghe e con curve che s’inseguono in maniera affascinante troviamo una piattaforma completamente nuova, denominata CMP che fa della sua poliedricità un punto di forza fondamentale. Infatti, dalla primavera del prossimo anno arriverà anche la variante elettrica della Corsa con una batteria da 50 kWh ed un’autonomia di circa 330 km. Oltre tutto, la rigidità torsionale è stata incrementata del 15% rispetto al telaio del modello precedente mentre il peso è sceso di circa 100 kg e parte da appena 980 kg. Inoltre, il motorino elettrico del servosterzo è stato spostato più in basso per contribuire ad abbassare il baricentro. Non mancano le luci a LED Intellilux Matrix che, con gli abbaglianti sempre in azione, consentono di vedere la strada al meglio senza disturbare gli altri automobilisti e di adattare il fascio di luce alla tipologia di percorso e in base alla situazione. Niente male per essere una vettura di segmento B, un’auto che guadagna anche la strumentazione digitale ed un nuovo sistema d’infotaiment con schermo che può arrivare a 10 pollici. Chiaramente, la sinergia con gli smartphone è assicurata, al punto che si può aprire utilizzando il proprio telefono e far compiere l’operazione anche ad altri dispositivo “amici” fino al numero di 6. Si può avere persino il sedile di guida con funzione massaggio mentre sulle automatiche il freno di stazionamento è diventato a pulsante (optional sulla Corsa manuale).

Benzina e diesel aspettando l’elettrico

La gamma delle motorizzazioni accontenta una vasta schiera di automobilisti, anche i neopatentati con il 1.2 benzina da 75 CV. Per i più brillanti ci sono i 1.2 turbo da 100 e 130 CV, mentre per chi non vuole rinunciare al diesel c’è sempre il 1.5 da 102 CV. L’elettrica arriverà a completare la gamma in primavera. Oltre alla trasmissione manuale a 6 rapporti c’è anche l’automatico ad 8 marce per una guida dal comfort superiore.

Al volante non delude ma il 3 cilindri si fa sentire

Nel corso della presentazione alla stampa internazionale a Spalato, in Croazia, abbiamo guidato le due motorizzazioni 1.2 3 cilindri a benzina sovralimentate da 100 e 130 CV, rispettivamente con cambio manuale e trasmissione automatica. Il primo giorno è stata la volta della variante da 100 CV, forse quella che avrà più successo a livello commerciale, la seduta abbassata di 28 mm aiuta a sentire di più la vettura in curva, l’assetto è piatto e confortevole, e la trasmissione funziona bene, anche se bisogna fare l’abitudine ad una frizione che stacca in alto. L’auto si muove agile tra le curve, filtra bene le asperità ed ha carattere, ma quando si accelera il 3 cilindri alza la voce, un particolare che farà piacere ai più sportivi, mentre a velocità costante l’insonorizzazione è degna di nota. La GS Line è più sportiva già nell’estetica con quei cerchi tutta grinta, poi i 30 CV in più si fanno sentire, mentre il cambio automatico può essere persino divertente con le palette dietro il volante. A proposito di quest’ultimo, considerando la nuova indole della Corsa, l’avremmo preferito più verticale, in compenso lascia un’ottima visuale della strumentazione, che però non consente di percepire al meglio il contagiri per via della sua grafica. La variante più potente ha un assetto più incisivo e anche sotto la pioggia non ha  avuto problemi a dimostrare le sue capacità dinamiche. La sicurezza attiva è ai massimi livelli con tutti gli ultimi aiuti alla guida come il cruise control adattivo, la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento pedoni, il dispositivo che aiuta a mantenere la propria corsia di marcia, quello che riconosce la segnaletica stradale, oltre monitoraggio della soglia d’attenzione e l’assistenza per il parcheggio.

Estetica coinvolgente, abitacolo hi-tech

In questa analisi delle caratteristiche di guida, ingiustamente stavano per passare in secondo piano le particolarità del design completamente rinnovato e ben differenziato da quello della cugina Peugeot 208. Il frontale ha la tipica griglia Opel con i gruppi ottici che enfatizzano la larghezza dell’auto, la zona posteriore vede i montanti che scendono vero il basso con un dinamismo da coupé e uno spoiler che promette sportività. Intriganti i fari posteriori, così come il gioco di luce tra le linee della fiancata e quelle dei passaruota posteriori muscolosi. La lunghezza è cresciuta di 39 mm, mentre l’altezza è diminuita di 48 mm. Il passo è stato incrementato di 28 mm per cui dietro c’è più spazio per le ginocchia dei passeggeri, ma i più alti possono sfiorare il tetto. Davanti il guidatore gode di una posizione ribassata di 28 mm, di una plancia rivolta verso di lui con una disposizione razionale dei comandi. C’è anche il caricatore wireless per lo smartphone e lo schermo dell’infotainment da 10 pollici insieme alla strumentazione digitale offrono un colpo d’occhio hi-tech, e la mettono al pari della migliore concorrenza. Gli assemblaggi sono curati ma le plastiche sono rigide, in compenso la variante GS Line offre dettagli sportivi sulla plancia, sui sedili e una pedaliera in metallo che fa tanto effetto racing. Il bagagliaio è cresciuto di 24 litri per una capienza di 309 litri che può arrivare fino a 1.081 litri abbattendo il divano posteriore.

Una gamma con tre versioni

La nuova Corsa ha una versione d’ingresso denominata Edition, poi ci sono due versioni parallele che rispondono ai nomi Elgance e GS Line, rispettivamente votate al comfort ed alla sportività. La Edition annovera accessori come il riconoscimento dei segnali stradali, la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento pedoni, il vivavoce Bluetooth con radio DAB+ e comandi al volante, oltre ai cerchi da 16 pollici. Sulla Elegance i cerchi da 16 pollici hanno un disegno specifico, i Fari sono a LED con fari diurni a LED e fendinebbia a LED. Poi c’è lo schermo da 7 pollici con apple carplay e android auto. La GS Line guadagna elementi sportivi come gli inserti rossi, la pedaliera in metallo e cerchi più aggressivi. La variante elettrica sarà suddivisa negli allestimenti e-Edition ed e-Elegance.

Prezzi a partire da 12.550 euro

A livello di prezzi si parte dai 12.550 euro della 1.2 Edition, la Elegance con lo stesso motore ha un listino di 14.150 euro e la GS Line 1.2 di 15.150 euro. Per passare da una versione all’altra occorrono 1.600 euro, mentre per un motore superiore bisogna mettere in conta una spesa di 1.000 euro, 1.600 euro per avere il cambio automatico; inoltre, la differenza tra benzina e diesel è di 1.000 euro.

Chiaramente, non manca una soluzione dedicata al noleggio e denominata Scelta Opel con 15.000 km annui per 3 anni, garanzia estesa, assicurazione furto e incendio, manutenzione ordinaria e assistenza stradale. A fronte di un anticipo di 3.500 euro, la rata mensile è di 126 euro per la 1.2 100 CV, di 138 euro per la 1.5 D 102 CV e di 153 euro per la elettrica. Ovviamente, si tratta di una formula con valore futuro garantito che però va analizzata tenendo conto del fatto che la Corsa elettrica non paga il bollo e che questo si traduce in una spesa mensile inferiore.

Per la Corsa elettrica il piano è di venderla quasi esclusivamente tramite noleggio con costo dell’energia incluso nel canone, ma il noleggio sarà importante anche sul termico, per fidelizzare il cliente. Quindi il listino va guardato con occhi diversi, alla luce di queste strategie commerciali che vedranno, secondo i vertici della Casa del Fulmine, 7 Corsa su 10 vendute tramite Scelta Opel.

Nuova Opel Corsa 2019: immagini inedite Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuova Opel Astra: le novità del restyling

Altri contenuti